Passeggiata di Buemi nel Battersea Park di Londra

Passeggiata di Buemi nel Battersea Park di Londra

27 giu, 2015

Fonte:

 

Londra, 27 Giugno 2015. Sebastien Buemi è andato a fare una passeggiata metaforica nello splendido e tornò con una possibilità di combattere per vincere il titolo del .

Prima del fine settimana il pilota e.dams-Renault era 23 punti dietro Nelson Piquet Jr in classifica, ma la sua seconda vittoria dalla pole position (e la sua terza vittoria in totale) hanno ridotto il gap a soli cinque punti.

Buemi ha corso in grande stile. Con una barriera temporanea eretta al fine di evitare un enorme amucchiata nella curva 1, è stato deciso che la gara si sarebbe aperta dietro la Safety Car Qualcomm. Buemi ha calcolato alla perfezione la sua fuga per garantirsi di arrivare senza troppa pressione alla brusca frenata della curva 3.

Nella seconda metà della gara Daniel Abt si è schiantato con la sua auto Audi Sport ABT nel muro all’uscita dell’ultima curva, cancellando tutti i vantaggi di Buemi, ma ancora una volta ha gestito il riavvio in modo da segnare una vittoria clamorosa.

“Chiaramente la partenza mi ha aiutato un po’ a dire il vero, perché ho avuto un po’ di margine in modo di gestire la partenza della gara” – ha ammesso. “Nella partenza non si sa mai come si comportano i freni quando si arriva alla prima curva in particolar modo se non sono sufficientemente caldi, è per questo che le macchine sono così difficile da guidare. E’ stato bello avere un po’ di margine a ogni ripartenza, soprattutto all’inizio. Alla fine è stata una buona giornata per noi”.

Con il compagno di squadra Nicolas Prost finito in settima posizione, è stata una particolarmente buona giornata per e.dams-Renault, che divenne la prima squadra campione della Formula E.

Al contrario è stata una giornata di test per Piquet e il suo team NEXTEV TCR. Dalla quinta posizione in griglia ha avuto il suo bel da fare per farsi strada sulla pista stretta e fortemente sconnessa del Battersea Park.

Ma è arrivato rapidamente dietro Lucas di Grassi ed era in una buona corsa per il terzo posto. Mentre andavano fianco a fianco le vetture si sono toccate sul rettilineo e Piquet è stato costretto a riacodarsi nella chicane ed ha quasi colpito il muro. Con la sua uscita pesantemente compromessa, Jean-Eric Vergne ha sfruttato al meglio l’attimo per rubare il quarto posto.

Dopo il pitstop per il cambio auto, Piquet era ancora una volta sulla coda di di Grassi. Questa volta ha usato il suo FanBoost per arrivare in entrata di curva quasi alla pari dall’Audi Sport ABT, ma di Grassi si è difeso bene e nel finale ha aumentato il suo ritmo per aumentare il distacco.

Infatti di Grassi è stato più veloce nella seconda metà gara ed ha ottenuto il premio Visa Fastest Lap nel corso della sua tarda ondata, che combinato con il quarto posto, vuol dire che è ora a soli 13 punti di distacco in campionato.

Nonostante una forte corsa nel secondo posto, le sottili speranze di titolo di Jerome D’Ambrosio sono finite, ma il pilota Dragon Racing era comunque molto soddisfatto con un altro podio.

“Ero solo concentrando sulla gara e cercavo di fare del mio meglio” – ha detto. “E ‘bello essere qui sul podio. La mia squadra è basata negli Stati Uniti, ma un certo numero di ragazzi vengono dal Regno Unito, quindi è un po’ come una gara di casa. Sono contento per come è andata la gara”.

Dopo aver superato Piquet, Vergne ha sorpassato di Grassi con tutte e quattro le ruote bloccate, inventando una grande mossa nel sorpasso per il terzo posto. Nella seconda parte della gara il suo ritmo è stato limitato da un problema di potenza, ma è stato comunque contento di essere arrivato terzo.

“E’ stata una grande mossa quella del sorpsasso a Piquet e mi ha dato la fiducia necessaria per andare a prendere Lucas in frenata alla stessa curva”, ha detto. “E ‘stata una cosa buona e poi abbiamo avuto alcuni problemi con la batteria, che è qualcosa che dobbiamo guardare per domani e trovare una soluzione. Sono stato veloce ma non abbastanza veloce per sorpassare Jerome”.

Come D’Ambrosio, Prost e Sam Bird hanno visto svanire le loro speranze di titolo al Battersea.

Dopo una qualifica tormentata, Bird è stato veloce in gara, ma un pitstop lento gli è costato un posto tra i primi cinque. Ancora ha superato Prost e Loic Duval, che soffriva di una mancanza di velocità di punta, nelle fasi finali per andare a prendere il sesto posto.

Duval è finito ottavo per la Dragon Racing, mentre Oliver Turvey è stato il migliore dei cinque esordienti, tornando a casa nono. Avrebbe dovuto essere molto meglio, ma un lungo pitstop gli è costato almeno due punti.

L’ultimo punto è andato a Stephane Sarrazin. Il pilota Venturi era stato veloce durante tutto il giorno, ma un errore in qualifica gli è costato caro, ma con le penalità inflitte a Bruno Senna (Mahindra) e Salvador Duran (Amlin Aguri) per oltrepassare la velocità massima nella pitlane, è stato promosso in zona punti.

Ora tutti devono correre un’altra volta oggi.

Piquet detiene ancora un vantaggio, ma con soli 13 punti che separano i primi tre – e la natura incredibilmente difficile del circuito – è veramente troppo vicino per essere tranquillo.

 

La Classifica finale ufficiale

Nel seguente link potete vedere e/o scaricare la Classifica Finale ufficiale della decima gara del FIA Formula E Championship

Classifica Finale Ufficiale

 

Le qualifiche

Nel seguente link potete vedere e/o scaricare i risultati delle prove di qualificazione della Gara 1 di Londra

Prove di qualificazione

 

Prove libere

Nei due seguenti link potete vedere e/o scaricare i risultati delle due prove libere che si sono tenute sabato mattina al Battersea Park di Londra

Prime prove libere

 

Seconde prove libere

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: battersea park e.dams renault FIA Formula E Championship formula e jean eric vergne Jérôme d'Ambrosio london visa eprix Sébastien Buemi

Lascia una risposta

 
Pinterest