NEXTEV: “Vogliamo ri-immaginare il veicolo”

NEXTEV: “Vogliamo ri-immaginare il veicolo”

18 gen, 2016

Fonte:

 

Stati Uniti, 11 Gennaio 2016. I loghi di nella prima apparizione a Long Beach, erano sulla vincente macchina del Team China Racing che sfoggiava una livrea grigio e verde sconosciuta al posto del solito rosso e giallo.

Poco dopo aver rilevato i diritti sul nome, ed è diventato il team con il quale ha gareggiato nella prima edizione del FIA di Formula E Championship.

La società deve ancora produrre una macchina, ma ha l’ambizioso obiettivo di rivaleggiare con Tesla in un prossimo futuro. Per dimostrare la portata delle sue ambizioni, il mese scorso ha assunto come suo nuovo CEO negli Stati Uniti. Attraverso il suo lavoro a Cisco e Motorola, Warrior ha costruito una reputazione come uno dei principali operatori leader mondiali nel settore della tecnologia della California.

Formula E la raggiunse per avere le sue opinioni sulle auto elettriche e il ruolo che la serie sta giocando nel loro sviluppo.

Dopo aver lasciato il suo ruolo precedente è stata sommersa di proposte nuove e interessanti, che cosa l’ha fatto decidere di raggiungere NEXTEV?

“Ho guardato diverse opportunità e alla fine sono arrivata alla decisione che avrei voluto lavorare nello spazio dell’istruzione o nello spazio dei trasporti. Entrambi questi settori sono maturi. Ho avuto una conversazione interessante con il fondatore di NEXTEV William Li e rapidamente ho deciso che questa era l’occasione giusta per me. William è un visionario e sapevo che stava costruendo la squadra giusta per NEXTEV e per avere successo. Inoltre, come cittadini globali, tutti noi dobbiamo concentrarci su come possiamo rendere il mondo migliore e io fondamentalmente credo che i veicoli elettrici giocheranno un ruolo importante nel contribuire a rendere pulito il nostro ambiente. Questa è una grande opportunità che io sono entusiasta di affrontare “.

Lei ha lavorato per lungo tempo a Motorola ed a Cisco, vedete NEXTEV come un altro progetto a lungo termine?

“Ho intenzione di essere a NEXTEV per tutto il tempo che serva per diventare un leader globale del veicolo elettrico. Siamo entusiasti di portare un’esperienza di mobilità gioiosa a tutti gli utenti, siano essi automobilisti o no. NEXTEV sta cercando di costruire un veicolo da zero che ripensa ogni aspetto della mobilità, così come i servizi associati. Ci stiamo muovendo molto velocemente, ma sono qui per un lavoro a lungo raggio (gioco di parole)”.

Con NEXTEV TCR a competere in Formula E, come pensi che contribuirà a spingere lo sviluppo delle vetture stradali elettriche?

Padmasree Warrior

“Dobbiamo dimostrare che le auto elettriche sono potenti e affidabili come quelle a motori a combustione. Competere in Formula E è importante per dimostrare che abbiamo l’esperienza tecnica per costruire un veicolo emozionante e affidabile. E la leadership e l’esperienza nell’automotive di non sono secondi a nessuno. Da che ho l’incarico di costruire un nuovo veicolo, la mia prima e unica scelta di un business partner su questo progetto sarebbe ”.

Quando potremo vedere una vettura stradale NEXTEV in vendita?

“Siamo in fase di sviluppo e sarà lanciata sul mercato non appena la macchina sarà pronta. Tuttavia, ci stiamo già muovendo velocemente (avevo solo un dipendente da metà dicembre 2015), mi aspetto che scuoteremo il mondo con quanto velocemente avremo un veicolo pronto per il mercato. Vorrei essere chiaro che la vettura sarà inizialmente per il mercato cinese … ci sarà quindi da espandersi a partire da lì”.

Come vede le strade dello sviluppo dell’auto elettrica nel corso dei prossimi cinque anni, e che cosa si può / deve fare la Formula E per quanto riguarda i suoi regolamenti?

“Questa è una domanda perfetta per Martin Leach. Mi sono concentrata sulla fornitura di tecnologia per l’auto intelligente, collegata e globale”.

Fortune Magazine le dà il nome di ‘Regina del business dell’auto elettrica’, che cosa significa per lei e quali obiettivi sono stati fissati per NEXTEV?

“Questo titolo mi ha fatto sorridere da quando l’ho visto e lo vedo come un cenno di riconoscimento per le donne e per tutto ciò che le donne leader hanno compiuto nel mondo degli affari e della tecnologia, piuttosto che un complimento personale. In qualità di leader a NEXTEV, spero di costruire un team globale che guadagna riconoscimenti in base a come gli utenti sperimentano il nostro prodotto. Con il nostro obiettivo di diventare una impresa utilizzatrice, stiamo progettando il prodotto e le esperienze dalla parte dell’utente, non dalle ruote in su. Il mio obiettivo è quello di reclutare talenti nella Silicon Valley, che vogliono lavorare su un progetto super cool e fare la differenza per il futuro della mobilità. Stiamo attivamente cercando dei talenti e il mio obiettivo numero uno in questo momento è quello di costruire una squadra fantastica”.

Lei è una forte sostenitrice delle donne che vogliono farsi coinvolgere nel settore. Diventare amministratore delegato negli Stati Uniti per NEXTEV, pensi che questo incoraggerà più donne di fare un passo in questo settore?

“Se posso essere un modello per le donne in tutto il mondo, io lo considero un onore. Il cinquanta per cento della popolazione mondiale sono donne – e mi piacerebbe vedere la stessa percentuale di donne ingegnere. Penso che l”auto elettrica’ è la prossima grande piattaforma del consumatore – proprio come il telefono intelligente trasformato rispetto in uno di qualche anno fa. Sono appassionato di portare diverse abilità e talento creativo insieme per risolvere i grandi problemi. La diversità nei punti di vista è una buona cosa per quanto mi riguarda. L’ultima cosa che voglio è che tutti nella mia squadra guardino lo stesso o pensino la stessa cosa. Più diversificata è la nostra squadra in termini di sesso, razza, sfondo, istruzione e così via, più creativi possiamo essere e servire i nostri clienti”.

Quale pensi siano le più grandi sfide del mercato dei veicoli elettrici?

“Penso che sia giusto dire che la sfida più grande rimane convincere i consumatori che un EV può essere pratico o più affidabile di un veicolo a carburante. La paura di rimanere a corto di carica è vera, quindi abbiamo bisogno di dimostrare che la maggior parte delle percorrenze che le persone fanno sono di meno di 20 miglia, così mentre l’autonomia può essere importante per i lunghi viaggi, è meno critica per l’uso quotidiano. Detto questo, NEXTEV non è solo una casa automobilistica … siamo un ‘impresa utilizzatrice che si concentra su tutti gli aspetti della proprietà delle automobili. Vogliamo ri-immaginare il veicolo e fornire una gioiosa esperienza per gli utenti nell’era internet mobile”.

In English

NEXTEV: “We want to reimagine the vehicle”

Source: Formula E

USA. 11 Gennaio 2016. The logos of NEXTEV first appeared in Long Beach, where the winning Team China Racing car was sporting an unfamiliar grey and green livery in place of the usual red and yellow.

Soon after it took over the naming rights, and it was for NEXTEV TCR that Nelson Piquet Jr claimed the inaugural title.

The company has yet to produce a car, but it has the ambitious target of rivaling Tesla in the near future. To demonstrate the extent of its ambitions, last month it hired Padmasree Warrior as its new CEO in the USA. Through her work at Cisco and Motorola, Warrior has built up a reputation as one of the leading players in California’s world-leading tech industry.

Formula E caught up with her to get her views on electric cars and the role that the series is playing in their development.

After leaving your previous role you must have been inundated with new and interesting offers, what made you decide to join NEXTEV?

“I did look at a lot of different opportunities and I ultimately came to the decision that I would either work in the education space or the transportation space. Both of these industries are ripe for disruption. I had an intriguing conversation with NEXTEV founder William Li and quickly decided that this was the right opportunity for me. William is a visionary and I knew that he was building the right team for NEXTEV to be successful. Additionally, as global citizens, we all have to focus on how we can make the world better and I fundamentally believe that electric vehicles will play a large role in helping clean up our environment. This is a big opportunity and one that I am excited about tackling.”

You worked for a long time at Motorola and Cisco, do you see NEXTEV as another long-term project?

“I intend on being at NEXTEV for as long as it takes to become a global electric vehicle leader. We are excited about bringing a joyful mobility experience to all users whether they are the driver or not. NEXTEV is looking to build a vehicle from the ground up that rethinks every aspect of mobility, as well as the associated services. We are moving very fast, but I am in this for the long haul (pun intended).”

With NEXTEV TCR competing in Formula E, how do you think it will help push the development of electric road cars?

“We have to demonstrate that electric cars are as powerful and reliable as combustion engines. Competing in Formula E is important to show that we have the technical experience to build an exciting and reliable vehicle. And, Martin Leach’s leadership and automotive chops are second to none. As I am tasked with building a new vehicle, my first and only choice for a business partner on this project would be Martin Leach.”

When will we see a NEXTEV road car on sale?

“We are currently in development and will be out to the market as soon as the car is ready. However, as fast as we are already moving (I’ve only been an employee since mid-December 2015), I expect that we will shock the world with how quickly we will have a vehicle ready for the market. I would like to be clear that the car will initially be for the Chinese market… we will then expand from there.”

How do you see electric roads car developing over the next five years, and what can/should Formula E be doing to reflect that in its regulations?

“This is a perfect question for Martin Leach. I am focused on delivering the technology for the smart, connected global car.”

Fortune Magazine named you the ‘Queen of the electric car biz’, what does that mean to you and what goals are you setting at NEXTEV?

“That headline made me smile since I see it as a nod of recognition for everything women leaders have accomplished in business and technology, rather than a personal compliment. As a leader at NEXTEV, I hope to build a global team that earns accolades based on how users experience our product. With our goal of becoming a user enterprise, we are designing the product and the experiences from the user out, not from the wheels up. My focus is on recruiting talent in Silicon Valley, who want to work on a super cool project and make a difference to the future of mobility. We are actively looking for talent now and my number one focus right now is building an awesome team.”

You’re a strong advocate of women getting involved in the industry. Becoming CEO of U.S for NEXTEV, do you think this will encourage more women to take a step into this sector?

“If I can be a role model for women anywhere in the world, I would consider it an honour. Fifty percent of the global population are women – and I would love to see the same percentage of women engineers. I think the ‘electric car’ is the next major consumer platform – just like the smart phone transformed into one a few years ago. I am passionate about bringing diverse skills and creative talent together to solve big problems. Diversity in points of view is a good thing as far as I am concerned. The last thing I want is everyone on my team to look the same or think the same. The more diverse our team in terms of gender, race, background, education and so on, the more creatively we can serve our customers.”

What do you think are the biggest challenges facing the electric vehicle market?

“I think it is fair to say that the biggest challenge remains convincing consumers that an EV can be as reliable or more reliable than a gas vehicle. Fear of running out of charge is real, so we need to show that most trips that people take are less than 20 miles, so while range may be important for long trips, it is less critical for daily use. Having said that, NEXTEV is not just a car company… we are a ‘user enterprise’ that is going to focus on all aspects of car ownership. We want to reimagine the vehicle and deliver a joyful experience for users in the mobile internet era.”


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: FIA Formula E Championship formula e Martin Leach nelson piquet jr nextev nextev tcr Padmasree Warrior

Lascia una risposta

 
Pinterest