NextEV Formula E Team, domande e risposte di Marrakesh

NextEV Formula E Team, domande e risposte di Marrakesh

3 nov, 2016

Fonte: NextEV

 

.

D: Il risultato delle qualifiche di Hong Kong è stato un grande inizio per la nuova vettura NextEV, puoi anticipare una ripetizione di questo a Marrakech?

R: Lo spero, siamo stati molto felici di qualificarci in prima fila, ma penso che dipenderà molto di quello che succederà in pista. Hong Kong era una pista molto dura e Oliver ed io abbiamo dimostrato che facciamo bene su circuiti complessi. Oliver l’ha mostrato a Londra ed entrambi l’abbiamo dimostrato che a Hong Kong. Se Marrakech è difficile allora posso pensare ad una ripetizione. La pista sembra che potrebbe essere un pò più ampia e quindi più facile. Se questo sarà il caso, ci sarà meno affidamento sulla capacità del pilota e renderà la competizione più stretta. Guardando il caso peggiore, direi che saremmo tra i primi sei o otto, ma puntiamo di nuovo alla Super Pole.

D: Qual è stata messa la fuoco della squadra tra queste due gare per migliorare le prestazioni complessive?

R: I test fuori stagione non sono su una pista stradale, quindi la prima volta in cui siamo in grado di mettere la macchina in un vero banco di prova è nella prima gara della stagione. Così, Hong Kong, è stata la nostra prima opportunità di sperimentare davvero la nostra nuova tecnologia, il che significa che nel post-evento vi è una quantità enorme di lavoro da fare per cercare tutti i dati e valutare le nuove parti che sono state introdotte. Lavoriamo tra ogni gara per fare la seguente il meglio che possiamo.

D: Cosa pensi ci si possa aspettare dalla gara sul circuito di Marrakech?

R: Penso che sarà una pista più veloce perché è costruita per le gare e le altre serie sono già stati lì prima. Non sarà irregolare come un tracciato urbano, come altri posti dove si va di solito, quindi potrebbe essere una sfida leggermente diversa. Sarà una città interessante dove correre e non vedo l’ora di tornare in pista.

D: Buemi e Di Grassi sono stati di nuovo forti nella prima gara della stagione, ma chi altro pensi che sarà un fattore chiave e da tenere d’occhio?

R: Penso che molti degli stessi nomi, come al solito, si affermeranno in questa stagione, ma ho pensato che Sebastien Buemi ha fatto molto bene in gara a Hong Kong e Sam Bird è stato forte nella prima parte della giornata.

D: Con alcuni volti nuovi nella squadra NextEV in questa stagione, come viene inserito ognuno nei loro ruoli?

R: Abbiamo avuto praticamente una squadra nuova di zecca. E’ un grande aggiustamento per tutti portare circa 20 nuove persone, ma c’è un buon lavoro in corso. Ad ogni gara le auto, il personale e la squadra continuano a migliorare e tutta la squadra sta lavorando a pieno ritmo per continuare a migliorare.

D: Ora che hai sperimentato la nuova vettura durante una gara, come ci si confronta con la macchina 2015/16?

R: La nuova vettura è un grande passo avanti rispetto la scorsa stagione in tutti i settori, con i principali miglioramenti nel nuovo propulsore NextEV che è più leggero e più efficiente, nonché i miglioramenti sul telaio e le sospensioni per avere una vettura più stabile. Tutta la squadra ha lavorato duro dalla scorsa stagione, quindi un immenso grazie a loro per questo grande passo avanti.

D: Cosa puoi dirci di come la squadra ha lavorato per migliorare in vista di questa prossima gara?

R: Dopo la prima di Hong Kong, abbiamo avuto un debriefing con gli ingegneri del team per comprendere le aree che potremo migliorare insieme. Il team di ingegneri ha lavorato duro con il propulsore e il telaio per fare ulteriori progressi. Faremo un pò di preparazione sul simulatore prima di Marrakesh.

D: Cosa ne pensi della pista Marrakesh? Quale sarà la sezione più eccitante o stimolante?

R: La pista di Marrakesh sembra molto eccitante, con alcune curve veloci e un molti rettilinei che offrono molte opportunità di sorpasso. Il primo settore si presenta particolarmente interessante con due lunghe curve veloci.

D: Qual è il tuo obiettivo per Marrakech?

R: Il mio obiettivo è sempre quello di vincere, quindi cercherò di fare ancora meglio in qualifica per raggiungere quest’obiettivo in gara.

In English

NextEV Team– MarrakeshQ&A

Nelson Piquet Jr

Q: The qualifying result in Hong Kong was a great start for the new NextEV car, are you anticipating a repeat of this in Marrakesh?

A: I hope so, we were very happy to qualify on the front row, but I think it’s going to depend on the track. Hong Kong was a really tough track and Oliver and I have shown before that we do well on complex circuits. Oliver showed it in London and we both demonstrated it in Hong Kong. If Marrakesh is difficult then I can see a repeat. The track seems like it might be a bit wider and therefore easier. If this is the case, it will rely less on the skill of the driver and will make the competition tighter. Looking at the worst case, I would say we would be in the top six or eight, but we are aiming for Super Pole again.

Q: What has been the team’s focus between these races to improve overall performance?

A: Off-season testing is not on a street track, so the first time we can put the car to a real test is at the first race of the season. So, in Hong Kong it was our first opportunity to really experience our new technology, which means that post-event there is a huge amount of work to do to look at all the data and evaluate the new parts that were introduced. We work between every race to make the next one the best that we can.

Q: What do you think we can expect from the race on the Marrakesh circuit?

A: I think it’s going to be a faster track because it’s built for racing and other series have been there before. It’s not going to be as urban or bumpy as other places we usually go so it might be a slightly different challenge. It will be an interesting city to race in though, and I’m looking forward to getting back on track.

Q: Buemi and Di Grassi were strong again in the first race of the season, but who else do you think will be key drivers to watch?

A: I think a lot of the same names as usual will crop up this season, but I thought that Sebastien Buemi did really well in the race in Hong Kong and Sam Bird was strong in the early part of the day.

Q: With quite a few new faces in the NextEV team this season, how is everyone settling into their roles?

A: We have pretty much got a brand-new team. It’s a big adjustment for everyone bringing in around 20 new people but it’s a good work in progress. Each race the car, personnel and team will keep getting better and the whole team is working flat out to keep improving.

Oliver Turvey

Q: Now you’ve experienced the new car during a race, how does it compare to the 2015/16 car?

A: The new car is a big step forward from last season in all areas, with the main improvements being that the new NextEV powertrain is lighter and more efficient as well as improvements on the chassis and suspension to give a more stable car. The whole team hasworked hard since last season so a massive thanks to them for this big step forward.

Q: What can you tell us about how the team has worked to improve ahead of this upcoming race?

A: After the first round in Hong Kong, we had a debrief with the team engineers to understand the areas we could improve on together. The engineering team hasbeen working hard with the powertrain and the chassis to make further progress. We will be doing some more preparation on the simulator ahead of Marrakesh.

Q: What do you make of the Marrakesh track? What will be the most exciting or challenging section?

A: The Marrakesh track looks an exciting one, with some faster corners and plenty of straights offering many overtaking opportunities. The first sector looks particularly exciting with two fast long corners.

Q: What’s your aim for Marrakesh?

A: My aim is always to win so I will be aiming to go one better in qualifying and to convert this in the race.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: FIA Formula E Championship formula e marrakesh eprix nelson piquet jr oliver turvey

Lascia una risposta

 
Pinterest