Maro Engel: “Perdere la F.E a Berlino sarebbe una delusione!”

Maro Engel: “Perdere la F.E a Berlino sarebbe una delusione!”

28 gen, 2017

Da: Sam Smith, Journalist

Tradotto da: Gabriele Testi, Giornalista

Fonte: Motorsport.com

 

27 Gennaio 2017. Il pilota tedesco, al debutto quest’anno con la Venturi, spera che il calendario 2016-2017 continui a contemplare una gara sull’aeroporto di o almeno nel territorio della Germania.

, pilota esordiente proprio in questa stagione nel Campionato FIA di , ha espresso il proprio disappunto per il fatto che il prossimo ePrix di non avrà luogo nelle strade del centro storico della capitale tedesca all’inizio dell’estate, contrariamente a quanto previsto in un primo momento.

Il paddock del Berlino ePrix 2016 nel Karl-Marx-Alee di Berlino. (Foto Electric Motor News)

Il round teutonico della serie “full electric” è ormai proiettato a disputarsi sull’aeroporto di Tempelhof in seguito alle pressioni lobbistiche esercitate da un locale partito ambientalista, il gruppo “”, che ha convinto il Senato di Berlino a trovare una nuova sede per la terza edizione dell’evento sportivo.

Ritorno all’aeroporto di Tempelhof per la Formula E “tedesca”?

Tempelhof venne abbandonato dopo la prima edizione dell’ePrix di Berlino, tenutosi nel maggio 2015, dal momento che l’impianto, gli hangar e le altre infrastrutture vennero in seguito utilizzate come alloggi per i richiedenti asilo, mentre la Formula E utilizzò una pista cittadina ricavata fra la e .

Ma l’ex aeroporto berlinese, che chiuse i battenti nel 2008 dopo ottant’anni di attività, potrebbe essere adesso l’unica possibilità per la F.E di tornare a Berlino, la cui gara è attesa sabato 10 giugno.

“È estremamente deludente ascoltare questa brutta notizia, perché la Formula E e, più in generale, il motorsport sostenibile, nonché la loro stessa promozione, sono qualcosa che viene accolto molto positivamente tutto il mondo”, ha detto Engel a Motorsport.com.

“Così, è un vero peccato che a Berlino abbiano deciso che la corsa del 2017 non possa aver luogo nel posto dell’anno scorso…”.

Maro ha aggiunto che la recente escalation nell’interesse dei costruttori tedeschi e delle aziende di tecnologia con sede in Germania implica che un ePrix nella sua patria sia pressoché essenziale per lo sviluppo futuro della mobilità elettrica.

Così è accaduto per il colosso , che ha stretto una partnership con la scuderia monegasca Venturi per la quale corre Maro Engel dall’inizio della terza stagione, nonché per l’Audi e la BMW, che hanno in cantiere un più ampio coinvolgimento in Formula E.

Non soltanto: anche la Mercedes ha un’opzione per unirsi alla griglia di partenza della serie elettrica dalla quinta stagione in poi.

“La mobilità elettrica è un tema vitale e di grande importanza per il futuro e per i produttori di automobili, tra i quali alcune delle principali case automobilistiche tedesche”, ha continuato Engel.

“Spero davvero che si possa trovare una soluzione alternativa e che, alla fine, ci sarà una gara a Berlino, o almeno in Germania, perché penso che il mio Paese meriti di avere una tappa della Formula E”.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Alexanderplatz berlino Bündnis 90/Die Grünen FIA Formula E Championship formula e Karl-Marx-Allee maro engel Tempelhof zf

Lascia una risposta

 
Pinterest