Lucas di Grassi: “Una nuova era è iniziata con successo”

Lucas di Grassi: “Una nuova era è iniziata con successo”

14 gen, 2017

Prima mondiale a Las Vegas: tiene prima gara sul simulatore

La prossima gara ‘vera’ per la serie elettrica inizia il 18 febbraio a Buenos Aires

Fonte: Audi Motorsport

 

Neuburg, Germania e Las Vegas, USA. 8 Gennaio 2017. L’ di Formula E ha iniziato praticamente il nuovo anno: e Daniel Abt hanno raccolto nuove esperienze durante la da 1 milione di dollari sul simulatori di gara.

Mentre Abt ha affermato il nono posto nella competizione con 30 piloti, di Grassi non è stato in grado di iniziare la gara principale a causa di un difetto tecnico. Tuttavia, il brasiliano dà un giudizio positivo nel colloquio e guarda avanti ad un ritorno alle corse vera e proprie.

Formula E ha tenuto una gara virtuale su simulatori per la prima volta alla fiera CES. Cosa ne pensi della Vegas eRace?

Lucas di Grassi: “E ‘stata un’idea fantastica e un grande evento. Con la eRace in alcuni ambienti spettacolari abbiamo raggiunto un nuovo gruppo target e sicuramente abbiamo ispirato molte persone alla Formula E ed alle idee dietro di essa. Questa nuova era si è avviata con successo – l’organizzazione e la presentazione erano impressionanti. Ora dobbiamo continuare a lavorare per continuare a perfezionare i processi e ovviamente il software. Questo è importante perché tutti – indipendentemente dal fatto che sia un pilota o un fun giocatore professionale – eravamo pieno di ambizione qui a Las Vegas”.

Le prime posizioni sono state prese dai fan con esperienza nel simulatore che si erano qualificati in anticipo on-line, e in particolare da Bono Huis che ha guidato dalla pole position per prendere la vittoria – come pilota professionista non sei infastidito di questo?

“No, non assolutamente. Era chiaro prima per noi professionisti che avremmo avuto un momento difficile – dopo tutto il simulatore è più un gioco che una vera e propria macchina da corsa. I fan trascorrono molte ore con il software a casa e di conseguenza hanno un vantaggio, che abbiamo anche fatto fatica a compensare con la nostra esperienza di corse. Ma noi siamo studenti veloci e la tecnologia continua a svilupparsi – forse le cose avranno un aspetto diverso la prossima volta”.

La prossima gara ‘vera’ è il 18 febbraio a Buenos Aires. Cosa cerca la tua squadra in Argentina?

“Gli obiettivi sono quelli di sempre: vogliamo anche lottare per la vittoria a Buenos Aires e segnare più punti possibili. La pista dovrebbe essere adatta alla nostra vettura, ed i nostri ingegneri non si sono rilassati durante la pausa invernale, ma hanno sviluppato molti piccoli dettagli. Nel calendario di Formula E, Buenos Aires è una sorta di gara di casa per me. Non vedo l’ora di avere il grande supporto dalla mia famiglia, gli amici e, naturalmente, i nostri tifosi.”

Come hai trascorso la breve pausa di Natale dopo l’ultima gara a Marrakech a metà novembre?

“Con un buon mix di vacanza nella mia patria Brasile, allenamento, tempo con la famiglia e gli amici, ma anche sviluppando la preparazione per Buenos Aires. Non vedo l’ora di andare in pista in fretta e quando la stagione, infine, divetena un po’ più movimentata “.

Dopo aver segnato un secondo e il quinto posto finale sei secondo assoluto, come la tua squadra. Cosa è possibile raggiungere in questa stagione?

“Vogliamo lottare per il titolo di nuovo. Resta da vedere se raggiungeremo questo obiettivo alla fine, perché dipende da tanti fattori imprevedibili. Con questo in mente, facciamo tutto ancora più meticolosamente da parte nostra per essere perfettamente preparati. Credo che ABT Audi Sport Schaeffler merita il titolo perché ognuno ha lavorato senza sosta per questo da quando è stata istituita la serie di corse”.

Formula E è giunta alla sua terza stagione. Come valuti lo sviluppo della serie?

“Formula E si sta sviluppando velocemente e meglio di ogni altra serie nel mondo. Sono convinto che presto sarà una delle categorie più importanti. Ad esempio, durante il tempo trascorso a Las Vegas abbiamo visto i primi schizzi della nuova vettura, che sarà vista in azione nella quinta stagione – sembra aggressiva e spettacolare. In cima a questo arriva la nuova generazione di batterie, che renderà ridondante il cambio delle automobili in gara. Produttori, tifosi e piloti sono già impressionati con la Formula E – questo aumenterà sicuramente in futuro”.

In English

Lucas di Grassi: “A new era has started successfully”

World premiere in Las Vegas: Formula E holds first race on simulator

Next ‘real’ race for the electric series starts on February 18 in Buenos Aires

Source: Audi Motorsport

Neuburg, Germany and Las Vegas, USA. 8th January 2017. The ABT Schaeffler Audi Sport Formula E team started virtually into the New Year: Lucas di Grassi and Daniel Abt gathered new experiences during the 1,000,000 Dollar Vegas eRace on race simulators.

While Abt claimed ninth place in the 30 driver field, di Grassi was unable to start the main race due to a technical defect. Nevertheless, the Brazilian gives a positive verdict in the interview and looks ahead to a return to the real race tracks.

Formula E held a virtual race on simulators for the first time at the CES exhibition. What did you think of the Vegas eRace?

Lucas di Grassi: “It was a fantastic idea and a great event. With the eRace in some spectacular surroundings we reached an entirely new target group and certainly inspired many people for Formula E and the ideas behind it. This new era started successfully – the organization and the presentation were impressive. Now we have to keep working in order to continue perfecting the processes and obviously the software. This is important because everybody – irrespective of whether they are a professional race driver or fan – was full of ambition here in Las Vegas.”

The top positions were taken by fans with simulator experience who had qualified beforehand online, and especially Bono Huis who drove from pole position to take victory – as professional race driver doesn’t this annoy you?

“No, absolutely not. It was clear before for us pros that we would have a tough time – after all the simulator is more of a game than a real race car. The fans spend many hours with the software at home and as a result have an advantage, which we also struggle to compensate for with our racing experience. But we are quick learners and the technology continues to develop – perhaps things will look different next time out.”

The next ‘real’ race starts on February 18 in Buenos Aires. How’s it looking for your team in Argentina?

“The goals are the same as always: we also want to fight for victory in Buenos Aires and score as many points as possible. The track should suit our car, and our engineers have not just been relaxing over the winter break, but have developed many small details. In the Formula E calendar, Buenos Aires is something like a home race for me. I’m looking forward to the great support from my family, friends and of course our fans.”

How did you spend the short Christmas break since the last race in Marrakesh in mid-November?

“With a good mix of holiday in my homeland Brazil, training, time with family and friends, but also preparation for Buenos Aires. I’m looking forward when things on the race track get going again and the season finally gains a bit more momentum.”

After scoring a second and fifth place finish you are second overall as is your team. What is possible this season?

“We want to fight for the title again. It remains to be seen whether we achieve this target in the end, because it depends on so many unpredictable factors. With this in mind, we do everything even more meticulously from our side to be perfectly prepared. I believe that ABT Schaeffler Audi Sport deserves the title because everybody has been working tirelessly for this since the racing series was established.”

Formula E is now in its third season. How do you assess the development of the series?

“Formula E is developing faster and better than every other series in the world. I’m convinced that it will soon be one of the most important categories. For example, during the time spent in Las Vegas we saw the first sketches of the new car, which will be seen in action in the fifth season – it looks aggressive and spectacular. On top of this comes the new generation of battery, which will make changing cars redundant. Manufacturers, fans and the drivers are already impressed with Formula E – this will certainly increase in the future.”

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Audi Sport Team ABT Schaeffler FIA Formula E Championship formula e lucas di grassi vegas erace

Lascia una risposta

 
Pinterest