Lucas Di Grassi difende la leadership nella Formula E

Lucas Di Grassi difende la leadership nella Formula E

12 gen, 2015

Nonostante aver segnato zero punti in Argentina, il pilota brasiliano mantiene la testa della classifica

Fonte:

 

Buenos Aires, Argentina. 10 Gennaio 2015. Dopo tre successi nelle prime tre gare della squadra ABT Sportsline, ora è in viaggio di ritorno in Germania da un evento di per la prima volta senza nessun trofeo.

Sia il brasiliano che il giovane tedesco si sono ritirati dal quarto round della serie di corse per monoposto totalmente elettriche che si è svolta nel cuore di Buenos Aires.

Nonostante il risultato Lucas di Grassi ha difeso il suo vantaggio in classifica generale.

Circa 20 mila spettatori si sono riversati lungo il circuito nella capitale dell’Argentina e milioni di tifosi in tutto il mondo hanno assistito all’evento di fronte ai loro televisori, il più emozionante della giovane storia della Formula E.

La gara sul circuito di 2.440 metri nel quartiere di Puerto Madero, sulle rive del Río de la Plata è stato nuovamente deciso solo negli ultimi giri del totale di 35 e, in António Félix da Costa, ha visto un vincitore sorprendente.

Lucas di Grassi e Daniel Abt del Team ABT Sportsline sono stati in precedenza tra i protagonisti di Buenos Aires.

Di Grassi aveva cominciato dalla quinta posizione, avanzando fino al terzo posto all’ottavo giro e al 24esimo giro ha preso il comando.

La sua ascesa era stata garantita da tempi sul giro costantemente veloci, forti manovre di sorpasso sul circuito cittadino della città e un cambiamento di macchina perfetto ai box della sua squadra.

La gioia, però, è stata solo di breve durata.

Con la seconda vittoria della stagione già nella sua mente, la sospensione posteriore destra della sua vettura si ruppe ed il brasiliano, mentre era chiaramente in testa alla gara, è stato costretto al ritiro.

Un destino che ha pure colpito il suo compagno di squadra Daniel Abt all’ultimo giro.

In una gara turbolenta il tedesco era salito fino alle prime posizioni che danno elevato punteggio dopo essere partito dal dodicesima casella in griglia, ma durante una manovra di sorpasso ha colpito un rivale ed è stato costretto al ritiro con la macchina danneggiata.

Subito dopo la gara, il 22enne Daniel Abt ha accettato la colpa dell’incidente e personalmente si è scusato con il rivale.

Nonostante non segnare nessun punto in Argentina Lucas Di Grassi ha difeso il suo vantaggio nella classifica generale, che ora lo vede dieci punti davanti a Sam Bird e 15 davanti a Sébastien Buemi. Come il suo compagno di squadra, Daniel Abt è rimasto senza punti per la prima volta in questa stagione.

Nella classifica delle squadre, ABT Sportsline, dopo quattro weekend di gare, occupa il terzo posto nel gruppo di dieci concorrenti internazionali.

Quella di  Buenos Aires è stata la quarta delle dieci gare del , che include visite in Asia, Uruguay, Argentina, Stati Uniti, Monaco, Gran Bretagna e Germania.

Dopo una breve pausa, la quinta prova si terrà in America del Nord.

Il 14 marzo 2015 Daniel Abt e compagni saranno in gara per le strade di Miami (USA).

 

La parola dei piloti e del direttore del team

Hans-Jürgen Abt, direttore del team:

“E ‘stata una giornata da dimenticare. Oggi abbiamo avuto la possibilità di fare piazza pulita, perché la seconda vittoria della stagione di Lucas era già a portata di mano. Invece, stiamo andando a casa a mani vuote. Ma siamo stati in corsa abbastanza a lungo per sapere che questo è parte integrante di una lunga stagione. ‘Ben fatto’ per la squadra ai box che ha fatto un lavoro zero difetti, nonostante le temperature incredibili. Stiamo mantenendo la testa e continueremo ad attaccare di nuovo negli Stati Uniti”.

 

Lucas di Grassi (BR, 30, # 11):

“Oggi ho quasi avuto la vittoria in mano. La macchina andava perfetta, la nostra strategia e la gestione dell’energia hanno funzionato perfettamente, e così abbiamo fatto il pit-stop. Ma poi, a otto giri dalla fine, la sospensione si è rotta senza alcuna influenza esterna e di conseguenza ho toccato il muro. Abbiamo fatto tutto bene – e per quanto strano possa sembrare – abbiamo avuto una buona giornata. E ho difeso la leadership in campionato. Dobbiamo prendere questi aspetti positivi con noi nella breve pausa prima di tornare nella prossima gara a Miami ancora più forti”.

 

Daniel Abt (D, 22, # 66):

“E ‘stata una gara turbolenta con molti duelli e manovre di sorpasso. Dopo una buona partenza in cui ho recuperato due posizioni ero nel bel mezzo dell’azione per un lungo periodo. E ‘stato divertente. Purtroppo, durante un attacco all’ultimo giro, ho colpito Jaime (Alguersuari) nella commozione. Sono felice che sia stato in grado di continuare la sua gara ma, comunque, il contatto è stata colpa mia”.

 

In English

Lucas di Grassi defends Formula E lead despite scoring no points in Argentina

 

Source: ABT Sportsline Team

Buenos Aires, Argentina. January 10, 2015. After three successes in the first three races Team ABT Sportsline is travelling back to Germany from a Formula E event without a trophy for the first time. Both the Brazilian Lucas di Grassi and youngster Daniel Abt retired from round four of the racing series for fully electric single-seater race cars in the heart of Buenos Aires. Despite the outcome Lucas di Grassi defended his lead in the overall standings.

Around 20,000 spectators lining the circuit in Argentina’s capital and fans around the world in front of their TV sets witnessed the most thrilling event in the young Formula E history. The race on the 2,440-kilometre circuit in the Puerto Madero district on the banks of the Río de la Plata was again decided only on the last laps of the total of 35 and, in António Félix da Costa, saw a surprising winner.

Lucas di Grassi and Daniel Abt from Team ABT Sportsline had previously been among the protagonists in Buenos Aires. Di Grassi had started from position five, advanced to third place by the eighth lap and on lap 24 took the lead. His advance had been guaranteed by consistently fast lap times, strong overtaking manoeuvres on the narrow city street circuit and a perfect car change in the pits of his squad. The joy, however, was only short-lived. With the second victory of the season already in his mind’s eye, the right rear suspension of his formula car broke and the Brazilian, while clearly leading the race, was forced to retire.

A fate that struck his team-mate Daniel Abt on the last lap as well. In the turbulent race the German had advanced to the front point-scoring positions after having started from twelfth on the grid but during an overtaking manoeuvre hit a rival and was forced to retire with a damaged car. A gesture of fairness: immediately after the race, the 22-year-old Abt accepted the blame for the accident and personally apologised.

In spite of scoring no points in Argentina Lucas di Grassi defended his lead in the overall standings, now ranking ten points in front of Sam Bird and 15 ahead of Sébastien Buemi. Like his team-mate, Daniel Abt remained without any points for the first time this season. In the teams’ classification ABT Sportsline, after four race weekends, occupies third place in the group of ten international outfits.

The round in Buenos Aires was the fourth of ten races of the FIA Formula E Championship which includes visits to Asia, Uruguay, Argentina, the USA, Monaco, Great Britain and Germany. After a short break, round five will follow in North America. On 14 March 2015 Daniel Abt and company will be racing in the streets of Miami (USA).

 

Drivers and team director – that’s what they say

Hans-Jürgen Abt, team director:

“This was a day to forget. Today we had the chance to make a clean sweep because Lucas’ second victory of the season was already within reach. Instead, we’re going home empty-handed. But we’ve been in racing long enough to know that this is part and parcel of a long season. ‘Well done’ to the pit crew that did a zero-defects job despite the incredible temperatures. We’re keeping our heads up and are going to attack again in the USA.”

 

Lucas di Grassi (BR, 30, #11):

“Today I almost had victory in my hands. The car felt perfect, our strategy and energy management worked perfectly, and so did the pit stop. But then, eight laps before the finish, the suspension broke without any external influence and as a result I touched the wall. We did everything right – and as strange as this may sound – we had a strong day. And I defended the lead in the Championship. We’re going to take these positive aspects with us into the short break and are going to return to the next race in Miami even stronger.”

 

Daniel Abt (D, 22, #66):

“It was a turbulent race with many duels and overtaking manoeuvres. After a good start in which I recovered two positions I was in the middle of the action for a long time. That was good fun. Unfortunately, during an attack on the final lap, I hit Jaime (Alguersuari) in the commotion. I’m happy that he was able to continue to drive but, still, the contact was my fault.”

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: abt sportsline team buenos aires e-prix Daniel Abt FIA Formula E Championship formula e lucas di grassi

Lascia una risposta

 
Pinterest