Le vicisitudini del calendario di Formula E

Le vicisitudini del calendario di Formula E

17 feb, 2017

Argentina perde quota e rischia il suo ePrix

I cileni con Santiago ed i brasiliani con San Paolo puntano a diventare le date sudamericane

Cancellata la gara di Bruxelles

Una città dell’Anatolia e Miami si fanno avanti

Di Marcelo Padin

Direttore Editoriale Electric Motor News

 

Buenos Aires, Argentina. 16 Febbraio 2017. Come di consueto il calendario di della prossima stagione è in continuo divenire e ci sono molte città pronte ad entrare tra quelle titolate per avere il proprio ePrix, mentre ci sono altre che rischiano grosso.

Il nuovo partner Total della DS Virgin Racing

Quello di Buenos Aires è l’unico circuito rimasto dall’inizio dell’era della Formula E ma questa edizione sarà l’ultima perché ci sono delle opere pubbliche che dovranno modificare gran parte della zona del quartiere di Puerto Madero dove sorge la pista.

Durante il week end verranno analizzate le alternative di Palermo e dell’Autodromo di Buenos Aires; nel primo caso bocciata subito dalla FIA ma che gli argentini spingono facendo leva sull’esempio di Città del Messico, dove si corre nell’Autodromo Hermanos Rodriguez.

Jean Todt doveva discutere le alternative con gli organizzatori argentini, ma secondo le informazioni in nostro possesso non ci sarà a Buenos Aires per l’ePrix.

Sta di fatto che la gara argentina rischia grosso, e non solo per questioni della location della pista.

E allora dove si correrà i Sudamerica…

I box del team Renault e.Dams, attuale campione di Formula E

La presenza nei pits dell’ex pilota cileno Eliseo Salazar non è stata quella di una semplice passeggiata nei pits per trovare vecchi amici e ricordare i suoi vecchi tempi della Formula Uno.

Durante il week end verrà raggiunto da una delegazione composta da politici e sponsor per formalizzare una proposta di portare la Formula E a Santiago di Cile. E quando diciamo formalizzare, intendiamo dire che verranno messi i soldini sul piatto della bilancia, per farla pendere dalla parte Cilena del Sudamerica.

Anche San Paolo del Brasile punta forte con un circuito già disegnato del quale Electric Motor News ha già pubblicato persino il tracciato.

La presenza di Lucas di Grassi in prima linea in Formula E è un aspetto molto importante dell’ingresso della sua città natale nella cerchia di quelle che avranno un ePrix. bisogna ricordare che di Grassi è stato dall’inizio uno dei pilastri della categoria.

Le altre proposte

La statua di Juan Manuel Fangio e della sua Mercedes, e sullo sfondo, la sede di Mercedes Benz Argentina

E’ molto difficile poter dire quale città verrà scelta per ospitare un ePrix della quarta stagione, ma possiamo indicare alcune di quelle che si sono fatte avanti.

Una di questa è Miami, che ritornerebbe alla carica dopo essere stata protagonista della prima stagione e dove Nico Prost ha ottenuto la sua prima vittoria.

C’è un’altra città dell’Anatolia, in Turchia, che vorrebbe il suo ePrix e ci sarebbero le risorse economiche già messe a disposizione dagli organizzatori locali.

Sydney infine sembra aver subito un rallentamento di tutto il processo organizzativo, ma subito un’altra città australiana si è fatta vita: Perth.

Ed in Europa?

Sotto voce e non ancora ufficialmente si sa che il Bruxelles ePrix è stato cancellato e si lavora nelle alternative. Quasi sicuramente non sarà ad Amburgo, mentre suona sempre più forte il nome di Zurigo, i Svizzera, dove ha la sede uno dei partner della Formula E: Julius Baer.

Forse durante il week-end verremmo smentiti o confermati… ma al momento queste sono le news in possesso di Electric Motor News.

Nelle foto… alcune vedute dei preparativi del 2017.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Buenos Aires ePrix FIA Formula E Championship formula e

Lascia una risposta

 
Pinterest