Le pillole della Formula E il giovedì a Buenos Aires

Le pillole della Formula E il giovedì a Buenos Aires

5 feb, 2016

Di Marcelo Padin

Direttore Editoriale Electric Motor News

 

Buenos Aires, Argentina. 4 Febbraio 2016. Mentre l’estate sudamericana riscaldava il circuito di Puerto Madero fino ai 32 gradi, tutta la consueta attività del giovedì di pre gara di si svolegeva regolarmente.

Così mentre alcuni operai si occupavano di sistemare muretti, altri tracciavano le righe nella corsia dei box; gli organizzatori finivano di mettere a punto gli ultimi dettagli e le squadre lavoravano nelle vetture.

E come di consueto, Electric Motor News era presente – come lo è stata in tutte le gare di Formula E – per capire alcune news, per parlare con i piloti e per osservare alcuni dettagli che possono essere sempre interessanti.

: “ho tanta voglia di correre”

Abbiamo scambiato alcune battute con il pilota brasiliano del team Mahindra che subito ha detto: “ho una grandissima voglia di correre. La mia ultima gara è stata quella di Punta del Este, quindi non vedo l’ora di andare in pista”.

Bruno Senna nel tempo trascorso tra la gara di Punta del Este e quella di Buenos Aires ha colto l’occasione per visitare il suo brasile, ma poi è anche ritornato in Europa per altri impegni.

guarito dalla sua mano

Dall’altra parte del box Mahindra abbiamo trovato un sorridente Nick Heidfeld che ci ha fatto vedere la sua mano operata, poco sopra il polso. “Quando a Putrajaya ho incrociato le mani sul volante al momentodi fare una curva, ho subito un contraccolpo che mi ha rotto un tendine. Ora sto bene… devo ancora fare qualcosina di riabilitazione nonostante aver già fatto parecchio ed è fastidioso ma non doloroso. Ora devo vedere come si comporterà la mano quando ritornerò a guidare e domani venerdì nello shakedown inizierò a capire di più” – ha detto.

Abbiamo anche chiesto se questo comporterà qualche tipo di problema per la guida in competizione ed ha detto di no e che probabilmente non potrà più appoggiare il palmo della mano e piegare il polso a 90 gradi, ma non dovrebbero esserci problemi per impugnare il volante.

Le auto del team saranno le del futuro

Nonostante sia stato detto che le quattro vetture che appartenevano al team Trulli sarebbero stati messe in configurazione originale ed utilizzate per rappresentanze e prove, abbiamo “scovato” le vetture dell’ex squadra del pilota italiano nella tenda della DHL, seminascoste dai contenitori utilizzati per trasportare le vetture.

Abbiamo fatto le foto che vedete in questo servizio ed abbiamo chiesto al meccanico che ci lavorava sulla vettura che ha detto: “Queste vetture saranno utilizzate da Jaguar, ovviamente con il loro powertrain, ma i telai saranno questi”.

Abbiamo anche chiesto se questo avverrà solo nella terza stagione oppure se c’era qualche possibilità che Jaguar inizi la sua avventura in Formula E nel corso di questa stagione, ma categoricamente ci hanno detto che Jaguar inizerà nella terza stagione di Formula E.

contentissimo con il rientro

Il pilota messicano Salvador Duran è molto contento con il rientro nella categoria e per giunta con il Team Aguri che l’aveva ingaggiato nella scorsa stagione. “Sarà una gara difficile perché è da molto tempo che non guido” – ha detto, per poi parlare della vettura con la configurazione della scorsa stagione, del suo compagno Antonio Felix Da Costa e della gara di Città del Messico che si avvicina.

Potete vedere l’intervista che Electric Motor News ha fatto a Salvador Duran qui in basso, mentre la foto che vedete in questo servizio – del sottoscritto insieme ala pilota messicano – è stata gentilezza di Estefania Ferreyra della Radio La Red FM 91.3 di Mar del Plata, Argentina.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Bruno Senna Buenos Aires ePrix FIA Formula E Championship formula e jaguar nick heidfeld salvador duran trulli

Lascia una risposta

 
Pinterest