Le peripezie del Team Trulli a Berlino

Le peripezie del Team Trulli a Berlino

25 mag, 2015

Fonte: Trulli Team

 

Berlin, Germania. 23 Maggio 2015. Dopo una sessione di qualifica incredibile che ha visto in pole position, la sua corsa è finita subito già nel primo giro. Nonostante avere lo stesso set up del compagno di squadra, Vitantonio (Tonio) Liuzzi, il consumo di Trulli ha subito iniziato ad avere dei valori  allarmanti e di conseguenza la gara è subito finita per il pilota pescarese.

 

, unicesima posizione

“E’ stato bello segnare finalmente un punto. Tuttavia, è stato davvero un peccato perché avremmo meritato molto di più. Abbiamo avuto un buon ritmo e la squadra aveva fatto un ottimo lavoro con il set-up. Quindi è stato un peccato perché avremo dovuto essere in una posizione migliore sia in qualifica che in gara, Avremmo potuto correre facilmente per il quinto o il sesto posto. Ma ci siamo incasinati nel pitstop quando l’auto di nuovo non riusciva a partire e poi quando finalmente sono uscito, la mappa era sbagliata sulla vettura quindi questo ci h costato troppo e ho lasciato cinque posizioni che erano alla mia portata.

Il team ha lavorato molto duramente per tutta la settimana e sono molto grato a loro. E’ stato veramente bello correre qui a Berlino con una folla incredibile. Ora abbiamo bisogno di lavorare di più per ottimizzare i risultati perche abbiamo gettato via troppi punti”.

 

Jarno Trulli, ventesima posizione

“Oggi ho avuto una pessima gara. Il consumo è andato alle stelle già dal primo giro e ho subito capito che era poco quello che potevamo fare e questo ha fatto che la mia gara fosse subito finita. Quello che non capisco è perché la mia macchina consuma molto, quando ho avuto esattamente lo stesso set-up di Tonio, così è chiaro che ci deve essere qualcosa che non va nella macchina. Nonostante aver cercato di risparmiare di più, non c’era altro da fare che sollevare il piede e permettere a tutti di passare. Così è andata realmente, ero fuori gara già dopo un paio di giri.

Il team ha lavorato duramente in questo weekend e davvero avrebbe meritato una buona posizione finale. Quindi voglio ringraziarli, ringraziare i fan di Berlino, e, naturalmente, il nostro partner Jihua per il loro prezioso sostegno”.

 

, Team Principal

“Cercare di capire questo propulsore è uno spreco di tempo. Non capiamo come due auto con esattamente lo stesso set-up possono consumare in modo così diverso. La vettura di Jarno era a miglia di distanza dalla vettura di Tonio in termini di consumo energetico, esattamente con lo stesso set-up.

Questo ha completamente rovinato lo sforzo nelle qualifiche di Jarno, e abbiamo dovuto chiedergli di risparmiare energia già dal primo giro, quando abbiamo rapidamente capito che altrimenti non saremmo stati in grado di finire la gara. Quindi, vorremmo chiedere scusa a Jarno per questo, perchè lo faceva sembrare stupido e non è il caso di pensare così.

E’ un grande peccato per Tonio e di nuovo per la seconda volta non voleva entrare la prima marcia nella sua seconda macchina. Questo gli è costato non solo cinque secondi, ma cinque posizioni. Si tratta infatti di un vero peccato perché il ritmo di gara di Tonio oggi era semplicemente eccezionale e ha mantenuto lo stesso ritmo di gara dei primi.

Tuttavia, anche se la gara è stata un disastro – abbiamo fatto un passo in avanti sulla velocità ed è stato dimostrato con la pole di Jarno. Siamo stati i migliori in qualifica e non vediamo l’ora di avere il nostro powertrain Motomatica a bordo. Grazie a Dio siamo a solo tre gare dalla fine.

Oltre alla gara, vorremmo ringraziare la città di Berlino, l’affluenza è stata incredibile e le tribune piene rendono una straordinaria atmosfera da gara. Da non dimenticare i nostri meccanici e gli ingegneri insieme al resto della squadra che ha lavorato sodo questa settimana, quindi un grande grazie a tutti voi. Così vorremmo ringraziare i nostri partner Jihua, il cui sostegno attraverso questa stagione è stato incredibile, grazie.”

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: FIA Formula E Championship formula e Jarno Trulli lucio cavuto vitantonio liuzzi

Un commento

  1. ma che caspita di batterie hanno? Le stesse degli altri team? Pare che invece siano state strapazzate o difettose. Peccato! Jarno ci ha fatto sognare di avere finalmente un pilota italiano sul più alto gradino del podio nella formula del futuro.

Lascia una risposta

 
Pinterest