Le dichiarazioni dei protagonisti Audi a Le Mans

Le dichiarazioni dei protagonisti Audi a Le Mans

15 giu, 2015

Fonte: Audi Motorsport

 

Ingolstadt, Germania e , Francia. 14 giugno, 2015. Una folla record di 263.500 spettatori hanno assistito alla lotta ai più alti livelli del motorsport per 24 ore. Con un terzo posto, Audi ha continuato la sua serie di podi, ma ha mancato la vittoria. Ecco le dichiarazioni dopo la gara.

 

Dr. Wolfgang Ullrich (Responsabile Audi Motorsport):

“A Le Mans, non è possibile supporre che si può vincere la gara ogni anno. Ovviamente quella era chiaramente la nostra intenzione. Abbiamo dimostrato che, sulla base dell’Audi R18 dello scorso anno abbiamo sviluppato una macchina veloce che era in lizza per la vittoria in numerosi momenti della gara. Questo è stato possibile anche perché abbiamo tre coppie di piloti molto forti. Durante la notte, abbiamo perso un po’ di tempo e siamo stati un po’ sfortunati con le nostre due vetture meglio classificate. La mattina, abbiamo incontrato qualche altra difficoltà. Ma quando si ha come un rivale forte come abbiamo avuto a Le Mans, non abbiamo avuto modo di essere perfetti per vincere”.

 

Chris Reinke (Responsabile LMP presso Audi Sport):

“Abbiamo avuto tutte le possibilità nelle nostre mani quando siamo arrivati qui. Abbiamo portato un veicolo eccezionale. E per tutta la settimana, la squadra ha fatto un lavoro impeccabile. I driver non possono essere imputati in alcun modo di nulla. Ma a Le Mans è sufficiente quel famoso pizzico di fortuna per avere successo e che oggi era chiaramente dalla parte dei nostri forti concorrenti. Congratulazioni a Porsche Motorsport. Avevano piani ambiziosi proprio come noi , e loro hanno raggiunto oggi l’obietivo”.

 

Ralf Jüttner (Direttore del Team Audi Sport Team Joest):

“Congratulazioni a Porsche per la loro doppietta. Hanno fatto una corsa perfetta e impeccabile e questo non possiamo dirlo questa volta per quanto riguarda noi. Abbiamo iniziato molto forte e sono stati incredibilmente più veloce di noi in qualifica. Con questo, avremmo potuto compensare gli svantaggi che abbiamo avuto con i pit stop. Ma c’è stato il precoce incidente di Loïc (Duval), in cui lui non ha avuto nessuna colpa e una foratura lenta con André (Lotterer). Da quel momento in poi, noi abbiamo perso un po’ del nostro ritmo. Durante la notte, c’era un altro stadio in cui abbiamo semplicemente mancato in velocità. Quando, per finire, alcune parti della carrozzeria si sono staccate al mattino, era chiaro che la gara era finita, nonostante il grande lavoro fatto ai box. Per me, è chiaro: se avessimo pienamente utilizzato il potenziale della vettura durante tutta la distanza avremmo potuto vincere”.

 

Marcel Fässler (Audi R18 e-tron quattro # 7):

La gara non è stata facile perché il ritmo era molto alto. Ovviamente, avremo preferito aggiudicarci un risultato migliore, ma per farlo è necessario fare la gara senza alcuna difficoltà. Le Mans è una gara sprint di 24 ore. Questo significa semplicemente che tutto deve aver modo di adattarsi. Avevamo una macchina per vincere, ma c’erano troppe questioni come una foratura lenta o il cofano motore danneggiato che ci ha costato troppo tempo”.

 

André Lotterer (Audi R18 e-tron quattro # 7):

“Non è stata una gara facile. Abbiamo lottato duramente, ma purtroppo abbiamo avuto qualche difficoltà di troppo. Ecco perché dobbiamo essere contenti del terzo posto. Noi dobbiamo imparare dagli errori e tornare più forti l’anno prossimo. Fortunatamente, con il terzo posto abbiamo segnato molti punti per il campionato del mondo piloti che è ancora il nostro obiettivo”.

 

Benoît Tréluyer (Audi R18 e-tron quattro # 7):

“Oltre le nostre competenze, abbiamo anche avuto la fortuna necessario per vincere la corsa dalla nostra parte per molti anni. Non è stato il caso di quest’anno. Purtroppo, la nostra vettura è stata più volte colpita da alcuni problemi minori. Che arrivano come un po’ una sorpresa perché Audi prepara sempre molto bene la gara, come dimostrano la lunga lista di successi. Abbiamo superbamente completato nuovamente tutti i test di quest’anno. In gara, abbiamo attaccato non-stop. Abbiamo avuto la possibilità di essere in lizza per la vittoria. La nostra R18 e-tron quattro è stata davvero divertente e mi ha aiutato molto soprattutto nei miei due stint. Ma le Porsche erano migliori quest’anno e meritano la vittoria”.

 

Lucas di Grassi (Audi R18 e-tron quattro # 8):

“Nella mia terza Le Mans c’è l’ho fatta a tagliare il traguardo per la terza volta. Una volta ero secondo, una volta terzo e questa volta il quarto. Così per la prima volta ho mancato il podio. Ma queste sono le corse: a volte si vince e altre volte vincono gli altri. Per me è importante aver fatto tutto il possibile. E l’abbiamo fatto, non c’è dubbio. Possiamo partire con la nostra testa alta perché abbiamo fatto una gara fantastica  anche se siamo stati sconfitti questa volta. Ma che ci rende più forti e ci dovrebbe motivare a lavorare ancora di più in modo da poter reagire nelle successive gare e a Le Mans nel 2016”.

 

Loïc Duval (Audi R18 e-tron quattro # 8):

“Fatta eccezione per alcune ore durante la notte, Audi è stata la vettura più veloce in pista. Ma questo non è abbastanza in una competizione così dura. È’ inoltre necessario avere un po ‘di fortuna e noi non l’abbiamo avuta quest’anno. Congratulazioni a Porsche per la vittoria. Complimenti e un grande ringraziamento anche al nostro team. I meccanici davvero hanno fatto di tutto per darci di nuovo una macchina che era in grado di vincere. Eppure, non è stato abbastanza per Audi per aggiudicarsi la vittoria questa volta. Almeno, Audi ha potuto festeggiare sul podio ancora una volta”.

 

Oliver Jarvis (Audi R18 e-tron quattro # 8):

“Dopo l’incidente di Loïc (Duval), ho pensato che la nostra gara fosse finita presto. Ma i meccanici di Audi Sport Team Joest ci hanno rimandati in pista in un incredibilmente breve periodo di tempo. Un enorme grazie per questo. Bisogna dire che il quarto posto quando c’è il potenziale per almeno aggiudicandosi un posto sul podio è una delusione. Congratulazioni a Porsche per la vittoria. L’anno prossimo correremo per la vendetta. Per il nostro trio questa è stata la nostra prima gara insieme a Le Mans e siamo diventati una squadra molto affiatata che ci faciliterà il lavoro  nelle prossime gare. Io sono già impaziente di salire di nuovo in macchina”.

 

Filipe Albuquerque (Audi R18 e-tron quattro # 9):

“Dopo che non sono riuscito a guidare nel mio debutto a Le Mans l’anno scorso, ero ancora più eccitato per la nostra corsa. Per molto tempo, le cose stavano andando molto bene per noi. Mi sentivo come se fossi a casa nel nostro Audi e miei compagni di squadra hanno fatto un lavoro fantastico. Fino alle prime ore del mattino, abbiamo messo la Porsche sotto una pressione enorme. Purtroppo, un problema con il sistema ibrido ha portato via tutte le nostre possibilità. Penso che sia stato evidente che, senza questi problemi, avremmo potuto finire sul podio”.

 

Marco Bonanomi (Audi R18 e-tron quattro # 9):

“Guardando rigorosamente le nostre prestazioni di guida, i miei compagni ed io siamo felici. Quando la nostra auto è stata senza intoppi, abbiamo costantemente lottato per la leadership. Ho avuto modo di dire: guidare questa grande Audi è un puro piacere. Purtroppo, come l’anno scorso, Lady Luck non è salita a bordo con noi. Purtroppo, abbiamo dovuto convivere con questo. Ma alla fine della giornata, si poteva vedere quello che il nostro trio di piloti fosse capace di fare e questo mi rende molto orgoglioso”.

 

René Rast (Audi R18 e-tron quattro # 9):

“Una buona gara per me personalmente. Nelle ore del mattino, stavamo correndo nel gruppo di testa, a volte anche in testa alla gara. Poi abbiamo perso terreno a causa di problemi con il sistema ibrido. E’ un peccato, ma così sono le corse. Anche le altre due Audi non sono stati senza problemi. Ora, noi guardiamo avanti alle prossime gare. Ho guidato otto stint, ha imparato molto sulla macchina, sulle gomme. Grazie anche ai miei due compagni noi siamo una grande squadra”.


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 24 ore le mans audi r18 etron quattro Le Mans WEC world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest