Interessante raccolta di dichiarazioni prima della gara

Interessante raccolta di dichiarazioni prima della gara

4 apr, 2015

Di Marcelo Padin

Direttore Editoriale Electric Motor News

 

Long Beach, California. USA. 3 Aprile 2015. Come di consueto, parlando nel paddock, nel ufficio stampa o dietro le quinte, si apprendono molte cose del presente della Formula E ma anche del futuro.

Qui vi offriamo una piccola sintesi delle dichiarazioni e di quello che abbiamo sentito a Long Beach.

 

Simpatica difesa di delle elettriche

Il pilota brasiliano del team Audi Abt Sportline ha difeso a spada tratta la Formula E e la tecnologia delle auto elettriche con parole che sono musica per le orecchie di Electric Motor News e sicuramente anche dei nostri lettori.

“Noi non siamo qui per fare gli Hippy o per vendere verdura!!!. Siamo qui per dimostrare alle persone che attualmente abbiamo la tecnologia delle auto elettriche, che questa è la tecnologia più avanzata e che le auto elettriche sono veloci, sono sexy e che possono avere anche una buona autonomia.

Bisogna fare capire alle persone che le elettriche sono meglio per l’ambiente ed usarle è meglio per tutti e noi speriamo che vendendo corse di questo tipo possano capire queste cose”.

Sante parole … !!!

Guarda l’intervista.

 

 

riguardo il calendario della seconda stagione

“Posso dirti qualcosa solo in modo informale perché non c’è nulla di confermato fino a che non verrà dato l’ok della FIA. Noi prevediamo di iniziare a inizio di ottobre, un po’ più tardi per dare tempo ai costruttori a preparare la macchina. Per quanto riguarda le gare, ci saranno quasi tutte quelle della prima stagione tranne una o due che cambieranno. Presenteremo il calendario al Consiglio Mondiale della FIA a giugno”.

Aggiugiamo noi che le due prime gare dovrebbero essere quelle di Pechino in Cina e quelle di Putrajaya in Malesia come nella stagione inaugurale; mentre ci sono stata richieste da circa 124 città per avere una gara di Formula E. A Long Beach c’era una delegazione di Vancouver che sencondo voci avrebbe portato molto di più delle buone intenzioni per fare la gara anche se non sarebbe per la seconda stagione.

 

“Usare un set di gomme per tutto l’anno è tecnicamente possibile”

E’ notiza di qualche settimana fa l’inizio delle conversazioni per puntare a correre tutto l’anno con un solo set di gomme per auto. Alejandro Agag ha confermato questi incontri ed abbiamo chiesto a Serge Grisin, Responsabile Tecnico di per la Formula E se questo è tecnicamente possibile.

“Si tecnicamente è possibile – ha detto Grisin. Vogliamo aumentare la longevità della gomma in Formula E. Per il momento stiamo parlando di fare due gare con un set di gomme, ma per il futuro perché no? Ovviamente non è una cosa che possiamo fare per l’anno prossimo, ma è un modo per incrementare la durata delle gomme e di consumare meno energia nel processo di produzione”.

E riguardo le gomme, abbiamo anche chiesto se per la seconda stagione le gomme saranno le stesse o ci sarà un ulteriore sviluppo.

“Questa è una buona domanda e sinceramente non lo sappiamo nemmeno noi. I piloti e le squadre sono molto contente con le gomme utilizzate finora ma bisogna dire che non abbiamo ancora avuto nessuna gara con la pioggia. Questa è una decisione che dovremmo prendere alla fine del campionato ma sinceramente troviamo difficile individuare qualcosa da migliorare perché fino ad oggi le gomme si sono comportate benissimo”.

Il video con l’intervista in lingua inglese

 

 

“Voglio vincere le 500 Miglia di Indianapolis”

Oriol Servià ha confermato il suo ritiro come pilota dalla Formula E, ha confermato di continuare a collaborare come manager con Jay Penske e con il team Dragon Racing ma ha categoricamente smentito di ritirarsi come pilota.

“Fare il manager è una cosa che mi piace e il mio rapporto con Alejandro Agag e con la Formula E è molto profondo, Jay Penske è molto entusiasta della categoria e credo che potrò fare bene il manager. Inoltre abbiamo ingaggiato un pilota molto forte come Loic Duval, quindi sono molto contento di come va la squadra anche se abbiamo fatto degli errori che abbiamo pagato, come succede sempre nelle corse”.

Quando abbiamo chiesto se il suo è un ritiro anche da pilota professionista, ha detto:

“No no no…. Nulla di ritiro !!! Per il momento mi occupo del team, ma voglio fare le 500 Miglia di Indianapolis… non solo voglio farla… voglio vincerla. Ho finito quarto, ho finito sesto, sono stato in prima fila ma non ci sono riuscito a vincerla e per me è la gara planetaria”.

Guarda l’intervista a Oriol Servià in lingua spagnola

 

 

Sicurezza a Chandhok e Vergne

Oriol Servià era uno dei piloti incaricati di controllare la sicurezza dei circuiti in Formula E. Ora con il ritiro del pilota spagnolo come pilota di Formula E, il suo posto è stato preso dal francese Jean Eric Vergne, mentre il pilota della Mahindra Karum Chandhok continuerà nelle sue funzioni.

Ed a proposito della sicurezza di Long Beach, Chandhok ci ha detto che sono state fatte delle modifiche nella chicane del Shoreline Drive perché originalmente era troppo veloce.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Alejandro Agag FIA Formula E Championship long beach eprix lucas di grassi michelin Oriol Servia sergè grisin

Lascia una risposta

 
Pinterest