Il coraggio di correre la Dakar con un’auto elettrica

Il coraggio di correre la Dakar con un’auto elettrica

31 dic, 2015

Fonte:

, Argentina. 30 Dicembre 2015. incarna meglio di nessun altro lo spirito dakariano. Inizialmente ha lavorato come assistenza nei Dakar africani e quindi ha gareggiato come pilota e navigatore, sia in camion che in auto. Lo scorso anno ha lavorato come meccanico del team , e poco tempo fa ha fatto storia portando il rivoluzionario veicolo elettrico a completare i 2200 km del Rally del Marocco.

Questo successo è stato condiviso con il suo navigatore Gastón Scazzuso, grande esperto di elettronica applicata alle auto da competizione, con il quale si è ritrovato nel contesto del progetto Acciona.

Affrontata con successo la prima sfida, ora sono intenzionati a completare i 10 mila chilometri della Dakar 2016 a bordo dell’unica vettura ad emissioni zero e finire una prova di un campionato mondiale.

Ariel Jatón, il pilota della vettura, ha detto prima della partenza:

“La prima esperienza nel Dakar 2015 con l’auto elettrica è stata fondamentale perchè adesso possiamo correggere molti degli errori di quella prima versione. Bisogna tener conto che questa è una tecnologia completamente nuova. E’ stato molto buono per avere l’esperienza sportiva. Si tratta di una vettura 100% elettrica nella quale abbiamo rimpiazzato i serbatoi di carburante con delle batterie, il motore a scoppio con uno elettrico e la centralina originale dell’auto per un controller che gestisce la corrente e l’energia. E’ facile da guidare poichè non ha la frizione, possiede un cambio sequenzial a sei rapporti e bisogna portarla in una marcia regolare e costante per quanto possibile, non è possibile andare ad alta velocità tutto il tempo per l’autonomia delle batterie. Per il resto funziona come una vettura da competizione convenzionale con minor autonomia e per questo avremmo i nostri punti di ricarica batterie nelle zone di refuelling delle moto”.

“Il Rally del Marocco per noi è stato il test perfetto perchè le tappe sono state molto difficili e lunghe. L’auto si è comportata molto bene ed ha dato tutta la potenza quando l’abbiamo chiesta senza nessun problema. Il Marocco è stato un Dakar da cinque giorni ed il fatto di averlo completato ci ha dato una grande carica per questa gara.Abbiamo potuto vedere la reazione dell’auto sulla sabbia e siamo rimasti molto soddisfatti, ora l’incognita è vedere come si comportarà nel fesh-fesh, ma penso che non sarà molto diverso. E’ ovvio che il nostro obiettivo è quello di portare quest’auto completamente elettrica ad emissioni zero fino al traguardo finale della Dakar”.

Gastón Scazzuso, il navigatore argentino esperto di elettronica ha detto prima della partenza:

“Con Ariel Jatón ci conosciamo da piccoli. Abbiamo fatto alcuni progetti insieme e nel 2008 ci siamo ritrovati nella Dakar. Qualche tempo fa mi ha chiamato per allestire un buggy per un pilota qatariota e cosi abbiamo iniziato a pensare all’auto elettrica. L’idea mi è piaciuta molto. Io dal 2010 lavoro nel settore dell’elettronica delle vetture a combustione interna, siamo andati avanti ed il Rally del Marocco è stata la prova cruciale. Sono stati 3 o 4 mesi di lavoro selvaggio, ma tutto è andato molto bene”.

“E’ vero che la Dakar è più lunga, ma andiamo con un team più grande che sarà incaricato delle ricariche. Noi siamo alla ricerca delle prestazioni a livello del rendimento dell’energia in modo di fare la maggior quantità possibile di chilometri ad emissioni zero. E’ più efficiente impostare una velocità costante che andare veloce e dover cambiare due volte le batterie, operazione che necessita di un’ora e mezza di tempo. In 2 o 3 anni con l’evoluzione delle batterie, saremo in grado di avere il ritmo degli altri ed in 5 o 6 anni le auto elettriche non avranno nulla da invidiare a quelle convenzionali…”

Il pilota

Ariel Jatón

Nato il 16/04/73 ad Ituzaingó, Provincia di Buenos Aires, Argentina.

Professione: preparatore

Palmarés Dakar

2014: Auto/ Ritiro nella 5ª tappa (Co-driver di Eduardo Amor)

2012: Auto/51esimo

2011: Auto/ Ritiro nell’8ª tappa

2009: Auto/ Ritiro nella 9ª tappa

2007: Auto/ 82esimo

2006: Camion/ Ritiro nella 10ª tappa

2015-2005-2004 Asistenza

Il navigatore

Gastón Scazzuso

Nato il 13/04/78 a Buenos Aires.

Professione: técnico elettronico in auto da competizione elettrici ed a motore a scoppio

Palmarés Dakar: debutto nel Dakar

Il veicolo

Marchio: Acciona 100% Ecopowered

Motore: elettrico AM Racing da 250 kW (340 CV)

Peso: 2100 Kg.

Preparación: Jatón Racing

Asistenza: Jatón Racing

Clase: T1

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: acciona Ariel Jatón buenos aires dakar gastòn scazzuso

Lascia una risposta

 
Pinterest