Il campione dei dragster elettrici

Il campione dei dragster elettrici

10 giu, 2011

Esclusivo: l’attuale campione Electric Drag – Che cosa c’è davvero sotto il cofano

di Nikki Gordon-Bloomfield
Fonte: All Cars Electric

9 giugno 2011. Le drag racing sono state percepite a lungo come la prerogativa delle vetture ad elevato consumo di benzina, non omologate per circolare su strada, costose, motociclette modificate con spese folle e fatte su misura; ma ormai da anni un team di drag racing di appassionati di veicoli elettrici hanno dimostrato al mondo che i veicoli elettrici hanno quello che serve per dare più gas ad un drag-car nel momento dell’accelerazione.

Per anni John “Plasmaboy” Wayland ed i suoi colleghi piloti del () hanno entusiasmato il pubblico con i loro incredibile tempi con vetture quali la White Zombie, la vettura elettrica stradale omologata più veloce al mondo, ma ora una nuova auto è la protagonista dei titoli dei giornali come la vettura più veloce drag del mondo, la Black Current III.

Come spesso accade su Internet, l’interesse per la Black Current III si è arricchito recentemente a seguito di una caratteristica piuttosto imprecisa sulla vettura riportata dal abloid britannico The Daily Mail. Dopo l’articolo, gli altri messaggi sono stati effettuati su numerosi siti web – tra cui alcuni piuttosto di alto profilo, con il risultato della creazione di alcuni miti di auto piuttosto impressionanti.

Dal momento che noi stessi abbiamo visto la Black Current III, abbiamo parlato direttamente con e , leader del team Black Current III e pilota, al fine di chiarire alcuni miti e chiarire alcune cose.
Non un singolo galleggiante parte del latte in vista

Il più grande mito fluttuante su Internet è che la Black Current III è equipaggiata con un motore dai camion elettrici inglesi da trasporte latte.

Popolare nel Regno Unito tra il 1940 e il 1980, il camion da trasporto latte erano elettrici, molto lenti, usati per fornire latte e altri generi alimentari alle famiglie la mattina presto e sono stati a lungo accusati di perpetuare il mito che tutte le auto elettriche sono lente.

Da dove viene la confusione? Black Current, la prima auto del team di Olly e Sam, ha fatto uso di un motore elettrico da un camion del latte Morrison del 1960. Si potrebbe gestire una velocità massima di 55 mph, (circa 88 km/h) ed ha raggiunto il 1/4 di miglio in 21 secondi.

Al contrario, Black Current III si avvale di due motori NetGain Impulse 9 personalizzati, motori costruiti appositamente per loro dallo specialista in motori per drag racing Jim Husted, costati quasi 10.000 dollari, e lo sviluppo di ben oltre 500 ft-lbs di coppia.

Batterie personalizzate, non quelle da moto

Nella corsa di resistenza, il peso deve essere mantenuto basso e la potenza elevata. Per questo motivo che il team della Black Current III si sia spostato dalle batterie da motociclo usate nella sua precedente sorella Black Current II a una batteria ultraleggera appositamente costruita, pacco batteria al litio ossido di cobalto, in grado di produrre fino a 680 kilowatt di potenza attraverso un 2K Zilla-HV controller in grado di spingere la Black Current III da 0-60 miglia (0 a 96 km/h) in 1,6 secondi.

A differenza delle batterie al piombo acido da motociclo, molti dei componenti inseriti nell’attuale Black Current III, quale ad esempio l’uso di batterie al litio ossido di cobalto è simile ai pacchi batterie ad alta densità di energia trovati in modellini di aeroplani e in grado di sopportare scariche di corrente ed alti picchi richiesti in una gara drag.

Vettura particolare

Come probabilmente avete già capito, nonostante quello che alcuni degli articoli rivendicano, Black Current III non è semplicemente un con un motore elettrico incorporato.

Invece, una carrozzeria di , completa di pannelli in fibra di vetro e finestre acriliche a tutto tondo, è stata posta attorno a un telaio completo appositamente costruito ed alla roll-cage. Certificata da tutte le organizzazioni preposte, questo ha permesso la Black Current III di inserirsi nelle categorie Street Extreme e Pro Street delle corse, il che significa che non è omologata per circolare su strada.

La trasmissione non è di serie, con un differenziale posteriore da Ford 9 ” custom e ruote posteriori da 27″.

Ancora un detentore di record

Indipendentemente dalla confusione circa le sue specifiche, Black Current III è ancora una macchina impressionante. Con un tempo di percorrenza del quarto di miglio di 9,821 secondi in un sorprendente 132,22 mph, è attualmente il veicolo dragster più veloce senza rotaie al mondo. Solo tre veicoli elettrici sono più veloci, quello basato sull’Eliminator dragster IV ed i motocicli elettrici Killa-Cycle e Rocket.

Guardare qualsiasi veicolo elettrico ad alta potenza in una gara automobilistica di accelerazione è molto divertente. Ulteriori informazioni nel sito della NEDRA (www.nedra.com) ovvero la National Electric Drag Racing Association degli Stati Uniti.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: black current III Maggiolino VW National Electric Drag Racing Association nedra Olly Sam Young VW Beetle

Lascia una risposta

 
Pinterest