I numeri della Formula E nelle prime tre gare

I numeri della Formula E nelle prime tre gare

10 gen, 2015

La genera 150 milioni di dollari di esposizione del marchio

Fonte: Formula E

 

Buenos Aires, Argentina. 9 Gennaio 2015. Nella conferenza stampa tenutasi a Buenos Aires, prima della quarta gara del , ha dato i numeri che ha generato la Formula E nelle prime tre gare del campionato.

Siamo nel 2015 solo da pochi giorni, ma per la Formula E la stagione si avvicina già al giro di boa.

Il Buenos Aires ePrix è la quarta tappa del campionato e un buon posto per fare un primo, anche se ancora molto provvisorio, riassunto di ciò che è stato realizzato finora.

“Sono molto soddisfatto di questo inizio” – ha detto il CEO di Formula E Alejandro Agag, durante la tradizionale conferenza stampa di Venerdì. “La mia non è solo una sensazione personale, ma il risultato dell’analisi dei dati raccolti finora da società indipendenti come Formula Money and SMG”.

“In termini di esposizione del marchio, il valore incassato nelle prime tre gare è di oltre 150 milioni di dollari, mentre il valore di spazi pubblicitari televisivi, se fossero stati acquistati, è 41,3 milioni dollari”.

Ci sono stati circa un centinaio di marchi mostrati al pubblico in tutto il mondo durante le gare di Pechino, Putrajaya e Punta del Este, con TAG Heuer, socio fondatore della serie, che ha avuto la migliore esposizione, generando un valore di 22,3 milioni di dollari, mentre la gara in Uruguay ha prodotto un AVE (valore pubblicitario equivalente) di 46,2 milioni dollari.

Il pubblico televisivo è stato importante, con 56 milioni di telespettatori totali per le prime tre gare, mentre sono stati fatti 1,45 miliardi di interazioni sociali. Compresa la gara di Buenos Aires, 2355 ospiti VIP e 734 rappresentanti dei media sono stati presenti.

Agag ha affrontato anche l’assenza di un punteggio dei piloti che gareggiano nel campionato p0er ottenere la Superlicenza della F1, come annunciato dalla FIA all’inizio di questa settimana.

“Penso che sia stata una scelta molto logica della Federazione”, ha detto. “La nostra serie non viene utilizzata per preparare i driver per la Formula 1, perché non siamo parte di quella piramide. La Formula E è qualcosa di totalmente diverso nel panorama del motorsport, infatti, semmai, quello che abbiamo potuto vedere in futuro è l’istituzione di un campionato che qualificherà i piloti per assicurargli una licenza per correre nella nostra serie”.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Alejandro Agag buenos aires e-prix FIA Formula E Championship formula e

Lascia una risposta

 
Pinterest