I futuri scenari della Formula E

I futuri scenari della Formula E

5 feb, 2016

Di Marcelo Padin

Direttore Editoriale Electric Motor News

 

Buenos Aires, Argentina. 5 Febbraio 2016. Nell’importante riunione che gli azionisti di avranno oggi pomeriggio in un albergo di Buenos Aires, si deciderà il prossimo futuro della categoria.

Nel frattempo, Electric Motor News che ha le orecchie lunghe è in grado di dare alcune novità che abbiamo appreso qui durante la mattina del venerdì e delle quali abbiamo avuto puntualmente conferme attraverso i diversi modi – perché come è nostra abitudine, le notizie vanno sempre controllate.

Delegazione di Adelaide

In occasione del Buenos Aires ePrix, c’è una delegazione della città di Adelaide in giro a valutare l’organizzazione, lo spettacolo e la possibilità di avere il proprio ePrix nella città del sud dell’Australia.

Nonostante fosse stata nominata Sidney come scenario probabile per il primo ePrix australiano, sono sorti diversi problemi che hanno fatto raffreddare questo nome.

Considerando che – come è logico – ogni città vuole avere l’esclusiva dell’ePrix nel proprio paese… ora si fa avanti Adelaide e la scelta di Sidney per il momento è passata in secondo piano.

Ma perché Pechino e Hong Kong in Cina?

Questo che abbiamo appena finito di dire si inserisce in un contesto diverso. In primo luogo, Cina è Cina con tutto quello che rappresenta per il mondo dell’auto e delle tecnologia.

Perchino ha avuto alcuni problemi economici nell’organizzare i due ePrix fatti finora e non è stato confermato – ma nemmeno smentito – che potessi discuttere il contratto lasciando la via libera a Hong Kong.

Ma a favore di Pechino ci sono le case automobilistiche che hanno forte interesse nella capitale cinese, quali l’Alleanza Renault-Nissan, il Gruppo Volkswagen, Mahindra e ovviamente Jaguar che l’anno prossimo inizierà a correre in Formula E in modo ufficiale.

D’altra parte come ben sappiamo, Honk Kong è il centro commerciale della Cina – insieme a Shanghai – più apperto all’occidente e la gara di Hong Kong, pienamente confermata, è gradita agli azionisti della Formula E ed a molti altri attori che ruotano attorno alla categoria. Per il momento per sapere se ci saranno due ePrix in Cina o soltano uno nella terza stagione bisogna aspettare.

Canada si raffredda

L’altra città che aveva dichiarato di essere molto vicina ad avere il proprio ePrix era Montreal, in Canada. La loro intenzioni era di organizzare la gara per la terza stagione, ma non c’è il tempo materiale per iniziare a muovere tutta la macchina organizzativa e se verrà confermata si parlerà per la quarta stagione di Formula E del 2017-2018.

Qatar in vantaggio ma a certe condizioni

Subito dopo la gara di Punta del Este si è parlato di una gara di Formula E in Medio Oriente, senza specificare dove.

Abbiamo saputo che sono in ballo Dubai, Abu Dhabi e Bahrein, ma il Qatar è quella più avanti anche se c’è una richiesta che Formula E non intende accettare.

Qatar avrebbe detto di voler organizzare una gara ma a patto di avere delle azioni nel Consiglio di Amministrazione di Formula E, cosa che non trova l’accordo degli attuali azionisti.

La trattativa è in stallo, ma di sicuro la piazza del medio oriente per una categoria globale come la Formula E è molto appettibile e potrebbero esserci delle novità molto presto.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: FIA Formula E Championship formula e

Lascia una risposta

 
Pinterest