Giro elettrico a Le Mans della Nissan ZEOD RC

Giro elettrico a Le Mans della Nissan ZEOD RC

17 giu, 2014

compie il primo giro in elettrico a

Fonte: Nissan Motorsport

 

Le Mans, Francia. 14 giugno 2014. L’assalto di Nissan alle 24 ore di Le Mans poteva finire presto, ma il rivoluzionario prototipo elettrico Nissan ZEOD RC lascia ancora Le Mans dopo aver raggiunto i suoi obiettivi storici di raggiungere i 300 km/h sul rettilineo Mulsanne e la registrazione di un giro completo di Le Mans solo alimentato dall’energia elettrica.

Il prototipo unico nel suo genere – che presenta propulsore sia a combustione interna e le fonti di energia elettrica – ha raggiunto il suo primo obiettivo il giovedì notte di qualificazione quando ha superato i 300 km/h prima della prima chicane sul rettilineo Mulsanne.

L’altro obiettivo chiave di Nissan era quello di completare un intero giro da 8,5 miglia di Le Mans solo su energia elettrica.

Il vincitore del GT Academy era al volante quando la squadra ha raggiunto questo obiettivo nel corso del warm-up.

Reip ha iniziato la gara a bordo della ZEOD RC e ha completato cinque giri prima di perdere prestazioni  al 23esimo minuto. Un sospetto problema al cambio ha provocato un pensionamento anticipato.

Sorprendentemente, il cambio era una delle parti più tradizionali del pacchetto propulsore. Sia il motore a tre cilindri da 1,5 litro, 40 kg, 400 cavalli e la coppia di motori elettrici da 110 kW 40.000 giri avevano funzionato senza problemi nella prima parte della gara.

“Dicono che la vita è una ruota ma certamente il motorsport prende questo al livello altissimo. Proprio oggi abbiamo avuto enormi alti e bassi”, ha detto , Global Head of Brand, Marketing & Sales, NISMO.

“Questa mattina la squadra ha fatto un lavoro brillante nel raggiungimento del giro elettrico. Abbiamo provato solo una volta e l’abbiamo completato. Cioè un risultato incredibile per Nissan ed i veicoli elettrici.

“Eravamo molto fiduciosi ad avviare la gara e all’inizio della settimana avevamo già superato i 300 chilometri all’ora. Cercavamo di fare alcuni giri più in modo elettrico per tutta la gara, ma una parte tradizionale di un cambio si è rotta.

“E ‘un vero peccato perché eravamo davvero ansiosi della vetrina la tecnologia dell’EV in gara.

“E ‘stata un’esperienza incredibile per tutti che sono stati coinvolti. Spero che tutti che hanno lavorato al progetto impegnando tante ore ricorderanno l’alta prestazione quando la macchina ha completato il suo giro elettrico a Le Mans”.

Purtroppo né Motoyama né Lucas Ordóñez sono stati in grado di completare la gara.

Per Le Mans 2015, Nissan tornerà alla classe LM P1 – lanciando un assalto contro Audi, Toyota e Porsche per onorare il titolo definitivo della più prestigiosa gara di durata al mondo.

Per il capo pilota di sviluppo ZEOD e rookie di Le Mans, Wolfgang Reip, oggi è stata una giornata piena di emozioni contrastanti selvaggiamente.

“Essere al volante per il primo giro tutto elettrico è certamente un emozione incredibile e molto gratificante dopo aver trascorso così tanto tempo durante lo sviluppo della vettura “, ha detto Reip.

“La gara è stata ovviamente molto deludente, ma dopo aver avuto un assaggio di Le Mans, ora non vedo l’ora di tornare. Questa è una corsa incredibile e mi piacerebbe essere nuovamente una parte di essa”.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 24 ore le mans Darren Cox garage 56 Le Mans Nissan ZEOD RC Satoshi Motoyama WEC Wolfgang Reip world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest