Formula E corre a Londra dove si deciderà il nuovo campione

Formula E corre a Londra dove si deciderà il nuovo campione

25 giu, 2016

e Sebastien Buemi pronti a duellare per la corona del campionato di auto elettriche

Fonte:

 

, Gran Bretagna. 21 giugno 2016. La seconda stagione del FIA di Formula E Championship sarà decisa nella doppia gara finale al , il 2 e 3 Luglio.

Al sia Lucas di Grassi che Sebastien Buemi potranno seguire Nelson Piquet Jr. come campione della prima serie di monoposto completamente elettrica al mondo. conserva una possibilità matematica di vincere il titolo, ma per fare questo ha bisogno di vincere entrambe le gare, prendere tutti i punti bonus per la pole position e giro più veloce ed avere la speranza che né di Grassi né Buemi segnino un solo punto.

Dopo otto gare in alcune delle città più iconiche al mondo, tra cui Pechino, Buenos Aires, Parigi e Berlino, un solo punto separa di Grassi, che guida per il team Abt Schaeffler Audi Sport e Buemi, che gareggia per e.dams Renault.

Per la seconda stagione del campionato pionieristico, le regole relative alla powertrain sono state aperto. Così, mentre le vetture dei protagonisti del titolo hanno lo stesso aspetto, al di sotto sono molto diverse, con soluzioni di cambio, motore e invertiter uniche e significative differenze di disegno della sospensione posteriore.

Nonostante questo, il campionato è stato incredibilmente molto combattuto. Sia di Grassi che Buemi hanno preso tre vittorie a testa e con 60 punti ancora da giocare per entrambi i piloti ci sono effettivamente la stessa probabilità di vincere il titolo.

Di Grassi ha detto:

“Abbiamo avuto otto gare ed i punti di scarto sono quasi zero ed ora andiamo ad una pista che è la più diversa da tutte le altre. E’ molto incurvata, ci sono molte curve ed è molto stretta. E’ tecnicamente molto difficile da guidare lì ed è la seconda pista più lunga della stagione. L’imprevedibilità del tempo a Londra potrebbe svolgere un ruolo importante perché la qualificazione è divisa in gruppi, che sono casuali, e come è successo l’anno scorso, se si è in un gruppo durante il quale vi è la pioggia – questo potrebbe definire la gara”.

Buemi ha detto:

“Non stiamo solo lottando per  il campionato piloti, ma anche per quello delle squadre. Quindi, dal punto di vista di guida puro si potrebbe pensare che l’unico obiettivo è quello di finire davanti a Lucas. Ma dal punto di vista del team l’altro campionato è molto importante.

Quando arriviamo faremo le prove e le qualifiche e vedremo il tempo. Ovviamente, tutto potrebbe avere un aspetto diverso dopo le qualifiche … “

Lo scenario della gara decisiva del campionato è il Battersea Park a Londra. L’anno scorso, il Parco vittoriano fu teatro della prima gara di auto nella città di Londra dal 1972. La pista da 1.818 miglia (2,975 km) dispone di 17 curve, con una velocità media nella prima stagione di 75,389 mph (121,327 kmh). In questa stagione, con la modifica dei regolamenti, le auto sono state più veloci in una media di 1,667 miglia all’ora (2,684 chilometri all’ora).

Formula E è stato istituito con l’organo di governo del motorsport mondiale – la FIA – per dimostrare la capacità della tecnologia dell’auto elettrica nel motorsport. Come risultato, la serie è impegnata ad abbracciare le tecnologie sostenibili. A tal fine, tutte le macchine sono soggette alla ricarica da un generatore che funziona su glicerina, un combustibile che è quasi privo di emissioni, producendo in modo significativo un minor numero di particelle, come NOx o CO2 rispetto a un generatore diesel di serie. Infatti, il carburante è così pulito che si può effettivamente bere!

Ma gli eventi di Formula E vanno oltre la sola corsa. Il eVillage è un fan zone in cui i fan possono seguire più da vicino i piloti alla cerimonia del podio e le sessione di autografi, così come scoprire di più sulle pratiche sostenibili dei nostri partner attraverso schermi interattivi.

Per il Visa Londra ePrix di quest’anno, Formula E ha stretto una partnership con Lightsource – società leader in Europa di energia solare – per assicurare che l’intera area eVillage sia alimentata da energia rinnovabile prodotta attraverso un sistema fotovoltaico (PV) a pannelli solari combinati con l’immagazzinaggio e la glicerina, le soluzioni bio-carburante.

In cima a questo, ci sono:

- 10 veicoli elettrosolari esclusivamente adibiti al trasporto disabili

- Punti di ricarica ad energia solare per i telefonini disponibili al pubblico

- Le vetture ufficiali della corsa, fornite da BMW i saranno soggette alla ricarica utilizzando fonti rinnovabili di energia

- La maggior parte delle biglietterie alle entrate saranno anche alimentate da energia solare

, , ha detto:

“Sia Lightsource che Formula E sono allineate nella nostra filosofia di spingere i confini di sostenibilità. Siamo estremamente orgogliosi di lavorare in collaborazione con il team operativo di Formula E per fornire soluzioni di energia rinnovabile su misura per il Visa Londra ePrix. Questo è il nuovo mondo della fornitura di energia elettrica, dove la scelta e il controllo è in prima linea per i consumatori grandi e piccoli. Alimentando l’intero eVillage, speriamo di dimostrare che l’energia rinnovabile è sicuramente una fonte affidabile e credibile di potenza”.

 

In English

Formula E hits London for nail-biting title decider

Lucas di Grassi and Sebastien Buemi get ready to duel for all-electric racing championship crown

Source: Formula E

 

London, UK. June 21 2016. The second season of the will be decided at the double-header finale at Battersea Park on July 2 and 3.

At the Visa London ePrix either Lucas di Grassi or Sebastien Buemi will succeed Nelson Piquet Jr as the champion of the world’s first all-electric single-seater series. Sam Bird retains a mathematical chance of winning the title, but to do this he needs to win both races, secure all the bonus points for pole position and fastest lap, and hope that neither di Grassi nor Buemi scores a single point.

After eight races in some of the world’s most iconic cities, including Beijing, Buenos Aires, Paris and Berlin, just a single point separates di Grassi, who drives for the Abt Schaeffler Audi Sport team and Buemi, who races for Renault e.dams.

For the second season of the pioneering championship, the rules regarding the powertrain were opened up. So when the cars of the title protagonists look the same, underneath they are very different, with unique gearbox, motor and invertor solutions as well as significant differences in rear suspension design.

Despite this, the championship has been incredibly closely fought. Both di Grassi and Buemi have taken three wins apiece and with 60 points still to play for, both drivers effectively have an equal chance of taking the title.

Di Grassi said:

“We’ve had eight races and the points gap is almost back to zero, and now we go to a track that is the most different from all the other tracks. It’s very cambered, there are a lot of corners and it’s very narrow. It’s technically very difficult to drive there and it’s the second longest track of the season. The weather unpredictability in London could play a big role because qualifying is divided into groups, which are random, and as happened last year, if you pick a group during which there is rain – that could define the race.”

Buemi said:

“We are not just fighting for the drivers’ championship but the teams’ championship too. So from a pure driver’s perspective you would think that the only objective is to finish ahead of Lucas. But from a team point of view the other championship is very important too. When we get there we’ll do practice and qualifying and look at the weather. Obviously, everything could look different after qualifying…”

The setting for the championship decider is Battersea Park in London. Last year, the Grade IIlisted Victorian Park was the scene of the first motor race in the city of London since 1972. The 1.818-mile (2.975km) track features 17 corners, with an average speed in season one of 75.389mph (121.327km/h). This season, with the change in regulations, the cars have been going an average of 1.667mph (2.684km/h) a lap faster.

Formula E was established by the governing body of world motorsport – the FIA – to demonstrate the ability of electric car technology in motorsport. As a result, the series is committed to embracing sustainable technologies. To this end, all the cars are charged by a generator that runs on glyercine, a fuel that is almost emission-free, producing significantly fewer particulates such as NOx or CO2 compared to a standard diesel generator. Indeed, the fuel is so clean, you can actually drink it!

But Formula E events are about more than just the racing. The eVillage is a fan zone where fans can get up close to the drivers at the podium ceremony and autograph session, as well as discover more about the sustainable practices of our partners through interactive displays.

For this year’s Visa London ePrix, Formula E has partnered with Lightsource – Europe’s leading solar energy company – to ensure that the whole eVillage area is powered by renewable energy produced through a solar photovoltaic (PV) panel system combined with storage and glycerine bio-fuel solutions.

On top of this, there are:

- 10 electric, solar-charged buggies exclusively for disabled transport

- Solar-powered mobile phone charging points for the public

- The official course cars, which are supplied by BMW i will also be charged using renewable energy

- The majority of ticket booths at the entrances will also be powered by solar energy

Nick Boyle, CEO for Lightsource, said:

“Both Lightsource and Formula E are aligned in our ethos of pushing the boundaries in sustainability. We are extremely proud to be working in partnership with Formula E’s operations team to deliver bespoke renewable energy solutions to the Visa London ePrix. This is the new world of electricity supply, where choice and control is at the forefront for consumers large and small. By powering the entire eVillage, we are hoping to demonstrate that renewable energy is definitely a reliable and credible source of power.”

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: battersea park CEO di Lightsource FIA Formula E Championship formula e londra lucas di grassi Nick Boyle sam bird Sébastien Buemi visa londra eprix

Lascia una risposta

 
Pinterest