Formula E, ABT ed il Summit sul clima a Marrakesh

Formula E, ABT ed il Summit sul clima a Marrakesh

9 nov, 2016

Fonte:

 

Marrakesch, Marocco. 7 Novembre 2016. Per la prima volta la va al continente africano: sabato prossimo (12 Novembre), la serie di corse elettrica tiene la sua seconda gara della stagione a Marrakesh. Buon tempismo: mentre ABT Audi Sport Schaeffler si batte per i trofei con i piloti e , i capi di stato di tutto il mondo si incontrano per la Conferenza delle Nazioni Unite sul Clima ‘COP22′.

Dal 19esimo posto sulla griglia di partenza al secondo gradino del podio, l’incertezza fino all’ultimo giro, piccoli contrattempi e trionfi, il tutto in un paio d’ore: la gara di apertura della stagione di Formula E quattro settimane fa non è stata adatta ai deboli di cuore. E tutto si è concluso con una festa allo champagne con Lucas di Grassi sul podio. Ora è il momento del prossimo turno: il tracciato di Marrakesh è il circuito più lungo della stagione, da 2,971 chilometri.

“Non vedo l’ora di correre a Marrakesh e posso promettere che stiamo per attaccare di nuovo”, dice Lucas di Grassi. Sua rimonta dal 19 al secondo posto a Hong Kong è stata la più grande battaglia mai vista nella giovane storia della Formula E. “E’ bene sapere che con la gestione energetica ottimale e una strategia di squadra perfetta possiamo ancora superare le situazioni difficili”. Si sente ben preparato per il secondo evento della serie: “La mia squadra ei nostri partner non si riposano mai. Lavorano senza sosta tra le gare e continuano sempre a migliorare anche i dettagli più piccoli che possono davvero essere decisivi”.

Il compagno di squadra Daniel Abt si reca in Africa sentendosi ottimista.

“E’ la mia prima gara in Africa e come sempre non vedo l’ora di vedere il circuito e l’atmosfera”. Mentre molti concorrenti hanno inciampato in una qualifica caotica a Hong Kong, il 23enne, che è il secondo più giovane pilota sulla griglia, ha tenuto i nervi saldi ed ha inchiodato il quarto tempo sulla griglia di partenza. Una collisione inevitabile ha impedito un buon risultato.

“Ma sappiamo che abbiamo quello che serve per essere tra i primi. Questo è il mio obiettivo per Marrakesh: una buona qualificazione la prossima volta fuori e poi una gara pulita, senza incidenti”.

Formula E è partner ufficiale dell’evento delle Nazioni Unite, la Conferenza sul Clima “COP22″, che si svolge a Marrakech, contemporaneamente. I partecipanti includono il presidente degli Stati Uniti Barack Obama e il cancelliere tedesco Angela Merkel.

“Una gara durante questo vertice è un’altra pietra miliare per la Formula E”, afferma il Team Principal Hans-Jürgen Abt. “Tutto il mondo guarderà a Marrakech in questi giorni – e per noi questa è ancora una maggior motivazione per presentare la serie e la nostra squadra con un buon risultato”.

Come sempre, la Formula E terrà le prove libere, le qualifiche e la gara entro poche ore l’una dall’altra. Le luci dei semafori si spegnerannouci alle 4 del pomeriggio, ora locale, (17:00 CET). La corsa al Circuito di Marrakech, che viene utilizzato anche dal World Touring Car Championship, si svolgerà su 33 giri e sarà trasmessa in diretta su Eurosport.

Intervista: la parola al pilota Daniel Abt

Hai appena iniziato la tua terza stagione di Formula E. Come hai vissuto la tua esperienza nello sviluppo della serie?

Daniel Abt:

“Ho la sensazione che la Formula E è in prima linea del motorsport in questo momento. Non solo perché sempre più costruttori stanno mostrando interesse e sono coinvolti, ma l’accoglienza da parte dei media e dei tifosi è enorme. La Formula E sta decollando alla giusta velocità – e siamo solo all’inizio di un tour mondiale”.

Sei stato in grado di prendere qualcosa di positivo dalla gara inaugurale della stagione a Hong Kong nonostante il risultato?

Daniel Abt:

“Sì, un bel po’ in realtà. Naturalmente ci sono zero punti sulla carta, che non sono una gran bella figura. Ma ancora più importante è che siamo in palla e siamo in grado di competere per i trofei e vittorie. Lucas ha rivelato cosa è possibile fare partendo dal fondo della griglia. E se ci fosse stato un po’ più intelligente con la strategia per la mia gara, avrei potuto andare anche oltre. Da questo abbiamo imparato e stiamo andando ad attaccare di nuovo. ”

Qual è stata l’atmosfera di Hong Kong?

Daniel Abt:

“Incredibile. Siamo già stati in alcuni ottimi posti, ma la Formula E sembra sempre di riuscire a creare uno nuovo. Questo orizzonte, con questo stile ed i tanti grandi appassionati – e con le nostre auto da corsa nel mezzo di tutto questo. Credo che molti dei miei colleghi piloti sono come me, che non appena il weekend di gara è finito non vedo l’ora di arrivare alla gara successiva”.

Tu permetti che i tuoi fan possano partecipare all’intera esperienza anche nei canali di social media, soprattutto nelle vlog su YouTube. Che cosa è così divertente riguardo questo?

Daniel Abt:

“Sono davvero felice di avere un contatto diretto con i fan su Twitter, Instagram o Facebook. Questo è sempre stato il caso e si sposa perfettamente con la filosofia della Formula E. Il film per YouTube è iniziato come un po’ di divertimento, ma ora sta diventando sempre più professionale. Recentemente ho aderito alla rete ‘Studio71′, che mi ha aiutato con il processo di marketing e attraverso il quale ho incontrato molti altri utenti di YouTube. Mi piace veramente e vediamo dove porta”.

Argomenti per l’evento a Marrakech

Continuerà il duello tra Sébastien Buemi e Lucas di Grassi nel prossimo turno?

Che tipo di attenzione riceverà la Formula E dai partecipanti alla Conferenza ONU sul clima che si svolge contemporaneamente?

Riusciranno i nostri due piloti Daniel Abt e Lucas Di Grassi ad avere il coraggio di cavalcare un cammello? Sarà Angela Merkel a visitare i box della squadra tedesca?

Come sarà la prima apparizione della Formula E in Africa e come sarà ricevuta da parte dei media e tifosi?

Formula E in TV

Formula E sarà trasmesso a livello internazionale su circa 70 canali. Un elenco completo è disponibile a www.fiaformulae.com, così come tutte le informazioni sulla diretta che è disponibile in molte parti del mondo.

In English

Formula E, Abt and the Climate Summit visit Marrakesh

Source: ABT Schlaeffer Audi Sport

Marrakesh, Morocco. 7th November 2016. For the first time Formula E goes to the African continent: On Saturday (November 12), the electric racing series holds its second round of the season in Marrakesh. Good timing: whilst ABT Schaeffler Audi Sport fights for trophies with drivers Daniel Abt and Lucas di Grassi, heads of state from all over the world are meeting for the United Nations Climate Conference ‘COP22’.

From 19th on the grid to second on the podium, drama until the final lap, small mishaps and triumphs all within a few hours: The Formula E season opener four weeks ago was not for the faint hearted. And it all concluded with a champagne party with Lucas di Grassi on the podium. Now it’s time for the next round: the setting on Saturday in Marrakesh is the longest circuit of the season, at 2.971 kilometres.

“I’m looking forward to Marrakesh and I can promise that we are going to attack again,” says Lucas di Grassi. His ascension from 19th to second place in Hong Kong was the biggest fight-back ever seen in Formula E’s young history. “It’s good to know that with optimal energy management and a perfect team strategy we can still overcome difficult situations.” He feels well prepared for the second series event: “My team and our partners never rest. They work tirelessly between the races and are always improving even the smallest details that can really be decisive.”

Teammate Daniel Abt travels to Africa feeling optimistic.

“It’s my first race in Africa and as always I’m looking forward to the setting and the atmosphere.” While many competitors stumbled in a chaotic qualifying in Hong Kong, the 23-year-old, who is the second-youngest on the grid, held his nerve and nailed down fourth on the starting grid. An unavoidable collision prevented a top result. “But we know that we have what it takes to be at the front. This is my goal for Marrakesh: a strong qualifying next time out and then a clean race without incidents.”

Formula E is the official partner event of the UN Climate Conference “COP22”, which takes place in Marrakesh at the same time. Those taking part include US President Barack Obama and German Chancellor Angela Merkel.

“A race along side this summit is yet another milestone for Formula E,” says Team Principal Hans-Jürgen Abt. “The whole world will be looking at Marrakesh during these few days – and for us that is even more motivation to present the series and our team with a good result.”

As always, Formula E will hold free practice, qualifying and the race within hours of each other. Lights out are at 4 pm local time, (5 pm CET). The race at the Circuit International Automobile Moulay El Hassan, which is also used by the World Touring Car Championship, will see over 33 laps and will be broadcast live on Eurosport.

Interview: a word from Formula E driver Daniel Abt

You have just started in your third Formula E season. How have your experienced the development of the series?

Daniel Abt:

“I get the feeling that Formula E is at the forefront of motorsport at the moment. Not only because more and more manufacturers are showing interest and are getting involved, but the reception from the media and fans has been enormous. Formula E is taking off at the right speed – and we are only at the beginning of a world tour.”

Have you been able to take something positive from the season opener in Hong Kong despite your DNF?

Daniel Abt:

“Yes, quite a lot actually. Of course there are zero points on paper, which doesn’t look great. But more importantly we are on the ball and we can contest for trophies and victories. Lucas has shown what is possible from the back of the grid. And if we had been a bit smarter with strategy for my race, I could have gone even further. From this we have learned and we are going to attack again.”

What was the atmosphere like in Hong Kong?

Daniel Abt:

“Incredible. We have already been to some great places, but Formula E always seems to manage to create a new one. That skyline, with this flair and the many great fans – and with our racing cars in the middle of it all. I think many of my fellow drivers are like me in that as soon as the race weekend is over I cannot wait to get to the next location.”

You let your fans participate in the whole experience though your social media channels, especially in your vlogs on YouTube. What is so much fun about it?

Daniel Abt:

“I just really enjoying having direct contact with the fans on Twitter, Instagram or Facebook. This has always been the case and it fits perfectly with the philosophy of Formula E. The film making for YouTube started out as bit of fun but now is becoming more and more professional. I recently joined the ‘Studio71’ network, which has helped me with the marketing process and through which I have met many other YouTubers. I really enjoy it and let’s see where it leads.”

Topics for the event in Marrakesh

Will the thrilling duel between Sébastien Buemi and Lucas di Grassi continue in the next round?

What kind of attention will Formula E receive from the participants in the UN Climate Conference which takes place at the same time?

Will our two drivers Daniel Abt and Lucas di Grassi dare to ride a camel?

Will Angela Merkel visit the pits of the German team?

How will Formula E’s first ever appearance in Africa be received by the media and fans?

Formula E on TV

Formula E will be broadcast internationally on around 70 channels. A complete list is available at www.fiaformulae.com, as well as all information on the live stream which is available in many parts of the world.

.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: abt schlaeffer audi sport Daniel Abt FIA Formula E Championship formula e Hans Jürgen Abt lucas di grassi marrakesh eprix

Lascia una risposta

 
Pinterest