DS Virgin Racing sul podio di Marrakech

DS Virgin Racing sul podio di Marrakech

13 nov, 2016

ha preso d’assalto il secondo posto a Marrakech portandoi primi punti della stagione alla .

Fonte: DS Virgin Racing

 

Marrakesh, Marocco. 12 Novembre 2016. DS Virgin Racing ha raggiunto un podio meritato a Marrakech, con il pilota Sam Bird con partenza e arrivo in seconda posizione, ma non prima di una giornata ricca di eventi imprevedibili.

A seguito di una sessione di prove del mattino drammatica che ha visto tutti i piloti di tutte le squadre a fare i conti con la superficie scivolosa della pista di Marrakech e le sue formidabili curve, la qualificazione ha visto Sam Bird a segnare il 4° tempo più veloce.

Una buona performance nella Super Pole significava che il 29enne britannico doveva iniziare la gara dalla 3° posizione, ma una penalità in griglia per una violazione di peso ha spostato Sebastien Buemi indietro nell’ordine, portando Sam a iniziare la gara dal 2° posto

L’altro pilota del DS Virgin Racing è partito dal 13esimo posto dopo una mattinata difficile nelle due sessioni di prove ha continuamente migliorato il suo tempo in pista in testa fino alle qualifiche.

“Per me, partire da qui e solo nella mia seconda gara, significa utilizzare la giornata di oggi per conoscere di più la vettura ed i movimenti della serie”, ha detto l’argentino sulla griglia di partenza.

Una partenza scivolosa dal gruppo di testa ha visto presto diversi spintoni per la posizione. Felix Rosenqvist ha mantenuto la prima posizione, mentre Sam Bird è rimasto stabile al 2° posto. L’azione tra i piloti subito dietro Sam Bird sono entrate nel caldo fino a circa l’11esimo giro e al 15 ° giro Jean-Eric Vergne ha sorpassato Sam, spingendolo fino al 3° posto.

I due leader si sono fermati per il cambio auto, ma Sam e Sebastian Buemi hanno continuato in pista per un giro extra, consentendo loro di contestare la loro seconda parte di gara con più energia.

Buemi e Sam hanno completato il loro giro e sono entrati nella pitlane nelle posizioni 1° e 2°. Un perfetto cambio macchina ha pagato per i timori sorti dopo di Hong Kong e Sam è uscito dai box quarto dietro Rosenqvist, Vergne e Buemi. L’ulteriore giro di pre-pit stop è stato significato per Buemi e Sam perché entrambi avevano un vantaggio significativo di energia rispetto i due leader e di conseguenza hanno proceduto a cacciare la prima e la seconda posizione.

Nel frattempo, José María López è anche entrato ai box per il cambio macchina e pur avendo perso un paio di posizioni dalla sua posizione di partenza durante il suo primo stint, il è pure riuscito allo stesso modo con un rapido cambio e lui era di nuovo in pista immediatamente.

Poco dopo, Vergne ha ricevuto una penalità per eccesso di velocità in corsia box, che ha scontato al 24esimo giro, permettendo Sam di arrivare fino alla 3° posizione. Buemi poi è passato in testa davanti a Rosenqvist al giro 28. Il 29esimo giro ha visto José María passare Robin Frijns raggiungendo la decima posizione, cogliendo l’occasione di molte manovre si sorpasso in un momento concitato della gara.

Un emozionante ultimo giro poi ha visto Sam fare la mossa verso Rosenqvist avendo delle  riserve di energia superiori, che gli hanno permesso di catturare e poi sorpassare lo svedese al giro 31. Da qui Sam ha chiuso il gap sul leader Buemi prima di finire comodo al 2° posto. José María nel frattempo si è tenuto il 10° posto per raccogliere un punto prezioso del campionato per la squadra e aggiungerlo al 2° posto di Sam.

“E ‘fantastico ottenere punti in campionato. C’è ancora lavoro da fare, ma ottenere un podio è una vittoria in sé”, ha detto Sam durante la conferenza stampa post gara.

“Fino ad affrontare la prossima stagione affrontan Sébastien Buemi. E ‘il suo proprio livello in questo momento. Oggi ci sono stati 19 ragazzi in lotta per il 2° posto. Ma … ho alcune idee su come possiamo muoverci da qui fino a Buenos Aires”.

José María era ugualmente ottimista:

“Il mio obiettivo era quello di finire e acquisire più esperienza, ed ho finito la mia seconda gara con un punto, in modo che questo sia un giorno positivo. Ora sono fiducioso per la prossima gara a Buenos Aires”.

Il Team Principal ha detto:

“Un risultato eccellente. Sono felice per Pechito che ha segnato punti e attraverso Sam abbiamo visto la vera capacità della vettura. Ora guardiamo avanti per correre la terza gara.

Il Direttore DS Performance , ha detto il giorno della gara:

“Le prestazioni della macchina sono state brillante con il podio. Marrakech è stata una giornata più coerente per noi. Stiamo cominciando a vedere il vero potenziale di prestazioni della nostra squadra”.

Infine, il manager di Team & Sporting Leon Price è stato protagonista della gara Human, per cui abbiamo il profilo dei membri del team in testa fino e durante il weekend di gara. Dopo la gara, Leon ha commentato: “Sono davvero contento di avere segnato dei punti dopo lo sconvolgimento di Hong Kong. I ragazzi sono stati estremamente occupati tutto il giorno nel garage, ma sono stati premiati con un grande risultato”.

DS Virgin Racing on the Podium In Marrakech

Sam Bird stormed to second place in Marrakech to bring home DS Virgin Racing’s first points of the season

Source: DS Virgin Racing

 

DS Virgin Racing achieved a well deserved podium in Marrakech, with driver Sam Bird starting and finishing in second position, but not before a highly eventful day.

 

Following a dramatic morning practice session which saw drivers from all teams contend with the Marrakech track’s slippery surface and formidable corners, Qualifying saw Sam Bird finish 4th fastest.  A strong performance in Super Pole meant the 29 year-old Brit was due to start the race from 3rd position, but a grid penalty for a weight infringement moved Sebastien Buemi down the order, leading to Sam starting the race from 2nd place.

DS Virgin Racing’s Jose Maria Lopez began in 13th after a difficult morning in the two practice sessions reduced his track time in the lead up to qualifying. “For me, starting from here, and in only my second race, it’s about using today to get to know the car more and the motions of the series” the Argentinian said on the starting grid.

A slick start from the leading pack saw early jostling for position. Felix Rosenqvist retained first position whilst Sam Bird remained steady in 2nd place. The action amongst those drivers immediately behind Sam Bird began to hot up at around lap 11, and on lap 15 Jean-Eric Vergne passed Sam, pushing him down to 3rd. The two leaders then pitted but Sam and Sébastian Buemi continued on track for an extra lap, allowing them to contest their second stint with more energy.

Buemi and Sam completed their lap and entered the pitlane in positions 1 & 2. A seamless car changeover put paid to any fears post Hong Kong and Sam exited the pits in 4th behind Rosenqvist, Vergne and Buemi. The additional pre-pit lap meant Buemi and Sam both had a significant energy advantage over the two leaders, and they proceeded to hunt first and second spots down accordingly. In the meantime, José María López pitted and despite having lost a couple of places from his starting position during his first stint, the team were similarly rapid in changeover and he was back on track immediately

Further up the pack, Vergne received a penalty for speeding in the pitlane, which he took on lap 24, moving Sam up to 3rd.  Buemi then moved into the lead ahead of Rosenqvist on lap 28.  Lap 29 saw José María pass Robin Frijns into tenth, following a steady stream of passing maneuvers in the laps leading up to that point.

An exciting final few laps then saw Sam move on Rosenqvist as superior energy reserves allowed him to catch and then overtake the Swede on lap 31. From here Sam closed the gap on leader Buemi before finishing a comfortable 2nd. José María in the meantime held onto 10th to pick up a valuable championship point for the team and add to Sam’s 2nd place tally.

“It’s great to get points on the board. There’s still work to do, but getting a podium is a win in itself.” said Sam at the post race press conference.  “Up next is tackling Sébastien Buemi. He’s on his own level right now. Today there were 19 guys battling for 2nd place. But…I have some ideas as to how we can move that up in Buenos Aires.”

José María was similarly upbeat:

“My target was to finish and gain more experience, and I finished my second race with a point, so that’s a positive. I’m now confident for our next race in Buenos Aires.”

Team Principal Alex Tai said:

“An excellent result. I’m delighted Pechito is now scoring points, and through Sam we’ve seen the true capability of the car. We now look onwards to race three. Watch this space.”

Director of DS Performance Xavier Mestelan Pinon, said of the day:

  1. “The car’s performance shone through with the podium result. Marrakech was a more consistent day for us. We’re beginning to see the true performance potential of our team.”

Finally, Team & Sporting Manager Leon Price was the subject of this race’s Human Element series, whereby we profile members of the team in the lead up to and during the race weekend. Following the race, Leon commented: “Really pleased to get off the mark for the season following the upset in Hong Kong. The guys were extremely busy all day in the garage but were rewarded with a great result.”

.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Alex Tai ds virgin racing jose maria lopez pechito lopez sam bird Xavier Mestelan Pinon

Lascia una risposta

 
Pinterest