DS Virgin Racing determinata a dimostrare le reali capacità a Marrakesh

DS Virgin Racing determinata a dimostrare le reali capacità a Marrakesh

7 nov, 2016

Fonte:

 

Londra, Gran Bretagna. 4 Novembre 2016. DS Virgin Racing è determinata a mostrare che cosa può fare a Marrakech, dopo aver saltato la possibilità di vincere nella gara di apertura di stagione a Hong Kong. Per la squadra, la seconda gara dovrà essere tutta sfruttata nell’indubbio ritmo della vettura e dei piloti per ottenere punti sul tabellone.

Il viaggio a Marrakech di DS Virgin Racing è determinato a prendere la retta via dopo la loro sconvolta gara a Hong Kong. Nonostante entrambe le vetture si siano qualificate in seconda fila della griglia, la squadra è tornata a casa senza segnare punti. Tutti ora guardano verso la gara 2 come debutto della in Africa.

Marrakech è un tracciato rilevante per la squadra.

“Ho corso e ho vinto qui tre volte prima con il WTCC”, spiega José María López. “Era una pista stretta. Ma una macchina di Formula E occupa meno spazio di una macchina del WTCC, quindi dovrebbe essere una bella lotta.”

L’esperienza del team qui non si limita ai piloti. I nostri ingegneri hanno una storia di corse e vittorie a Marrakech e sono fiduciosi che questo darà alla squadra un vantaggio. Il nostro test nel simulatore di pista ha rivelato che la velocità ottenibile è superiore per una vettura di Formula E ai 210 km/h, più veloce rispetto quella del WTCC che era di 205 chilometri all’ora.

La pista è più difficile rispetto quella di Hong Kong – dodici curve contro le nove di Hong Kong e più di mezzo chilometro più lunga. Come pista più lunga della serie, la sfida delle squadre per Marrakech sarà il risparmio tattico dell’energia della batteria – qualcosa che ha messo in pratica magistralmente durante il Hong Kong ePrix, essendo in testa al gruppo per diversi giri prima del cambio auto.

La pista non è l’unico luogo in cui le strategie chiave vengono riprodotte e studiate. Il coincide con il vertice Cop22: un incontro dei leader mondiali sulla sostenibilità e il cambiamento climatico. In tandem, DS Virgin Racing sarà presente con un Innovation Summit di fronte al nostro garage il 10 novembre, con membri del pannello internazionale che parleranno di veicoli elettrici e tecnologia sostenibile.

“Siamo andati nello spazio, abbiamo fatto dei voli con biocarburanti e siamo stati i primi ad andare non-stop in solitario intorno al mondo. Virgin sta lavorando in tutti i settori per una veloce sostenibilità” – afferma il Team Principal Alex Tai.

Dietro le quinte, sia Pechito che Sam Bird vanno a Marrakech con un punto da dimostrare dopo la gara di Hong Kong.

“Per quanto mi riguarda, questa è la prima gara. Mettiamo punti sul tabellone”, spiega Sam Bird.

La squadra ora attende l’opportunità di riaffermarsi, proprio tra pochi giorni.

Gli orari di Marrakech

12 Novembre

Prima prova libera – 08.00-08.45

Seconda prova libera – 10.30-11.00

Qualifica – 12.00-13.00

Gara 16.05-17.00

In English

DS Virgin Racing Determined to Demonstrate True Capabilities in Marrakech

Source: DS Virgin Racing

London, UK. 4th November 2016. DS Virgin Racing is determined to show what it can do in Marrakech, after missing the opportunity to win the season-opener in Hong Kong.  For the team, Race 2 is all about capitalising on the undoubted pace of the car and drivers and getting points on the board.

DS Virgin Racing travel to Marrakech determined to right their upset in Hong Kong. Despite both cars qualifying on the second row of the grid, the team came away without scoring points. All now look toward race 2 as Formula E debuts in Africa.

Marrakech is a track of significance to the team.

“I’ve raced and won here three times before with the WTCC” explains José María López. “It was a touch narrow. But then again, a Formula E car takes up less room than a WTCC car, so It should be a good fight.”

The team’s experience here isn’t limited to its drivers. Our engineers have a history of racing and winning in Marrakech and are confident this will give the team an edge. Our track simulator testing revealed that the top achievable speed for a Formula E car is 210 km/h, faster than WTCC’s 205 km/h.

The track is a dramatic departure from Hong Kong – twelve turns to Hong Kong’s nine and over half a kilometre longer. As the longest track in the series, the teams’ challenge for Marrakech will be tactical battery preservation – something that Sam Bird displayed masterfully during Hong Kong, leading the pack for several laps before the car change.

The track isn’t the only place where key strategies are being played out. The Marrakech ePrix coincides with the Cop22 Summit: a meeting of the world’s leaders on sustainability and climate change. In tandem, DS Virgin Racing will be hosting an Innovation Summit in front of our garage on November 10th, featuring international panellists discussing EVs and sustainable tech.

“We’ve gone to space, we’ve done biofuel flight and we were the first to go non-stop solo around the world. Virgin is all about making sustainability fast.” states Team Principal Alex Tai.

Back trackside, both Pechito and Sam Bird move into Marrakech with a point to prove after Hong Kong. “As far as I’m concerned, this is Race 1 now. Let’s put points on the board” explains Sam Bird.

The team now await the opportunity to re-assert themselves, in just a few days’ time.

Marrakech Timings

12th Nov

Free Practice 1 – 08.00-08.45

Free Practice 2 – 10.30-11.00

Qualifying – 12.00-13.00

Race 16.05-17.00

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: ds virgin racing FIA Formula E Championship formula e jose maria lopez marocco Marrakech ePrix sam bird

Lascia una risposta

 
Pinterest