Drayson prepara una macchina da corsa

lola_drayson_fondtech_e11

19 dic, 2011

Lola-Drayson pronti a svelare una macchina da corsa completamente elettrica nel prossimo mese di gennaio

Di Nikki Gordon-Bloomfield
Fonte: GreenCarReports

16 dicembre 2011. , ex veterano delle American Le Mans Series, potrebbe non scendere in pista per una corsa di auto elettriche nei tempi che avevano sperato grazie alla cancellazione della EVCup di quest’anno, ma la squadra ecologica sarà presto in grado di svelare una macchina da corsa prototipo durante la Internazionale Motorsport Business Week nel mese di gennaio del prossimo anno.

Costruita come un progetto congiunto tra il Gruppo Lola e Drayson Technologies Racing, l’auto da corsa B12/69EV sarà utilizzata per dare una sbirciata alla macchina con cui Drayson Racing spera di entrare nel campionato del mondo FIA 2013 di .

Questa auto da corsa all-electric non sarà la prima potenziale concorrente che abbiamo visto per la nuova serie della FIA. All’inizio di quest’anno, lo specialista italiano FondTech e Jean-Claude Midgeot, ex specialista di aerodinamica Ferrari di Formula 1, hanno presentato un’auto da corsa dall’aspetto insolito che si dice avere autonomia sufficiente per 20 minuti di gara in Formula 3.

Lord Drayson, ex ministro britannico per la Scienza e l’Innovazione, non è estraneo all’uso di combustibili alternativi per auto da corsa. In effetti Drayson Racing ha partecipato sia all’ALMS che all’International Le Mans Cup con una macchina da corsa piena di bio-etanolo, arrivando terzo all’ILMC l’anno scorso.

“Le corse elettriche stanno veramente decollando con il lancio del nuovo campionato mondiale FIA ​​di Formula E”, ha detto Lord Drayson. “Le corse elettriche sono una grande opportunità di business per il settore automobilistico sportivo e sottolineano il crescente potenziale delle corse verdi con nuove trasmissioni, nuovi materiali, nuovi carburanti e nuovi sviluppi aerodinamici che saranno evidenziati nel corso della conferenza. E’ un momento eccitante per essere un ingegnere di auto da corsa.”

Non c’è ancora nessun dettaglio su quello che il nome B12/69EV nasconde. Tuttavia, data l’appassionata devozione di Drayson Racing per la tecnologia dell’auto elettrica – tra cui la ricarica induttiva – pensiamo che i fan potranno avere qualcosa di cui bearsi.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Drayson Racing EVcup formula e

Lascia una risposta

 
Pinterest