Doppio debutto per l’Audi in Belgio

Doppio debutto per l’Audi in Belgio

28 apr, 2012

- Prima gara per l’Audi R18 e-tron quattro e l’Audi R18 ultra
- Tre nuovi driver dell’Audi Sport Team Joest
- La suqadra vincente di Le Mans per avere quattro vetture sulla griglia di partenza per la prima volta
  
Fonte: Audi Motorsport

Ingolstadt, Germania. 27 aprile 2012 – Audi impiega la seconda gara del (WEC) a  Spa-Francorchamps, il 5 maggio prossimo, preede le ”prova generali” per le 24 Ore di Le Mans.

Per la prima volta, due nuovi modelli di veicoli dovranno dimostrare la loro velocità ed affidabilità in una delle piste più impegnative del mondo.
Questa data ha un significato speciale per il calendario sportivo di Audi Sport. Il secondo turno del WEC significa non solo un doppio debutto delle auto.
Per la prima volta nella storia di Audi Sport, una macchina da corsa non sarà alimentata esclusivamente da un motore a combustione interna.
La nuova  anticipa una nuova era nelle corse automobilistiche, essendo la prima vettura sportiva diesel ibrida a trazione integrale.
Tuttavia non è solo questo concetto che i pionieri di Audi hanno in testa.
Un presupposto fondamentale per rendere realtà, è in primo luogo il design ultra leggero – una competenza di base Audi.
Il modello ibrido è basata sulla Audi R18 ultra che presenta un design in gran parte identico, ma viene convenzionalmente alimentata da un motore V6 TDI. E l’auto sportiva più leggera della LMP mai progettata da Audi.
Due nueve auto ciascuno dei quali farà il debutto nelle corse in Belgio.
Il debutto delle auto coincide con altre quattro anteprime. Per la prima volta, l’Audi Sport Team Joest mette in campo altre quattro vetture LMP1.
L’ultima volta è stata nel 1999 ed ha visto le Audi quattro in griglia di partenza in una gara sportiva con un impegno diretto dalla fabbrica.
I modelli di allora, a Le Mans, sono state le Audi R8R e R8C, i “progenitori” degli attuali prototipi sportivi, anche se vengono messi in campo da due squadre diverse.
L’altro debuttoè quello di Marc Gené, il pilota di riserva recentemente ha firmato dalla Spagna, è sarà al posto di Timo Bernhard, infortunato a causa delle ferite da un incidente.
A completare i piloti del la loro prima auto sportiva ibrida da corsa del Team Ufficiale Audi sono il precedente test driver Marco Bonanomi (Italia) e l’ex pilota del DTM Oliver Jarvis dalla Gran Bretagna.
Il nuovo pilota del team Audi Sport Marc Gené ha vinto la gara sportiva a Spa per due volte negli ultimi quattro anni. Gli altri piloti Audi stanno viaggiando verso le Ardenne con entusiasmo e vigore.
Dindo Capello/Tom Kristensen/Allan McNish come i vincitori hanno creato un degno addio per l’Audi R18 TDI nella gara inaugurale della stagione WEC a Sebring.
Con la vittoria ottenuta hanno preso il comando della classifica del nuovo Campionato FIA World Endurance e sono ora in attesa del loro debutto nell’Audi R18 e-tron quattro.
In classifica a soli sette punti dietro di loro ci sono Loïc Duval, Romain Dumas e Timo Bernhard, che hannLe Mans, Marcel Fässler e Benoît Tréluyer, ed ha dimostrato ciò che è possibile fare per la pole e per il giro più veloce in gara durante la gara inaugurale della stagione.

Quindi, ognuna delle quattro squadre ed i rispettivi piloti Audi hanno grandi ambizioni sulla pista da 7,004 del circuito nelle Ardenne.

C’è una cosa che tutti abbiamo come obiettivo da raggiungere per l’Audi nella gara di 6 ore che inizia alle 14:30 il Sabato.

Come l’Audi R8 nel 2000, la R10 TDI sei anni più tardi e la R15 TDI che nel 2009 ha debuttato con successo a Sebring, e la “R15 plus” che ha vinto a Le Castellet, nel 2010, la più giovane generazione della R18 che è iniziata pure con un successo nella sua carriera.

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: auti_r-18_e-tron FIA World Endurance Championship spa francorchamps WEC

Lascia una risposta

 
Pinterest