Conclusi i test 2013 per la Porsche

Conclusi i test 2013 per la Porsche

15 dic, 2013

Test Porsche per il () e le 24 Ore di Le Mans
Si conclude il programma di test della Porsche LMP1 per il 2013 .
Debutto di

Fonte: Porsche

Stoccarda. 10 Dicembre 2013. Porsche ha concluso il suo programma di test 2013 con la nuova vettura ibrida di LMP1.

La Porsche LMP1 ha completato i suoi giri di prova finali dell’anno 2013 all’Autodromo Internacional do Algarve nei pressi di Portimao, in Portogallo. Il test riprenderà nei primi mesi del 2014.

Porsche AG schiererà due vetture LMP1 nel World Endurance Championship (WEC) che inizierà nel mese di aprile 2014, con le 24 Ore di Le Mans come il momento clou della stagione.

I regolamenti WEC prevedono che i produttori corrano veicoli ibridi nella classe più elevata dei prototipi di Le Mans (LMP1).

Nello sviluppare la nuova macchina da corsa LMP1 con una trazione ibrida ad alte prestazioni molto efficiente, gli ingegneri Porsche sono di fronte a grandi sfide che possono essere risolte solo con soluzioni innovative.

Pertanto, l’auto da corsa è stata dotata di un sistema ibrido costituito da un motore quattro cilindri a benzina con iniezione diretta e due sistemi di recupero di energia.

L’energia recuperata viene accumulata in una batteria fino a che il pilota deciderà di usare l’energia immagazzinata.

Un potente motore elettrico è l’unità aggiuntiva alloggiata sull’asse anteriore. Tuttavia, le regole WEC limitano la quantità di carburante e l’energia elettrica a disposizione, o il cosiddetto boost, che il pilota può usare in ogni giro.

Lo sviluppo di un drive ad alta efficienza avrà influenze positive sullo sviluppo della produzione Porsche.

Sull’Autodromo Internacional do Algarve, Mark Webber (37) ha avuto la sua prima occasione di salire a bordo della Porsche LMP1.

Il team di Formula 1 Red Bull Racing ha dato all’australiano la luce verde per condurre questi test iniziali, nonostante Webber sia ancora sotto contratto.

Dal 1° gennaio 2014, Mark Webber si unisce ufficialmente il team ufficiale Porsche come uno dei piloti che rafforzerà il team, insieme ai già confermati (32), (35) e (30).

Mark Webber ha commentato a Portimão:

“Il mio primo giorno in questo affascinante progetto è stata un’esperienza intensa per me. Vorrei ringraziare la Red Bull Racing per avermi dato la possibilità di aderire al progetto così presto.

Questo è un passo importante e fondamentale per tutti noi. Mi permette di integrarmi alla squadra più rapidamente e contribuire a sviluppare ulteriormente l’auto da corsa della LMP1.

Abbiamo una lunga strada da percorrere e comporta tanto duro lavoro. Di questo sono sicuro ed ho le idee chiare”.

Il team principal di Porsche LMP1, , ha anche apprezzato la buona volontà mostrata dal team austriaco di F1 austriaco:

“Sono felice di avere Mark in squadra così presto. Red Bull Racing ci ha aiutato molto nel permettere questo!”

Nel programma della prova finale del 2013 in Portogallo c’erano principalmente prove con le sospensioni e gli pneumatici Michelin. In precedenza, la squadra Porsche LMP1 aveva eseguito lo sviluppo della nuova auto da corsa sul circuito di Magny-Cours (Francia), Monza (Italia) e Paul Ricard (Francia), nonché sulla Eurospeedway Lausitz (Germania).

Enzinger ha dichiarato:

“Tra il roll-out della vettura completamente nuova nel mese di giugno ed ora abbiamo fatto progressi significativi. Ogni singolo chilometro è stato importante, ci ha fornito nuovi dati che hanno portato avanti lo sviluppo. L’intero team ha lavorato molto duramente e vorrei esprimere i miei sinceri ringraziamenti per questo.
I nostri sforzi continueranno senza sosta nel 2014. Fino all’inizio della stagione a Silverstone metà aprile c’è ancora molto da fare”.

, membro del consiglio esecutivo per la Ricerca e Sviluppo di Porsche AG, ha aggiunto:

“Abbiamo sempre saputo che non sarebbe stato facile tornare in alto nelle gare di durata dopo 16 anni.
Quindi, i nostri sforzi nello sviluppo di una competitiva auto da corsa Porsche LMP1 sono immensi. Fino a questo punto, i nostri ingegneri di Weissach, i piloti e tutta la squadra hanno eseguito un lavoro impressionante.
Stiamo cercando nuovi approcci per lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione delle principali tecnologie di efficienza a bordo. Questo porta anche ad ulteriori miglioramenti di tutta la tecnologia ibrida nelle nostre vetture di produzione. In definitiva, i nostri clienti potranno beneficiarne”.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Fritz Enzinger Mark Webber motori ibridi Neel Jani Romain Dumas Timo Bernhard WEC Wolfgang Hatz world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest