Buemi sfila per primo nell’Alexanderplatz di Berlino

Buemi sfila per primo nell’Alexanderplatz di Berlino

21 mag, 2016

Il pilota svizzero del team Renault e.Dams vince a Berlino

Ancora aperto il campionato piloti e squadre

di Marcelo Padin

Electric Motor News

 

Berlino, Germania. 21 Maggio 2016. La non si smentisce mai e come di consueto ha offerto a Berlino uno spettacolo emozionante fino alla linea del traguardo.

Questa volta l’ha spuntata Sebastien Buemi, che partendo dalla seconda posizione è subito saltato in testa già nella prima curva superando Jean Eric Vergne, che però al secondo giro si è ripreso la posizione in una delle frenate del circuito berlinese, “gentilezza contraccambiata” da Buemi al sesto giro.

Da quel momento il pilota svizzero ha costruito un ottimo vantaggio che non è cambiato dopo il pit-stop per il cambio vettura e che soltanto l’uscita della Qualcomm Safety Car quando al 42esimo giro Loic Duval è andato a muro rovinando la sua macchina e finendo la sua corsa.

Il via libera a solo due giri dalla fine ha quasi congelato le posizioni e dietro Buemi, il duo del team Abt ha ancora una volta occupato il podio.

La gioia incontenibile di Daniel Abt è stata dimostrata negli urli lanciati via radio dalla sua vettura nel giro di onore. Il secondo posto nella gara di casa è un motivo più che valido per festeggiare. Anche perché è stato molto sudato dopo una dura lotta con Vergne, che è riuscito a superare al 11esimo giro e perché ha dovuto difendersi dagli attacchi di Nico Prost prima e di Lucas di Grassi dopo, anche se questi ultimi un po’ più morbido per non rovinare il lavoro del team.

Lucas di Grassi da parte sua ha fatto un gara intelligente ed aggressiva nella misura giusta. Subito nelle prime curve dal decimo posto della griglia è saltato al sesto, guadagnando qualche posizione grazie alla rottura delle ali di Bird ed alla prematura entrata ai pits di Turvey. Dalla sesta posizione ha prima studiato Nico Prost e subito dopo la bandiera gialla virtuale della prima metà gara ha fatto la mossa di voler sorpassare in un determinato modo, ma ha compiuto l’opera nel giro seguente; così ha raggiunto il terzo posto con una vettura con maggior quantità di energia da usare nei giri finali… se non fosse perché la Qualcomm Safety Car non gli ha permesso di mettere in pratica questa strategia.

Ora il pilota brasiliano è in testa al campionato con un solo punto di differenza rispetto Buemi (141 di Grassi e 140 punti Buemi) e come era prevedibile, Londra sarà una gara rovente sia dal punto di vista del campionato piloti sia da quello squadre.

Nico Prost è stato sincero nelle sue dichiarazioni a Electric Motor News. Ha ammesso di essere stato più lento di Lucas di Grassi ed ha anche ammesso di non voler fare pasticci tenendo conto l’importanza dei punti per quanto riguarda il campionato squadre. Dal sesto posto di partenza è salito fino al quarto finale, riuscendo a difendere la terza posizione durante una buona parte di gara in una giornata che lui stesso ha considerato come positiva.

Il quinto posto stà stretto a Jean Eric Vergne perché partendo in pole position si aspettava un altro risultato finale. E’ riuscito a limitare i danni nella lotta con Buemi e nella perdita dell’ala anteriore perché proprio in quei momenti bisognava effettuare il cambio macchina, ma nonostante aspettarsi qualcosa in più il quinto posto è un altro buon risultato ottenuto dopo il secondo posto di Parigi che permette di guardare con più ottimismo il futuro dopo una stagione negativa nella prima parte.

Robin Frijns ha fatto spettacolo con una guida rallystica e senza risparmiarsi, conquistandosi il 6° posto dopo essere partito dal 12esimo, ma soprattutto conquistandosi il pubblico tedesco per il repertorio di guida esuberante che hanno incluso ruote bloccate e fumanti, drifting e sorpassi all’ultimo respiro.

Nick Heidfeld è giunto settimo al traguardo in una giornata che se non fosse stata rovinata dalla retrocessione in griglia insieme al suo compagno Senna per avere usato una pressione degli pneumatici inferiore a quella prevista da Michelin. Partendo dall’ultima fila ha effettuato molti sorpassi in successione e davanti al pubblico di casa ha ottenuto un risultato nei punti.

Mike Conway, Simona De Silvestro e Stephane Sarrazin hanno completato i “top ten”; i due della Venturi dando la soddisfazione al team di aver piazzato entrambe le vetture a punti ed a Sarrazin di essere arrivato sempre nei punti.

Il pilota francese ha avuto un brutto incidente nelle seconde prove, che ha distrutto la parte anteriore sinistra della sua vettura, obbligando ai meccanici a fare straordinarie per presentarla in tempo e dovendo partire dai box.

Simona De Silvestro era partita in decima posizione e nell’economia della gara ha guadagnato il nono posto, permettendo al Team Andretti di andare a punti con entrambe le vetture.

Ora mancano due gare, che si terranno al Battersea Park di Londra il primo week end di Luglio… e tra le strette strade del parco londinese e con uno sguardo al cielo ed alla pioggia, conosceremo il secondo campione ed il secondo team campione della storia della Formula E.

Electric Motor News sarà presente, come di consueto, per offrire l’informazione più dettagliata possibile e per continuare ad essere l’unica testata italiana che ha seguito in prima persona tutte le gare della storia delle monoposto elettriche da competizione.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: berlino eprix FIA Formula E Championship formula e

Lascia una risposta

 
Pinterest