Buemi diventa l’eroe di Buenos Aires

Buemi diventa l’eroe di Buenos Aires

19 feb, 2017

Tre vittorie di fila per il campione in carica del

Fonte:

 

Buenos Aires, Argentina. 18 febbraio 2017. Sebastien Buemi ha fatto la storia della Formula E diventando il primo pilota a vincere tre gare di fila.

Con la vittoria dell’asso della Renault e.dams continua l’inizio perfetto della sua difesa del titolo. Era la sua nona vittoria nella serie di corse di auto elettriche che si svolge sui circuiti cittadini e la 12esima per la squadra. Ciò significa che e.dams Renault ha ormai vinto la metà di tutte le gare di Formula E che si sono svolte finora.

Ma, di fronte a 21mila fan entusiasti, Buemi ha dovuto lavorare sodo per la sua vittoria. Dalla sua prima volta nella pole position Julius Baer, (ABT Schaeffler Audi Sport) è scattato in testa alla partenza, mentre Jean-Eric Vergne è riuscito a piazzare la sua Techeetah al secondo posto.

Di Grassi era alle prese con la sua auto e in rapida successione è stato superato da Vergne e poi da Buemi. La Techeetah utilizza lo stesso powertrain della Renault e.dams, ma non c’era che niente Vergne poteva fare per fermare la carica di Buemi per passare in testa alla gara.

Dietro di Grassi era scivolato dietro l’imponente NextEV NIO di Oliver Turvey e la seconda Renault e.dams di quando la lotta si è intensificata.

Arrivato il momento del pit-stop obbligatorio per il cambiamento auto, Buemi aveva quasi sei secondi di vantaggio ed apparentemente era pronto per una facile vittoria. Ma il bilanciamento dei freni della seconda vettura era lontano dal suo gradimento e lottando per rallentare la macchina nelle frenate dopo i lunghi rettilinei, il suo passo è diventato più lento, permettendo Vergne di ritornare alla caccia.

Anche Di Grassi era ormai pericoloso. Una fermata lenta di Turvey lo lasciò fuori dalla lotta per il podio,

mentre un sorpasso aggressivo su Prost ha fatto ritornare di Grassi nella top-three. Con la guidabilità della vettura molto più di suo gradimento, si stava avvicinando sia su Buemi che su Vergne, ma il divario era troppo grande per lui come per permettere di superare.

Tre vittorie di fila hanno permesso di aumentare i punti di Buemi che ora si porta ad un enorme vantaggio di 29 punti. E dopo le due precedenti delusioni nella pista di Puerto Madero, era felice di prendere un’altra vittoria.

“Oggi, con il caldo, c’erano molte cose da gestire”, ha detto Buemi. “Soprattutto la temperatura della batteria. Così, alla partenza della gara, l’ho presa abbastanza tranquilla per un paio di giri per vedere e valutare la situazione e dopo abbiamo avuto il passo per superare gli altri ragazzi. Devo dire che ho avuto tutto sotto controllo e ho avuto un po ‘di margine.

Poi sulla seconda vettura abbiamo avuto alcuni problemi di troppo sui freni, quindi è stato abbastanza difficile in realtà guidare la macchina – la macchina non frenava dritto. Alla fine della giornata, si sa che in questa categoria non vi è alcun punto dove avere un grande divario, perché se si utilizza l’energia per creare un varco e poi avre una posizione con vantaggio di sicurezza, tutta l’energia viene consumata. Quindi la cosa migliore è quella di avere solo un po’ di gap, che ti fa sentire al sicuro, quindi se fai un piccolo errore si può tornare indietro “.

Nonostante non essere abbastanza vicino per fare pressione su Buemi per la vittoria, Vergne era molto contento del suo secondo posto – il primo podio per la nuova squadra Techeetah.

“Ovviamente sono molto contento, siamo una squadra nuova e veniamo da molto lontano, non abbiamo avuto l’occasione di fare dei test come tutte le altre squadre”, ha detto Vergne. “un nuovo inizio, nuovi ingegneri, nuovo powertrain, tutto nuovo. Abbiamo risolto i problemi che abbiamo avuto a Hong Kong e Marrakech. Credo che tutta la squadra ha fatto un lavoro fantastico, lavorando molto, a volte in situazione molto difficile, a volte molte ore durante la notte e alla fine ha pagato. Ho avuto una buona macchina e sono davvero felice – quindi un grande grazie alla squadra e penso che se avremo un fine settimana senza un errore, sono sicuro che possiamo puntare alla vittoria.”

Un altro podio per di Grassi – il suo 15essimo in totale – lo tiene al secondo posto in campionato, ma sa che il suo team ABT Audi Sport Schaeffler avranno il loro gran bel da fare per rovesciare il dominio di Buemi.

“Alla fine, è stato un buon week-end e una buona giornata per noi”, ha detto di Grassi. “Chiaramente non siamo sul ritmo delle Renault. Ho avuto l’opposto di quello che aveva Seb. La mia prima macchina era un pò in confusione, andando ovunque, con molto più di sovrasterzo del previsto, grip abbastanza basso e non potevo guidarla. Ho solo cercato di portarla ai box e poi, dopo il cambio macchina, la seconda vettura era buona. Sono riuscito a riprendere Nico e l’ho superato ed ho aperto un varco verso Jean Eric. Tutto questo fa parte di questo campionato, le auto a volte cambiano molto ed a volte un piccolo cambiamento fa una grande differenza.”

Per la terza gara di fila Nico Prost ha preso il quarto posto per Renault e.dams Renault. Il campione della stagione uno Nelson Piquet Jr. ha conquistato il suo miglior risultato dall’epoca della sua stagione in cui ha vinto il titolo con una buon quinto posto per la NextEV NIO, mentre alle sue spalle di è combattuta una battaglia da favola per le posizioni restanti che danno punti per il campionato.

Nel calore bruciante di una bella giornata estiva argentina, il consumo di energia era molto importante, ma il risparmio energetico nel bel mezzo del combattimento ruota-a-ruota è difficile da getire ed è stata la Faraday Future Dragon Racing di Loic Duval che alla fine ha prevalso a prendere il sesto posto.

Il settimo è andato a Daniel Abt nella seconda ABT Schaeffler e l’ottavo a Jerome D’Ambrosio, che ha dato un lo spettacolo di una grande battaglia con sorpassi e contro sorpassi con il compagno di squadra Duval. Turvey, infine, ha portato la sua auto surriscaldata in nona posizione, mentre per la gioia della folla, l’eroe locale Jose Maria Lopez ha afferrato il punto finale per la DS Virgin Racing in seguito a una partenza dal fondo della griglia dopo la brutta qualifica.

C’è stato il crepacuore per Mitch Evans, che era sul punto di segnare il primo punto per il team Panasonic Jaguar Racing, ma ha dovuto rallentare nelle fasi finali e restare fuori dalla top-10.

Il punto di bonus per il giro più veloce Visa è andato a Felix Rosenqvist.

Il pilota Mahindra Racing era stato in lotta con Piquet prima della fermata, ma la sua seconda auto si rifiutò di avviarsi ed è stato rimandato in gara con il solo dovere di lottare per il punto di consolazione.

Il campionato ora si sposta a Città del Messico nello storico Autodromo Hermanos Rodriguez, dove la quarta gara della stagione 2016/17 si svolgerà il 1° aprile 2017.

I risultati del (Rd 3)

1. Sebastien Buemi, Renault e.dams, 45:45.623s (25)

2. Jean-Eric Vergne, TECHEETAH, +2.996s (18)

3. Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, +6.921s (18)

4. Nico Prost, Renault e.dams, +8.065s (12)

5. Nelson Piquet Jr, NextEV NIO, +9.770s (10)

6. Loic Duval, Faraday Future Dragon Racing, +35.103s (8)

7. Daniel Abt, ABT Schaeffler Audi Sport, +35.801s (6)

8. Jerome D’Ambrosio, Faraday Future Dragon Racing, +36.335s (4)

9. Oliver Turvey, NextEV NIO, +37.111s (2)

10. Jose Maria Lopez, DS Virgin Racing, +38.206s (1)

11. Antonio Felix da Costa, Andretti Formula E, +43.740s

12. Stephane Sarrazin, Venturi Formula E, +44.243s

13. Mitch Evans, Panasonic Jaguar Racing, +44.918s

14. Robin Frijns, Andretti Formula E, +49.683s

15. Nick Heidfeld, Mahindra Racing, +51.456s

16. Ma Qing Hua, TECHEETAH, +1 lap

17. Adam Carroll, Panasonic Jaguar Racing, +1 lap

18. Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, +3 laps (1)

19. Maro Engel, Venturi Formula E, DNF

20. Sam Bird, DS Virgin Racing, DNF

Campionato piloti

Sebastien Buemi, Renault e.dams – 75

Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport – 46

Nico Prost, Renault e.dams – 36

Jean-Eric Vergne, TECHEETAH – 22

Felix Rosenqvist, Mahindra Racing – 20

Sam Bird, DS Virgin Racing – 18

Campionato squadre

Renault e.dams – 111

ABT Schaeffler Audi Sport – 60

Mahindra Racing – 37

NextEV NIO – 25

TECHEETAH – 22

DS Virgin Racing – 20

Faraday Future Dragon Racing – 19

Andretti Formula E – 18

Venturi Formula E – 3

Panasonic Jaguar Racing – 0

 

In English

Buemi becomes hat-trick hero in Buenos Aires

Three wins in a row for reigning Formula E champion

Source: Formula E

Buenos Aires, Argentina. February 18 2017. Sebastien Buemi has made Formula E history by becoming the first driver to win three races in a row.

Victory for the Renault e.dams ace continues the perfect start to his title defence. It was his ninth win in the all-electric street racing series, and the 12th for the team. That means Renault e.dams have now won half of all the Formula E races that have taken place.

But, in front of 21,000 enthusiastic fans, Buemi had to work hard for his victory. From his first-ever Julius Baer pole position, Lucas di Grassi (ABT Schaeffler Audi Sport) led away at the start, while Jean-Eric Vergne slotted his TECHEETAH into second place.

Di Grassi was struggling with his car, and in quick succession he was passed by Vergne and then Buemi. TECHEETAH uses the same powertrain as Renault e.dams, but there was nothing Vergne could do to stop Buemi charging by into the lead.

Further back di Grassi had slipped behind the impressive NextEV NIO of Oliver Turvey and the second Renault e.dams of Nico Prost as his struggles intensified.

By the time of the mandatory car change pitstop, Buemi was almost six seconds to the good and seemingly set for an easy win. But the brake balance of the second car was far from his liking, and struggling to slow the car in a straight line, his pace dropped off, allowing Vergne back into the hunt.

Di Grassi too was now a contender. A slow stop for Turvey dropped him out of the podium fight, while an aggressive pass on Prost moved di Grassi back into the top-three. With the car handling much more to his liking he was closing in on both Buemi and Vergne, but the gap was too big for him to overcome.

Three wins in a row has increased Buemi’s points lead to a huge 29 points. And after two previous disappointments at the Puerto Madero track, he was delighted to take another win.

“Today, with the heat, there were many other things to manage,” said Buemi. “Especially the temperature of the battery. So at the start of the race, I took it pretty easy for a couple of laps to see where we were, and we had the pace to pass the other guys. I have to say I had everything under control and I got quite a bit of a margin.

“Then on the second car we had some more issues on the brakes, so it was quite difficult to actually drive the car – the car was not braking straight. At the end of the day, you know in this category there is no point in having a big gap, because if you use energy to create a gap and then you have a safety car, all the energy is gone. So the best thing is to have a little bit of a gap, that makes you feel safe, so if you made a little mistake you could get it back.”

Despite never getting close enough to pressure Buemi for the win, Vergne was very pleased to take second – the first podium finish for the new TECHEETAH team.

“Obviously I’m really happy, we are a new team and we came from very far away – and didn’t have any testing like all the other teams had,” said Vergne. “New beginnings, new engineers, new powertrain, new everything. We solved the struggles we had in Hong Kong and Marrakesh. I think the whole team did a fantastic job, working really, really hard, sometimes many hours overnight and in the end it paid off. I had a good car and I’m really happy – so a big thank you to the team and I think if we can have a weekend without a mistake, I’m sure we can put the focus into getting a win.”

Another podium for di Grassi – his 15th in total – keeps him in second place in the championship, but he knows he and his ABT Schaeffler Audi Sport team will have their work cut out to overthrow the dominant Buemi.

“In the end, it was a good weekend and a good day for us,” said di Grassi. “Clearly we are not on the pace of the Renaults. I had the opposite of what Seb had. My first car was a bit of a mess, going everywhere, oversteering much more than expected, it was quite low on grip overall and I couldn’t drive it. I just tried to carry it to the pits and then after the car change, the second car was good. I managed to catch back Nico and I overtook him, I opened a gap and caught JEV a little bit. It’s part of this championship, the cars – sometimes they change for very little reason or a very little change makes a big difference.”

For the third race in a row Nico Prost took fourth place for Renault e.dams. Season one champion Nelson Piquet Jr. claimed his best result since his title-winning campaign with a strong fifth for NextEV NIO, while behind him waged a fabulous battle for the remaining points-paying positions.

In the searing heat of a lovely Argentine summer’s day, energy consumption was at a premium, but saving energy in the midst of wheel-to-wheel combat is a tough ask, and it was Faraday Future Dragon Racing’s Loic Duval who ultimately prevailed to take sixth place. Seventh went to Daniel Abt in the second ABT Schaeffler car and eighth to Jerome D’Ambrosio, who’d indulged in a great paintswapping battle with team-mate Duval.

Turvey finally brought his overheating car home in ninth, while to the delight of the crowd, local hero Jose Maria Lopez grabbed the final point for DS Virgin Racing following a fine drive from the back of the grid after crashing in qualifying.

There was late heartbreak for Mitch Evans, who was on the verge of scoring the first point for the Panasonic Jaguar Racing team, only to slow in the closing stages and drop out of the top-10. The bonus point for the Visa Fastest Lap went to Felix Rosenqvist. The Mahindra Racing driver had been battling with Piquet before the stops, but his second car refused to start up and he was left with having to battle for a consolation point.

The championship now moves to Mexico City and the historic Autodromo Hermanos Rodriguez, where round four of the 2016/17 season takes places on April 1.

2017 Buenos Aires ePrix (Rd 3) – Race results

1. Sebastien Buemi, Renault e.dams, 45:45.623s (25)

2. Jean-Eric Vergne, TECHEETAH, +2.996s (18)

3. Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, +6.921s (18)

4. Nico Prost, Renault e.dams, +8.065s (12)

5. Nelson Piquet Jr, NextEV NIO, +9.770s (10)

6. Loic Duval, Faraday Future Dragon Racing, +35.103s (8)

7. Daniel Abt, ABT Schaeffler Audi Sport, +35.801s (6)

8. Jerome D’Ambrosio, Faraday Future Dragon Racing, +36.335s (4)

9. Oliver Turvey, NextEV NIO, +37.111s (2)

10. Jose Maria Lopez, DS Virgin Racing, +38.206s (1)

11. Antonio Felix da Costa, Andretti Formula E, +43.740s

12. Stephane Sarrazin, Venturi Formula E, +44.243s

13. Mitch Evans, Panasonic Jaguar Racing, +44.918s

14. Robin Frijns, Andretti Formula E, +49.683s

15. Nick Heidfeld, Mahindra Racing, +51.456s

16. Ma Qing Hua, TECHEETAH, +1 lap

17. Adam Carroll, Panasonic Jaguar Racing, +1 lap

18. Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, +3 laps (1)

19. Maro Engel, Venturi Formula E, DNF

20. Sam Bird, DS Virgin Racing, DNF

Driver standings

Sebastien Buemi, Renault e.dams – 75

Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport – 46

Nico Prost, Renault e.dams – 36

Jean-Eric Vergne, TECHEETAH – 22

Felix Rosenqvist, Mahindra Racing – 20

Sam Bird, DS Virgin Racing – 18

Team standings

Renault e.dams – 111

ABT Schaeffler Audi Sport – 60

Mahindra Racing – 37

NextEV NIO – 25

TECHEETAH – 22

DS Virgin Racing – 20

Faraday Future Dragon Racing – 19

Andretti Formula E – 18

Venturi Formula E – 3

Panasonic Jaguar Racing – 0

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Buenos Aires ePrix FIA Formula E Championship formula e jean eric vergne lucas di grassi nico prost Sébastien Buemi

Lascia una risposta

 
Pinterest