Audi presenta la nuova R18 e-tron quattro

Audi presenta la nuova R18 e-tron quattro

30 mar, 2014

• Spettacolare esibizione al pubblico nel traffico di Le Mans

• Grafica fresca e aumento della cilindrata per una maggiore efficienza

• La decisione di adottare questo concetto sarà seguita da test approfonditi

Fonte:

 

Ingolstadt, Germania. 25 marzo 2014. Audi ha iniziato la stagione del 2014 in modo spettacolare. La nuova non ha fatto i suoi primi chilometri a Le Mans, sul circuito leggendario nella Francia occidentale, ma nel traffico pubblico.

Il pilota ufficiale Audi , con nove vittorie al suo attivo e detentore del record delle 24 Ore di Le Mans, ha guidato la vettura sportiva ibrida diesel dalla cattedrale di Saint – Julien du Mans nel centro della città fino al famoso autodromo.

Accompagnato da telecamere e fotografi, e presenti in una trasmissione in diretta in tutto il mondo su Internet, la nuova Audi sportiva da corsa della categoria LMP1 ha completato la distanza di quasi dieci chilometri attraverso la città in un corteo di automobili, ha fatto un giro sul circuito Bugatti ed è arrivato di fronte al moderno Welcome Center del moderno autodromo tra gli applausi dei giornalisti e gli ospiti internazionali invitati .

“Io ho gareggiato a Le Mans dal 1997, ma questo era assolutamente nuovo per me, troppo emozionante”, ha detto Tom Kristensen, che nel 2006 aveva pure guidato la rivoluzionaria Audi R10 TDI nella sua anteprima mondiale a Parigi nel traffico pubblico.

A parte la singolare vettura che ha riportato i ricordi di un’epoca di Le Mans dal lontano passato quando i piloti arrivavano con le proprie vetture, Audi ha sorpreso il pubblico con una nuova livrea della vettura a Le Mans. Mentre la carrozzeria della nuova R18 e-tron quattro era ancora nera con dettagli rossi quando l’auto ha fatto il suo debutto mondiale nel mese di dicembre, una combinazione di colori vivaci ora cattura l’occhio. La nuova combinazione di colori presenta il bianco, l’argento, il rosso ed il nero per la grafica fresca ed espressiva.

“I colori sono simbolici”, – spiega , Design Manager Motorsport e Special Project ad Audi. “L’argento sottolinea il successo passato nelle corse. Come colore molto tranquillo, fornisce la base per la nostra livrea. Il bianco, come il secondo colore, si armonizza bene con l’argento e sembra molto leggero. Si distingue per la trazione ibrida. Il bianco è utilizzato asimmetricamente per simboleggiare la complessità di questa tecnologia powertrain”.

I contorni sono modellati dopo le tracce conduttive di PCB, ma chiaramente caratterizzati come un’astrazione.

Il colore successivo è il nero. Viene utilizzato per le ali anteriori e posteriori, nonché sulle protezioni dei laterali di contorni geometrici ed altamente definiti.

“Abbiamo optato per il nero opaco, in quanto contrasta piacevolmente con il bianco lucido”, dice van Braeckel.

“Nero è sinonimo di design leggero. Il look nero della grande pinna sul cofano motore è destinato a rappresentare qualcosa come una spina dorsale”. Il rosso unico Audi è il colore delle prestazioni e completa la grafica. Caratteristiche speciali includono le superfici riflettenti degli elementi, i loghi Audi le e scritte che vengono applicate esclusivamente in queste aree, così come il marcato orientamento longitudinale del colore nel concetto generale.

“La livrea riflettente è particolarmente suggestiva di notte ed offre agli spettatori una migliore esperienza visiva”, – spiega van Braeckel. “Grazie al suo orientamento longitudinale la grafica esprime la velocità che è così tipica di Le Mans. Anche i cerchi sono dotati di un segmento rosso. Per effetto della rotazione della ruota, si ottiene un effetto molto dinamico”.

 

Maggiore capacità cubica per una maggiore efficienza

L’Audi R18 e- tron quattro non ha solo causato una sensazione nel suo drive through Le Mans grazie alla sua livrea sorprendente. All’inizio di una fondamentalmente nuova era tecnologica, Audi ha pubblicato i dati tecnici principali dell’auto da corsa e pure del powertrain. Per esempio, la cilindrata del motore centrale TDI V6 è stata aumentata da 3,7 a quattro litri per ottimizzare ulteriormente il motore che era già stato molto efficiente. Dopo aver testato diversi sistemi di recupero energetico, Audi ha deciso di competere nella classe fino a due megajoule di energia di recupero a Le Mans. L’energia fluisce esclusivamente attraverso un gruppo generatore motore (MGU) sull’asse anteriore ed è immagazzinata in un sistema di accumulo di energia del volano.

“Abbiamo optato per questo concetto a seguito di molti test approfonditi”, – dice il capo di Audi Motorsport . “A nostro parere, fornisce l’equilibrio ottimale tra l’uso efficiente dell’energia, le dimensioni, il peso, l’efficienza di conversione energetica, la reattività, la guidabilità ed una strategia operativa favorevole combinata con la durata, che è il presupposto fondamentale per il successo a Le Mans”.

Il 28 e 29 marzo , l’Audi R18 e- tron quattro partecipa nella prova ufficiale del FIA (WEC) a Le Castellet (Francia), prima che i Campioni del Mondo Audi inizino la difesa del titolo a Silverstone nel Regno Unito il 20 aprile prossimo.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 24 ore le mans audi motorsport Audi R18 e-tron quattro Dirk van Braeckel Tom Kristensen WEC Wolfgang Ullrich world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest