Audi festeggia la seconda vittoria stagionale WEC a Spa

Audi festeggia la seconda vittoria stagionale WEC a Spa

3 mag, 2015

/ André Lotterer / Benoît Tréluyer vincono di nuovo

• Ottimo esordio al quarto posto per il neo arrivato

• Audi aumenta il vantaggio nella classifica prima delle 24 Ore di Le Mans

Fonte: Audi Motorsport

 

Ingolstadt, Germania e Spa, Belgio. 2 Maggio 2015. A seguito dell’esaltante apertura della stagione del FIA () in Gran Bretagna, Audi è stata ancora imbattibile in Belgio. Nella pista impegnativa di Spa, Marcel Fässler (CH), André Lotterer (D) e Benoît Tréluyer (F) hanno dimostrato ancora una volta la loro classe aggiudicandosi la seconda vittoria in questa stagione e il decimo successo complessivo nel .

Alla presenza del Prof. Dr. , Membro del Consiglio di Amministrazione e sviluppo tecnico di AUDI AG, Audi ha esteso la propria leadership nel secondo round del campionato.

Fässler / Lotterer / Tréluyer erano arrivati a Spa con un vantaggio di sette punti. Ora, prima dell’evento culmine della stagione, le 24 Ore di Le Mans il 13 e 14 giugno, il loro vantaggio è pari a 14 punti.

Dopo l’avvio dalla quarta posizione, i campioni del mondo 2012 erano rimasti sulla scia delle prime posizioni salendo al terzo posto nei primi giri. Un testa coda di Marcel Fässler con la vettura numero 7 nella prima ora gli ha fatto perdere temporaneamente una posizione, ma lo svizzero ed i suoi compagni di squadra ha fatto un rapido recupero.

Quattro ore dopo, André Lotterer nella vettura ibrida Audi sportiva ha preso la testa per la prima volta.

Le 54.000 persone presenti nelle Ardenne hanno assistito ad una battaglia per la prima posizione che ha visto il cambiamento dei protagonisti dopo ogni pit stop.

La battaglia è diventata un testa a testa nelle fasi finali. 90 minuti prima della fine, Benoît Tréluyer ha preso il primo posto a spese del pilota Porsche Marc Lieb, beneficiando dalla combinazione efficace della trazione quattro ibrida e-tron, il motore V6 TDI e la nuova aerodinamica per Le Mans, grazie anche all’usura dei pneumatici molto inferiore rispetto la concorrenza.

Il francese ha visto la bandiera a scacchi con un vantaggio di 13s424 secondi.

“Che gara” – ha detto Tréluyer. “E’ stato un lavoro duro dal semaforo di partenza alla bandiera a scacchi, proprio come a Silverstone, ma è stato molto divertente e noi siamo già impazienti per Le Mans”.

L’auto numero 8 stava facendo anche una buona gara in un primo momento.

(F), insieme a (BR) e (GB), inizialmente hanno migliorato di due posizioni. Un difetto elettrico che ha richiesto due pit stop, con il cofano anteriore e una centralina elettronica che vengono sostituiti, hanno costato alla squadra parecchi minuti a quattro ore dall’inizio della corsa.

Nell’ultima ora, il team ha dovuto sostituire di nuovo il cofano anteriore dopo i danni causati in un duello. Nella volata finale, Oliver Jarvis scivolò in una trappola di ghiaia.

“Abbiamo mostrato un buon ritmo e prendiamo questa corsa come un segnale positivo da Spa” ha detto Loïc Duval. “Certo che è un peccato aver perso terreno a causa di alcuni problemi. Ma io sono ancora ottimista sul fatto che la nostra sfortuna nelle corse sta per finire a Le Mans”.

Il trio dei piloti della vettura numero 9 ha raggiunto un risultato gratificante.

La macchina da corsa ibrida ha affrontato la gara con una versione diversa della carrozzeria per avere un maggiore carico aerodinamico e che era già stato usato a Silverstone.

Audi ha usato la gara di Spa per un confronto tecnico di entrambi i concetti rispetto a Le Mans e le altre gare WEC.

(P) (I) e il loro compagno di squadra René Rast (D) hanno iniziato la gara dall’ottava posizione.

Il tedesco ha debuttato nell’Audi da corsa di LMP1 e nell’Audi Sport Team Joest ha impressionato con buoni tempi sul giro. Quando l’auto numero 9 ha perso il suo finestrino laterale sinistro dopo tre ore di gara il team ha sostituito la porta sinistra al pit-stop successivo. Nonostante questo piccolo lavoro di riparazione, i piloti hanno raggiunto il quarto posto quando la bandiera a scacchi è stata sventolata.

“Guidare per la prima volta la Audi R18 e-tron quattro in una gara è stato incredibile”, ha detto Rast. “Abbiamo consegnato un risultato del quale io sono molto contento. Ora il nostro prossimo grande compito è a Le Mans”.

“Come nella gara inaugurale della stagione, il WEC di nuovo ha offerto una corsa emozionante e di eccellente livello”, ha detto il capo di Audi Motorsport Wolfgang Ullrich nel riassumere l’evento. “Mi congratulo con i nostri vincitori e con tutta la squadra che ha lavorato per questa vittoria. Hanno trasformato una gara di durata in uno sprint e hanno fatto un lavoro impeccabile. Un grande ringraziamento va pure agli altri due team di piloti. Mi dispiace che alla numero 8 è mancato quel po’ di fortuna necessaria in una gara. Il nostro trio nell’auto numero 9 ha completato il risultato di Audi con una buona posizione”.

A esattamente quattro settimane da oggi, la pista di Le Mans è nel calendario degli eventi di Audi Sport. Alla giornata di test ufficiali il 31 maggio, la nuova Audi R18 e-tron quattro avrà la sua prima uscita nel Circuit des 24 Heures che è aperto solo il giorno di prova e durante la settimana della gara. Due settimane dopo la giornata di test, si terrà la gara di 24 ore, l’evento culmine della stagione FIA WEC.

 

Classifica Finale

1 Fässler / Lotterer / Tréluyer (Audi R18 e-tron quattro), 176 giri

2 Dumas / Jani / Lieb (Porsche) + 13.424s

3 Bernhard / Hartley / Webber (Porsche) ?? 1 ° giro

4 Albuquerque / Bonanomi / Rast (Audi R18 e-tron quattro) ?? 2 giri

5 Conway / Sarrazin / Wurz (Toyota) ?? 3 giri

6 Hülkenberg / Bamber / Tandy (Porsche) ?? 3 giri

7 di Grassi / Duval / Jarvis (Audi R18 e-tron quattro) ?? 8 giri

8 Davidson / Buemi (Toyota) ?? 14 giri

9 Dolan / Evans / Tincknell (Nissan) ?? 15 giri

10 Yacaman / Derani / Gonzalez (Ligier) ?? 16 giri

 


 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 6 ore spa André Lotterer. Benoît Tréluyer audi r18 etron quattro Filipe Albuquerque Loïc Duval lucas di grassi Marcel Fässler Marco Bonanomi Oliver Jarvis rené rast Ulrich Hackenberg WEC world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest