Audi corre in Giappone da leader della classifica WEC

Audi corre in Giappone da leader della classifica WEC

8 ott, 2014

• Condizioni difficili ai piedi del Monte

• La seconda metà della stagione inizia in Giappone

• Fuji manca ancora nella mappa dei successi Audi

Fonte:

 

Ingolstadt, Germania. 6 ottobre 2014. Audi ha un buon riscontro provvisorio. Nel Campionato Mondiale Endurance FIA, che si tiene dal 2012, il brand ha ormai conquistato 13 vittorie su 20 gare. Il più recente successo di Austin (USA) ha segnato la svolta nella battaglia per il titolo ed Audi, per la prima volta in questa stagione, ha preso il comando nella classifica costruttori. Il team punta a estendere ulteriormente questo vantaggio nella quinta gara dell’anno del che si terrà al Fuji (Giappone) il 12 ottobre.

Il cacciatore è diventato la preda. A metà stagione, Audi ha rovesciato il tavolo ed ora, dopo quattro delle otto gare, ha un vantaggio di 18 punti su Toyota. E ora il nuovo leader della classifica si trova ad affrontare un compito importante, all’inizio della seconda metà della stagione, nella quinta gara del WEC.

Il circuito a circa 100 chilometri a sud ovest di Tokyo offre combinazioni di requisiti altamente opposte per l’aerodinamica delle auto da corsa. Settori molto lenti si alternano a quelli estremamente veloci su questo circuito e la sezione da 1.4 chilometri vicino alla partenza e l’arrivo è tra i rettilinei più lunghi del motorsport internazionale. Qui è dove la potenza del motore è il fattore dominante.

Fuji rimane un luogo eccezionale per Audi.

In tutto il mondo, il marchio dei quattro anelli è stato vittorioso almeno una volta su otto dei nove circuiti dove sono stati organizzati eventi WEC dal 2012

Il circuito vicino al Monte Fuji è l’unico posto vuoto sul calendario WEC ad oggi.

Nella gara del Giappone 2013, , e (CH/D/F) erano in pole position. Tuttavia, la forte pioggia, che non è rara in questa regione di montagna, ha impedito lo svolgimento di una gara regolare. Dopo 16 giri dietro la safety car, il direttore di gara ha fermato la manifestazione ed i partecipanti hanno ricevuto solo la metà del numero di punti.

La delusione non era solo grande tra i team ed i piloti, ma anche della folla.

I fan giapponesi sono molto appassionati di corse automobilistiche, riempiono le tribune del Fuji anno dopo anno, e impressionano i driver con la loro grande conoscenza da esperti, con numerosi manifesti dei fan self-made, e una grande corsa per gli autografi.

Questo anno, Audi punta a completare il suo bottino di successo con una vittoria al Fuji.

Fässler / Lotterer / Tréluyer hanno recentemente segnato due vittorie in successione al WEC, le 24 Ore di Le Mans e nel girone turbolento ad Austin. Audi ha conquistato il vantaggio nella classifica costruttori con decisioni tattiche intelligenti e di guida impeccabile in Texas. Allo stesso tempo, il miglior trio dei piloti del marchio ha ridotto il divario rispetto i principali driver Toyota ad undici punti.

Ma l’auto dei piloti , , (BR/F/DK) non deve essere sottovalutata.

La numero uno delle al secondo posto per tre volte consecutive nelle gare precedenti.

In Estremo Oriente, il trio si propone di lottare per il primo posto, proprio come i loro colleghi di marca nell’auto numero due. Di Grassi e Kristensen sono in svantaggio in classifica da soli 13 punti rispetto i loro compagni di squadra.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: André Lotterer audi motorsport Audi R18 e-tron quattro Benoît Tréluyer fuji Loïc Duval lucas di grassi Marcel Fässler Tom Kristensen WEC world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest