Audi accoglie le norme di efficienza dell’LMP1

Audi accoglie le norme di efficienza dell’LMP1

19 feb, 2014

• I nuovi regolamenti LMP1 stabiliscono gli standard delle corse

più efficiente che mai

• Le regole rappresentano un cambiamento fondamentale di pensare il motor sport

Fonte: Audi Motorsport

 

Ingolstadt , Germania. 17 febbraio 2014. Le modifiche ai regolamenti tecnici del (WEC) per la stagione 2014 possono legittimamente essere definite una rivoluzione. Per la prima volta, le una macchina da corsa non sono più soggette a restrizioni mirate. Invece, le limitazioni sono imposte sul consumo di energia, mentre sono consentite nuove libertà di ingegneria. In questo modo, la creatività tecnica sarà premiata in modo che l’auto da corsa più efficiente può vincere a Le Mans il 15 giugno.

“La classe LMP dei prototipi sportivi è l’ideale per dimostrare l’efficienza della tecnologia di Audi nelle gare”, sottolinea il Dr. , Responsabile della Audi Motorsport.

“Questa categoria si è sistematicamente evoluta in una classe di leadership tecnologica.

Le auto da corsa più complesse del mondo sono state appositamente sviluppate. Che gli obiettivi di efficienza in corsa della categoria LMP1 in gran parte corrispondono ai requisiti delle autovetture attuali e future, adatta perfettamente il credito e l’impegno di Audi”.

Da quando il marchio dei quattro anelli è entrato nelle corse LMP1 nel 1999, l’efficienza dei prototipi sportivi di Ingolstadt e Neckarsulm è continuamente migliorata.

I principali passi nel settore dei motopropulsori includono l’introduzione del motore TFSI a iniezione diretta di benzina (2001), la tecnologia diesel TDI (2006) e la tecnologia ibrida diesel e- tron quattro (2012).

In aggiunta, ci sono stati innumerevoli ottimizzazioni dettagliate in tutte le altre aree delle auto da corsa.

“Nel 2014, però, il pensiero è radicalmente cambiato”, spiega il dottor , Head of Technology di Audi Sport. “Tradizionalmente, i regolamenti tecnici nel motorsport si sono concentrati ad esempio sulla limitazione della potenza del motore, attraverso fattori come i limiti cubi di capacità, i limiti relativamente stretti per i sistemi di sovralimentazione, o attraverso restrizioni aerodinamiche. Per contro, la quantità assoluta di combustibile disponibile per una gara è stata generalmente illimitata, e questo era anche il caso delle corse LMP1. Ma ora, viene specificata una quantità massima di energia per giro. E abbiamo bisogno di fare il meglio. Con questo passo, la FIA, l’ACO e tutte le parti coinvolte sono riusciti a ottenere una serie di regolamenti con un focus diretto sull’efficienza, pur continuando a rendere emozionante lo sport e le gare il più divertenti possibile”.

In termini semplici, i nuovi regolamenti sfidano i partecipanti a fare il miglior uso di una quantità prescritta di carburante ogni giro in modo da coprire la distanza più lunga entro un certo lasso di tempo (come la durata della gara di 24 ore di Le Mans) e di vincere così.

Un grafico mostra la quantità di energia assegnata a ogni powertrain.

Sono ammessi i motori diesel e benzina. Inoltre, per i produttori con impegni di fabbrica, i sistemi ibridi sono prescritti in quattro classi di potenza differenti. Una quantità massima di energia è stata definita per ciascuna di queste classi.

Ciò si traduce in una costellazione sportiva emozionante.

“Solo chi ha il controllo ottimale dei loro consumi, si avvicina al limite ammissibile di energia il più possibile ed è più veloce di tutti gli altri grazie ad uno stile di guida efficiente sarà competitivo”, spiega , responsabile LMP in Audi Sport. Se la quantità di energia disponibile per giro non è completamente consumata ma viene persa, non può essere utilizzata nel giro successivo. Questa è una differenza principale rispetto alle norme precedenti, che non limitavano il consumo in gara.

Da quest’anno, gli ingegneri hanno chiaramente più libertà rispetto alle soluzioni che possono utilizzare per conseguire il nuovo obiettivo. Audi ha optato per un nuovo motore V6 TDI e il sistema di trazione quattro e-tron.

Nella serrata battaglia dei concetti utilizzati, il marchio mira alla sua 13° vittoria a Le Mans con la R18 e-tron quattro.

 

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 24 ore le mans Audi R18 e-tron quattro Chris Reinke FIA World Endurance Championship Martin Mühlmeier motori ibridi WEC Wolfgang Ullrich

Lascia una risposta

 
Pinterest