Elettrica fatta in Lettonia alla Dakar

Elettrica fatta in Lettonia alla Dakar

18 apr, 2011

Un’auto elettrica dotata del dispositivo range extender intende affrontare il Rally 2012

di Nikki Gordon-Bloomfield

Fonte: All Cars Electric
 
14 aprile 2011. Generalmente accettata come una delle gare più dure al mondo di rally endurance da ormai 32 anni, la Dakar è vista da molti come l’apice del calendario delle gare automobilistiche.

La gara, che è costata la vita a più di 50 concorrenti e molti abitanti delle zone dove si è svolta, nella sua storia è tradizionalmente alimentata da grandi e potenti motori a combustione interna, ma che potrebbe cambiare con l’introduzione della prima auto elettrica plug-in da competizione.

Infatti ora si inserisci il mostro costruito in e denomionato , un SUV che visto dall’esterno non è diverso dalla moltitudine di Wildcats Bowler o Hummer che competono ogni anno, ma che è alimentato da energia elettrica.

Costruito per la gara

L’Oscar e0 si basa sulla OSCar E3, che è alimentata da un motore convenzionale a benzina Chevrolet.

Ma l’elettrico e0 lo sostituisce con motori in grado di produrre fino a 590 Nm di coppia e fino a 315 kW di potenza per brevi periodi.

Il più grande problema che si pone alla squadra che ha costruito l’Oscar e0 non è la trazione elettrica, ma dove ricaricare le batterie.

Nelle dure tappe, il team prevede che la percorrenza sia di solo 93 miglia dato dal pacco batterie Winston al Litio Ion di bordo, mentre nelle fasi più facili potrebbe aumentare l’autonomia a 186 miglia.

Purtroppo, la maggior parte delle tappe del Rally Dakar sono più lunghe. In assenza di luoghi di collegamento, l’Oscar e0 trasporterà anche un motore a benzina a modo di range extender fatto da Nissan per contribuire a fornire energia elettrica e mantenere l’auto in corsa.

L’ingegnere di progetto del team da gara ha sottolineato che a differenza della Chevrolet Volt 2011, la e0 non avrebbe alcun collegamento meccanico tra il motore a benzina e le ruote.

“La propulsione sarà elettrica al 100%. L’unità a benzina sarà montata nella parte posteriore della vettura e accoppiata solo al generatore elettrico”.

 

Rigenerativa ammortizzatori

Come chiunque abbia osservato l’estenuante Rally Dakar, le dune e le grandi esigenze di massima del terreno impegnano ogni auto il meglio della loro sospensione.

La squadra Oscar ha fatto un passo avanti con l’installazione di ammortizzatori in grado di catturare l’energia proveniente da ogni urto e di convertirla in energia elettrica.

Assetto da gara per il 2012

L’Oscar e0 gareggerà al rally Dakar 2012, che si svolgerà dal 1 al 15 gennaio, 2012. L’evento coprirà tappe in Argentina, Cile e Perù, con percorrenza di oltre 5.500 miglia.

Auguriamo loro bene. 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: dakar lettonia oscar e0

Lascia una risposta

 
Pinterest