ABT è pronta per il rilancio della stagione di Formula E in Argentina

ABT è pronta per il rilancio della stagione di Formula E in Argentina

15 feb, 2017

Fonte: ABT Audi Sport Schaeffler Team

 

Buenos Aires, Argentina. 13 Febbraio 2017. La è di nuovo in pista: sabato prossimo (18 Febbraio), la serie di corse elettriche terrà la sua terza gara della stagione a Buenos Aires. Il team tedesco ABT Audi Sport Schaeffler viaggia verso la gara nella capitale argentina ad inseguire i leader della tabella.

Formula E visita il circuito di 2,480 chilometri nel quartiere di Puerto Madero per la terza volta – più di ogni altro luogo di accoglienza. Eppure, ci sono molte incognite nel giro in Sud America: E’ la prima gara dopo la lunga pausa invernale e le alte temperature potrebbero ancora svolgere un ruolo, mentre le numerose tattiche e le opzioni di strategia faranno dal Buenos Aires ePrix una gara emozionante fino alla fine.

La pista si svolge attraverso il popolare, quartiere alla moda di Puerto Madero e direttamente lungo il fiume Rio de la Plata.

In termini di corsa, il percorso offre un mix di settori veloci e tornanti lenti. L’angolo più veloce è percorso a 160 km/h, mentre alla fine del rettilineo di partenza/arrivo le vetture raggiungono una velocità massima di circa 205 km/h. E’ il circuito più veloce del calendario di Formula E.

“L’obiettivo è chiaro: vogliamo correre per la vittoria a Buenos Aires e ottenere più punti possibili”, dice , che arriva in Argentina secondo sulla tabella piloti.

“Il circuito dovrebbe essere adatto alla nostra vettura ed i nostri ingegneri non solo hanno riposato durante la pausa invernale, ma si sono sviluppati bene molti dettagli. Buenos Aires è una sorta di gara di casa per me. Quindi non vedo l’ora di trovare il sostegno da amici di famiglia e, naturalmente, dei nostri tifosi. “

Mentre il 32enne brasiliano ha conquistato almeno un piccolo trofeo per il suo terzo posto dello scorso anno, il compagno di squadra attende ancora il suo primo successo a Buenos Aires.

“Nel primo anno sono stato vicino al podio. Ora, ci accingiamo ad attaccare di nuovo”, dice il tedesco, che a 24anni è il secondo pilota più giovane sulla griglia di partenza. “Mi piace il circuito in Argentina e non vedo l’ora finalmente di tornare in macchina. Noi abbiamo fatto il nostro dovere e nelle ultime settimane abbiamo rinfrescato noi stessi di nuovo nel simulatore. Siamo pronti per il rilancio della stagione di Formula E”.

In Formula E, pratica, qualifiche e gara sono tutte tenute in poche ore.

La partenza è alle 16:00 ora locale (20:00 ora tedesca). La gara a Puerto Madero durerà 37 giri.

Intervista: la parola al Direttore Sportivo

Sei contento che la lunga pausa stagione sia finalmente finita?

Thomas Biermaier: “Come tutti i tifosi e piloti, la nostra squadra non vede l’ora di tornare in pista. Ci occupiamo anche noi stessi della Formula E ogni giorno tra le cose da fare – ma è molto diverso quando sei ai box e nel paddock e si può sentire l’emozione nascente prima di una gara”.

Che cosa hai fatto dopo l’ultima gara a Marrakech?

Thomas Biermaier: “I regolamenti di Formula E non lasciano molto spazio per le modifiche, dato che l’intero hardware è omologato e quindi fisso. Con il software è diverso, il lavoro in modo dettagliato ed i miglioramenti sono sempre possibili. Per tutte le squadre, Buenos Aires è come un nuovo inizio stagione dopo la lunga pausa. Questo significa che dobbiamo gestire tutti i processi e le procedure perfettamente nuovamente ed ottimizzarle”.

Quali sono le tue aspettative per il ePrix in Buenos Aires?

Thomas Biermaier: “L’obiettivo prima di ogni gara è lo stesso: noi ed i nostri piloti vogliamo lottare per i trofei e lo champagne. Abbiamo un sospeso dalle prime due stagioni di Buenos Aires, quando le cose non sono andate molto bene per noi qui. E’ l’unico circuito del calendario dove abbiamo già corso due volte, in modo che tutti lo conoscono bene. Penso che stiamo andando a vivere una giornata di gara emozionante.”

Ci sono state molte discussioni circa la gara di casa a Berlino. Cosa ne pensi del ritorno al Tempelhof?

Thomas Biermaier: “Prima di tutto, siamo felici che la Formula E abbia trovato una soluzione con la città. La Karl-Marx-Allee era una posizione fantastica, per la quale abbiamo ricevuto enorme feedback positivo da parte dei tifosi – così come da molti residenti locali. Ma poi di nuovo Tempelhof che ha il suo fascino ed è stato fantastico nella prima stagione con l’ora di autografi nella sala check-in, la zona compatta e il suggestivo scenario. Quindi stiamo davvero guardando avanti per la nostra gara di casa a Berlino!”

Argomenti alla manifestazione a Buenos Aires

- Chi spunterà come il miglior nell’inizio dopo la lunga pausa di stagione?

- Otterrà Lucas di Grassi il FanBoost per la terza volta di fila?

- Riuscirà Daniel Abt a raggiungere il suo primo podio in questa stagione?

- Chi troverà la migliore bistecca argentina a Puerto Madero?

- Potrà Sébastien Buemi continuare la sua striscia vincente?

- Quanto entusiasmo hanno i tifosi provenienti dal Sud America per la Formula E?

In English

ABT is ready for the relaunch of the Formula E season in Argentina

Source:

Buenos Aires, Argentina. 13 February 2017. Formula E is back on track: Next Saturday (February 18), the electric racing series will be holding its third round of the season in Buenos Aires. The German ABT Schaeffler Audi Sport team travels to the race in the Argentinian capital chasing down the table leaders.

Formula E visits the 2.480-kilometre circuit in the Puerto Madero district for the third time – more than any other host venue. And yet, there are many unknowns at the round in South America: It is the first race after the long winter break and the high temperatures could again play a role, whilst the numerous tactics and strategy options will make the Buenos Aires ePrix exciting until the end.

The track leads through the popular, trendy neighbourhood of Puerto Madero and directly along the river Río de la Plata. In racing terms, the course offers a mixture of fast sectors and slow hairpins. The fastest corner is driven at 160 km/h, whilst at the end of the start/finish straight the cars reach a top speed of around 205 km/h. It is the fastest circuit on the Formula E calendar.

“The goal is clear: we want to go for the win in Buenos Aires and get as many points as possible,” says Lucas di Grassi, who comes to Argentina second on the drivers’ table. “The circuit should suit our car well, and our engineers have not only rested in the winter break, but have developed many details as well. Buenos Aires is something of a home race for me. So I’m looking forward to a lot of support from family friends and, of course, our fans.”

Whilst the 32-year-old Brazilian clinched at least a small trophy for his third pace last year, teammate Daniel Abt still awaits his first success in Buenos Aires.

“In the first year I was close to the podium. Now, we are going to attack again,” says the German, who at 24 is the second youngest driver on the grid. “I like the circuit in Argentina and I’m eager to finally get back in the car. We have done our homework and in the last few weeks we’ve refreshed ourselves again in the simulator. We are ready for the re-launch of the Formula E season.”

In Formula E, practice, qualifying and race are all held within a few hours. The start is at 4pm local time (8pm German time). The race in Puerto Madero will last 37 laps and will be broadcast live on Eurosport at German primetime (starting at 19:45 CET). On Tuesday, February 21, at 22:00 the channel will be showing a one-hour magazine on Formula E presented by partner Schaeffler.

Interview: A word from Sports Director Thomas Biermaier

Are you glad that the long season pause is finally over?

Thomas Biermaier: “Just like all the fans and drivers, our team can’t wait to get back on the track. We also occupy ourselves with Formula E every day between the races – but it’s quite different when you’re in the pits and the paddock and you can feel the excitement rising before a race.”

What have you been doing since the last race in Marrakesh?

Thomas Biermaier: “The Formula E regulations don’t leave much room for changes, since the entire hardware is homologated and therefore fixed. With the software it’s different, so detailed work and improvements are always possible. For all teams, Buenos Aires is like a new season start after the long break. This means we have to manage all the processes and procedures perfectly again and crack on.”

What are your expectations for the ePrix in Beunos Aires?

Thomas Biermaier: “The goal before every race is the same: We and our drivers want to fight for trophies and champagne. We have unfinished business from the first two seasons in Buenos Aires, as things didn’t go that well for us here. It is the only circuit on the calendar that we have already driven twice, so everyone knows it well. I think we’re going to experience an exciting race day.”

There have been many discussions about the home race in Berlin. What do you think of the move back to Tempelhof?

Thomas Biermaier: “First and foremost, we’re glad that Formula E has found a solution with the city. The Karl-Marx-Allee was a fantastic location, for which we received huge positive feedback from the fans – as well as many local residents. But then again Tempelhof has its charm and it was terrific in the first season with the autograph hour in the check-in hall, the compact area and the impressive backdrop. So we’re really looking forward to our home race in Berlin!”

Topics at the event in Buenos Aires

Who will get off to the best start after the long season break?

Will Lucas di Grassi get FanBoost for the third time in a row?

Will Daniel Abt score his first podium result this season?

Who will find the best Argentinian steak in Puerto Madero?

Can Sébastien Buemi continue his winning streak?

How much enthusiasm do the fans from South America have for Formula E?

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: ABT Schaeffler Audi Sport Daniel Abt FIA Formula E Championship formula e lucas di grassi Thomas Biermaier

Lascia una risposta

 
Pinterest