La prima stazione di rifornimento di idrogeno si apre a Brema

La prima stazione di rifornimento di idrogeno si apre a Brema

18 ott, 2017

• La stazione H2 di costituisce un importante ponte nella rete di idrogeno della Germania del Nord

• Daimler, Shell e Linde riconfermano il loro impegno per il carburante pulito

• Il Ministero federale dei trasporti e dell’infrastruttura digitale () sovvenziona la stazione di rifornimento con 900.000 euro

Fonte: , Linde e Shell

 

Brema, Germania. 16 ottobre 2017. Oggi Daimler, Shell e Linde hanno inaugurato la prima stazione di rifornimento di idrogeno della città di Brema. I conducenti di automobili a carburante senza emissioni hanno ora un’opzione di rifornimento sul percorso importante tra Amburgo ed il Nord Reno-Westfalia. Creando questo importante hub, le aziende partner hanno intrapreso un altro passo verso una rete nazionale di approvvigionamento di H2.

Il nuovo sito di Osterholzer a Heerstraße 222, si trova direttamente all’uscita dell’autostrada Sebaldsbrück e l’interscambio di Brema, ed è anche vicino all’impianto Mercedes-Benz di Brema, una delle più grandi fabbriche automobilistiche di Daimler AG nel mondo. È qui che si a produrrà la nuova generazione di veicoli a celle a combustibile Mercedes-Benz; a settembre, Daimler aveva presentato al pubblico il veicolo di pre-produzione al Salone Internazionale dell’Automobile (IAA) di Francoforte. Il GLC F-CELL è il primo veicolo che combina innovativi sistemi di celle a combustibile e batteria in un ibrido plug-in puramente elettrico.

Daimler è lo sviluppatore della stazione di idrogeno, integrata in una stazione di servizio Shell. L’innovativa tecnologia della stazione di rifornimento di H2 proviene dalla società tecnologica Linde. Le tre società sono partner della joint venture H2 Mobility, che sta costruendo un’infrastruttura di idrogeno in Germania. La stazione di idrogeno di Brema è all’avanguardia e offre ai conducenti un’esperienza intuitiva di rifornimento di carburante simile a quella dei veicoli convenzionali. Il processo di rifornimento richiede da tre a cinque minuti per essere completato.

L’idrogeno svolge un ruolo importante nel dibattito su come la Germania può raggiungere i propri obiettivi climatici. È una delle possibilità per estendere l’offerta di combustibile nel settore dei trasporti in modo amichevole con i cambiamenti climatici; le emissioni di CO2 dannose per il clima possono essere significativamente ridotte utilizzando l’idrogeno prodotto con energia rinnovabile. Un veicolo a celle a combustibile a idrogeno non emette alcun inquinamento locale o emissioni di anidride carbonica (CO2) e ha un’autonomia di funzionamento di fino a 700 chilometri.

Passare alla mobilità dell’idrogeno in una storia di successo richiederà un’attraente gamma di veicoli a e contemporaneamente la necessaria infrastruttura di rifornimento. Il Ministero federale del trasporto e dell’infrastruttura digitale della Germania supporta pertanto la costruzione delle prime 50 stazioni di rifornimento di idrogeno del Paese attraverso il suo programma nazionale di innovazione per l’idrogeno e la tecnologia delle celle a combustibile (NIP) e ha investito circa 900.000 euro nella costruzione dell’impianto di Brema .

Le fondamenta per l’espansione dell’infrastruttura di idrogeno della Germania sono state definite dal progetto di dimostrazione del partenariato (), che ha stabilito norme e regolamenti comuni.

Prospettiva

L’espansione della rete H2 a livello nazionale sta andando bene, con diversi siti che aprono ufficialmente in ottobre: ​​il 16 ottobre le stazioni di ricarica H2 a Bad Rappenau e Brema, il 17 ottobre, l’inaugurazione del sito di Colonia / Bonn e il 18 ottobre I partner CEP stanno aprendo una stazione di rifornimento H2 a Monaco di Baviera. Ciò porta al numero totale di stazioni di rifornimento nella rete tedesca H2 a 41 unità.

Stazioni di idrogeno aggiuntive sono attualmente in fase di collaudo o sono in costruzione anche nella Germania settentrionale. Ad esempio, nel distretto di Diepholz di Stuhr-Grossmackenstedt, nel distretto di Laatzen di Hannover ed a Kassel, seguiranno altre strutture presso le stazioni di servizio Shell. Il piano è quello di disporre di 100 stazioni in Germania entro il 2018. In totale, la joint venture H2 Mobility mira a creare fino a 400 stazioni di servizio in Germania entro il 2023.

Numerosi ospiti all’apertura

Molti rappresentanti della politica e delle imprese hanno partecipato all’apertura della stazione di rifornimento H2 a Brema:

, segretario di Stato parlamentare presso il ministro federale per il traffico e l’infrastruttura digitale (BMVI):

“L’idrogeno, senza emissioni, silenzioso e di alta efficienza, è uno dei vettori energetici del futuro. Con l’elettromibilità, abbiamo bisogno dei driver per avere la massima sicurezza di poter rifornire in qualsiasi momento e ovunque. Per questo motivo il BMVI supporta la creazione di un’infrastruttura di rifornimento per automobili elettriche a idrogeno. Questa è una chiave importante per la penetrazione nel mercato di questa tecnologia. La nuova stazione di rifornimento di idrogeno a Brema è un passo nella giusta direzione “.

Dr Joachim Lohse, senatore per l’ambiente, la costruzione e il trasporto della città ansaatica libera di Brema:

“La creazione di concetti alternativi ai motori a combustione convenzionali è molto importante per noi. Brema, con il ‘future driver’ Daimler, oltre la nostra partecipazione alla Bremer Straßenbahn AG, ha le condizioni ideali per essere un pioniere nello sviluppo della mobilità innovativa come città centrale e tecnologia.

Siamo particolarmente fiduciosi sul networking del know-how presso il sito di Brema. E questo include naturalmente la tecnologia della cella a combustibile, che verrà utilizzata in futuro nella fabbrica di Daimler di Brema”.

Peter Theurer, responsabile della centrale Mercedes-Benz di Brema, Daimler AG:

“All’IAA, Mercedes-Benz ha presentato modelli di produzione del nuovo GLC F-CELL. Siamo lieti che questo veicolo elettrico, il primo al mondo con la propulsione a idrogeno e la batteria, sarà costruito a Brema. Il nostro team è già nella linea di partenza. Insieme con i nostri partner della H2 Mobility, stiamo lavorando anche intensamente per stabilire e ampliare la rete nazionale di stazioni di rifornimento H2 e quindi offrire ai nostri clienti una vera alternativa per la mobilità senza emissioni in Germania in futuro.”

, :

“La tecnologia dell’idrogeno è una tecnologia promettente e H2 è un combustibile del futuro. Ci aspettiamo che questa unità alternativa abbia un ruolo sempre più importante nei mercati come la Germania, l’Inghilterra, il Benelux e gli Stati Uniti dagli anni 2020. Noi di Shell siamo in pista.”

, responsabile per l’attività di gas Linde in Europa centrale:

“Tre quarti di tutte le stazioni di rifornimento pubbliche di idrogeno in Germania utilizzano la tecnologia Linde. Il sito di Brema è particolarmente importante – dopotutto, il primo veicolo Mercedes-Benz in commercio uscirà presto dalla linea di produzione nelle vicinanze. Siamo particolarmente lieti di poter realizzare questa stazione di rifornimento in collaborazione con Daimler e Shell”.

 

In  English

First hydrogen filling station opens in

Bremen H2 station forms an important bridge in the north German hydrogen network

Daimler, Shell and Linde reconfirm their commitment to clean fuel

Federal Ministry of Transport and Digital Infrastructure (BMVI) subsidises the filling station with EUR 900,000

Source: Daimler AG, Linde and Shell.

Bremen, Germany. 16 October 2017 – Today Daimler, Shell and Linde inaugurated the city of Bremen’s first hydrogen filling station. Drivers of emission-free fuel-cell cars now have a refuelling option on the important route between Hamburg and North Rhine-Westphalia. By creating this important hub, the partner companies have taken another step towards a nationwide H2 supply network.

The new site at Osterholzer Heerstraße 222 is located directly on the Sebaldsbrück motorway exit and the Bremen interchange, and is also near the Mercedes-Benz plant in Bremen, one of Daimler AG’s largest car plants in the world. This is where the new generation of Mercedes-Benz fuel-cell vehicles is to be produced; in September, Daimler had presented pre-production vehicles to the public at the International Motor Show (IAA) in Frankfurt. The GLC F-CELL is the first vehicle to combine innovative fuel-cell and battery technology in a purely electric plug-in hybrid.

Daimler is the developer of the hydrogen station, which is integrated into a Shell service station. The innovative H2 filling station technology comes from the technology company Linde. The three companies are partners in the joint venture H2 Mobility, which is building a hydrogen infrastructure in Germany. The hydrogen station in Bremen is state-of-the-art and offer drivers an intuitive fuelling experience similar to that of conventional vehicles. The refuelling process takes three to five minutes to complete.

Hydrogen plays an important role in the debate on how Germany can achieve its climate goals. It is one of the options for extending the fuel supply in the transport sector in a climate-friendly manner; climate-damaging CO2 emissions can be significantly reduced by using hydrogen produced with renewable energy. A hydrogen-powered fuel cell vehicle does not emit any local pollutants or carbon dioxide (CO2) emissions, and has an operating range of up to 700 kilometres.

Turning hydrogen mobility into a success story will require an attractive range of fuel-cell vehicles and, simultaneously, the necessary refuelling infrastructure. Germany’s Federal Ministry of Transport and Digital Infrastructure is therefore supporting the construction of the country’s first 50 hydrogen filling stations via its National Innovation Programme for Hydrogen and Fuel Cell Technology (NIP), and has invested around 900,000 euros in the construction of the facility in Bremen.

The foundations for the expansion of Germany’s hydrogen infrastructure were laid by the Clean Energy Partnership (CEP) demonstration project, which established common standards and norms.

Outlook

The expansion of the nationwide H2 network is progressing well, with several sites officially opening in October: on 16 October, the H2 filling stations in Bad Rappenau and Bremen, on 17 October the inauguration of the Cologne/Bonn site, and on 18 October the CEP partners are opening a H2 filling station in Munich. This brings the total number of filling stations in the German H2 network to 41.

Additional hydrogen stations are also currently in the pipeline or under construction in northern Germany, too. For example, other facilities at Shell filling stations will follow in the Diepholz district of Stuhr-Grossmackenstedt, in the Laatzen district of Hannover, and in Kassel. The plan is to have 100 stations in Germany by 2018. In total, the joint venture H2 Mobility aims to set up as many as 400 service stations in Germany by 2023.

Numerous guests at the opening

Many representatives from politics and business attended the opening of the H2 filling station in Bremen:

Enak Ferlemann, Parliamentary State Secretary at the Federal Minister for Traffic and Digital Infrastructure (BMVI):

“Emissions-free, quiet, and highly efficient – hydrogen is one of the energy carriers of the future. With electromobility, we need drivers to have the basic confidence that they can fill up anytime, anywhere, which is why the BMVI supports the establishment of a refuelling infrastructure for hydrogen/fuel-cell electric cars. This is an important key to the market penetration of this technology. The new hydrogen filling station in Bremen is a step in the right direction.”

Dr Joachim Lohse, Senator for the Environment, Construction and Transport of the Free Hanseatic City of Bremen:

“The creation of alternative concepts to conventional combustion engines is very important to us. Bremen, with the ‘future driver’ Daimler, as well as our participation in the Bremer Straßenbahn AG, has ideal conditions to be a pioneer in the development of innovative mobility as a city and technology hub. We are banking specifically on the networking of know-how at the Bremen site. And that of course includes the technology of the fuel cell, which will be used at Bremen’s Daimler plant in the future.”

Peter Theurer, manager of the Mercedes-Benz plant Bremen, Daimler AG:

“At the IAA, Mercedes-Benz unveiled pre-production models of the new GLC F-CELL. We are delighted that this electric vehicle, the world’s first with fuel-cell and battery propulsion, will be built in Bremen. Our team is already in the starting gate. Together with our partners at H2 Mobility, we are also working intensively on establishing and expanding the nationwide network of H2 filling stations, and can therefore offer our customers a real alternative for emissions-free mobility in Germany in future.”

Oliver Bishop, General Manager Shell Hydrogen:

“Hydrogen technology is a promising technology, and H2 is a fuel of the future. We expect that this alternative drive will come to play an increasingly large role in markets like Germany, England, Benelux and the US from the 2020s. We at Shell are well on track for it.”

Olaf Reckenhofer, responsible for the Central Europe gases business at Linde:

“Three-quarters of all public hydrogen filling stations in Germany use Linde technology. The Bremen site is of particular significance – after all, the first commercial Mercedes-Benz fuel-cell vehicle will soon be coming off the production line nearby. We are therefore particularly pleased to be realising this filling station in partnership with Daimler and Shell”.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: bmvi brema bremen CEP Clean Energy Partnership daimler ag direttore generale shell hydrogen enak ferlemann fuel cell joachim lohse merecedes benz brema olaf reckenhofer oliver bishop Peter Theurer segretario stato parlamentare ministro federale infrastrutture senatore per l'ambiente Shell

Lascia una risposta

 
Pinterest