BMW/ A Francoforte arrivano i modelli EfficientDynamics

BMW/ A Francoforte arrivano i modelli EfficientDynamics

5 set, 2007

Fonte: Asa Press

Donato Milanese (MI) 5 settembre 2007.  Il tema centrale della partecipazione di BMW al Salone internazionale dell’automobile 2007 di Francoforte è la strategia di sviluppo e la sua attuazione in numerosi modelli nuovi.

Attraverso l’introduzione coerente di motori nuovi e di una serie di misure d’incremento dell’efficienza, la Casa automobilistica premium tedesca offre delle automobili che assumono in un numero crescente di segmenti la posizione di punta a livello di dinamica di guida, ma anche di gestione economica e di emissioni.

Nel model year 2008 circa il 40% delle automobili nuove del BMW Group vendute in Europa misurerà un valore massimo di CO2 di 140 grammi per chilometro.

Questo risultato è stato possibile grazie all’alto numero di modelli nuovi il cui consumo di carburante presenta un valore inferiore a qualsiasi concorrente, senza che il guidatore debba accettare delle limitazioni del piacere di guida.

All’inizio del model year 2008 il numero delle automobili del BMW Group con un valore di massimo CO2 di 140 grammi per chilometro aumenterà a 22.

Questa cifra comprende anche tre modelli MINI.

La vasta gamma di vetture a consumi ed emissioni particolarmente bassi sarà presentata al pubblico in occasione del Salone IAA che si terrà dal 13 al 23 settembre nell’area della Fiera di Francoforte.

La scelta varia dalla BMW 118d con un consumo medio nel ciclo di prova UE di 4,5 litri per 100 chilometri e un valore di CO2 di 119 g/km alla BMW 320d Coupé (4,8 litri, 129 grammi di CO2), alla nuova BMW 520d berlina e alla nuova BMW 520d Touring che marcano, con dei valori di consumo di rispettivamente 5,1 e 5,3 litri/100 km e delle emissioni di CO2 di 136 e 140 g/km, dei parametri di riferimento nuovi di economia di gestione e di emissioni nei rispettivi segmenti di appartenenza.

Le riduzioni del consumo di carburante e delle emissioni realizzabili anche nei segmenti automobilistici più alti confermano nuovamente il successo della strategia coerente di sviluppo BMW EfficientDynamics, elaborata con una visione a lungo termine.

Il fatto che le automobili BMW offrano spesso nel loro segmento la migliore relazione tra dinamica di guida e gestione economica, lasciando dietro di sé la concorrenza, dimostra che una strategia di sviluppo fondamentale e concepita con una validità a lungo termine è la misura giusta per conseguire dei successi importanti e di ampia portata nella riduzione del consumo di carburante e delle emissioni. BMW integra nell’equipaggiamento di serie di una vettura tutte le misure di incremento dell’efficienza. Inoltre, esse non sono il risultato di una definizione di priorità valide solo per un breve periodo ma si basano su decisioni che sono state prese già circa 5 anni fa nell’ambito della strategia di sviluppo BMW EfficientDynamics.

A differenza della concorrenza, le misure innovative non sono riservate a singoli modelli o edizioni speciali ma verranno introdotte progressivamente in tutte le Serie per conseguire un effetto più ampio nella tutela delle risorse naturali e nella riduzione delle emissioni di CO2.

In quasi tutte le categorie automobilistiche l’efficienza è diventata il criterio decisivo nella decisione di acquisto. Questo rende gli attuali modelli BMW ancora più attraenti nel confronto con la concorrenza.

Nella categoria più alta, la dinamica efficiente viene assicurata dalla nuova BMW Serie 6. Un design modificato, degli interni ancora più eleganti e degli innovativi sistemi di assistenza del guidatore sottolineano il carattere autentico e futuristico della Coupé e della Cabrio.

Per la prima volta viene offerta in questo segmento un’automobile con motore diesel.

La BMW 635d combina elasticità e gestione economica al più alto livello prestazionale. Il motore sei cilindri in linea da 3,0 litri con Variable Twin Turbo eroga 286 CV. Il consumo medio della nuova variante di motore ammonta a 6,9 litri/100 km nella Coupé e a 7,2 litri nella Cabrio. Una tecnica di propulsione innovativa caratterizza anche la nuova BMW 630i che viene alimentata da un motore sei cilindri in linea da 272 CV con iniezione diretta di benzina nell’esercizio a miscela magra e la quale raggiunge un valore di consumo di 7,9 litri (Coupé) e 8,3 litri (Cabrio) per 100 km.

Nella BMW Serie 5 due nuovi modelli di base definiscono degli accenti nuovi nel campo dell’economia di gestione e delle emissioni.

La BMW 520d deve la sua posizione di primato assoluto a livello di efficienza al nuovo motore diesel a quattro cilindri con basamento in alluminio, turbocompressione e iniezione Common-Rail della terza generazione il quale non genera solo dei consumi molto parsimoniosi ma offre, con una potenza di 177 CV, anche delle caratteristiche di guida sportiva. Anche la nuova BMW 520i dispone di un propulsore nuovo. Il motore a quattro cilindri con iniezione diretta di benzina (High Precision Injection) nella miscela magra eroga 170 CV. Nel confronto con i modelli a benzina della concorrenza, la nuova BMW 520i si conquista una posizione di punta nel segmento di appartenenza a livello di dinamica di guida, ma anche per i propri valori di consumo e delle emissioni.

Il consumo medio di carburante è di 6,7 litri per 100 km, il valore di CO2 misurato è di 162 grammi/km.

Con l’introduzione di sei nuovi motori a sei e quattro cilindri, l’attuazione delle misure di BMW EfficientDynamics avviene nella BMW Serie 3 su una scala particolarmente ampia. A livello di volumi di vendita, la BMW Serie 3 è la serie costruttiva più importante del portafoglio prodotti di BMW.

Grazie ai nuovi motori e agli equipaggiamenti più sofisticati, nell’autunno del 2007 aumenterà ulteriormente il vantaggio rispetto alla concorrenza. Nella BMW Serie 3 vengono offerti cinque modelli con delle emissioni di CO2 che variano tra i 123 e i 131 g/km.

Tutti i motori a benzina – sia i modelli a sei che a quattro cilindri – sono equipaggiati del sistema di iniezione diretta di carburante particolarmente efficiente denomi-nato High Precision Injection.

Inoltre, la nuova generazione di motori diesel a quattro cilindri sarà introdotta nella BMW Serie 3 già nell’autunno del 2007.

La BMW Serie 1 si presenta al Salone IAA 2007 con dei motori nuovi e una variante di modello supplementare. La BMW Serie 1 Coupé celebra la propria anteprima mondiale: un’automobile sportiva compatta dedicata al puro divertimento di guida che porta avanti la tradizione della leggendaria Serie BMW 02.

Il modello top di gamma è la BMW 135i Coupé il cui motore sei cilindri in linea 3,0 litri con Twin Turbo e High Precision Injection eroga 306 CV e genera così una dimensione nuova di dinamica di guida.

Anche la nuova BMW Serie 1 Coupé è un ambasciatore della dinamica efficiente, la quale trova la propria espressione più forte nella BMW 123d Coupé, alimentata da un nuovo motore quattro cilindri diesel con iniezione Common-Rail e Variable Twin Turbo disponibile sia nella versione a 3 che a 5 porte. Il motore eroga 204 CV e raggiunge una coppia massima di 400 nm. Il rappresentante più potente della nuova generazione di propulsori diesel a quattro cilindri di BMW è un motore dai valori superlativi: come primo motore a gasolio del mondo costruito interamente in alluminio, il propulsore raggiunge una potenza per litro di cilindrata di più di 100 CV.

Inoltre, con un consumo medio di 5,2 litri per 100 chilometri e un valore di CO2 di 138 g/km, la BMW 123d definisce il benchmark a livello di gestione economica.

La BMW 123d è così la prima automobile di serie dalla potenza superiore ai 200 CV con motore tradizionale che misura un valore di CO2 inferiore ai 140 grammi per chilometro e viene superata nella gamma della BMW Serie 1 solo dalla BMW 120d con 128 grammi e dalla BMW 118d con 119 grammi.

Nell’intera gamma di automobili con motore a benzina, la posizione di vettura dai consumi più bassi la assume la nuova BMW 116i. Il suo motore quattro cilindri 1,6 litri con iniezione diretta di benzina nella miscela magra è disponibile sia nella versione a 3 che a 5 porte, eroga 122 CV e misura un consumo di 5,8 litri per 100 km e un valore di CO2 di 139 grammi/km. Con l’introduzione di una serie di motori nuovi e di ulteriori innovazioni che determinano un calo del consumo e delle emissioni negli Sports Activity Vehicles BMW X5 e BMW X3, le misure di EfficientDynamics vengono applicate anche a questo segmento di vetture.

Nella BMW X5 celebra la propria anteprima il famoso motore diesel 3,0 l sei cilindri in linea con Variable Twin Turbo e una potenza di 286 CV. Analogamente alle altri varianti di modello della BMW X5, anche la nuova BMW X5 3.0sd dispone del recupero dell’energia frenante e di numerose altre misure di aumento dell’efficienza che determinano una forte riduzione dei valori di consumo e delle emissioni.

Ad esempio, nell’autunno del 2007 la BMW X5 3.0d vanterà un consumo medio di carburante ridotto del 7 percento il quale ammonterà a 8,1 l/100 km. Anche la BMW X3 si presenta con un netto aumento del divertimento di guida e dell’economia di gestione che le consentirà di rafforzare nel model year 2008 la propria posizione di Sports Activity Vehicle di maggiore successo del mondo.

Nella BMW X3 2.0d un nuovo motore quattro cilindri diesel e una serie di misure di abbattimento del consumo di carburante, applicate a tutte le varianti di modello della BMW X3, consentiranno alla cinque porte, famosa per la propria superiorità a livello di agilità e di dinamica di guida, di raggiungere il migliore valore del proprio segmento anche nel campo dell’efficienza. Grazie a una potenza maggiorata di 20 kW rispetto al modello precedente che ammonta adesso a 177 CV e a una coppia massima di 350 nm, la nuova BMW X3 2.0d si fa notare anche per un forte incremento dell’elasticità. Il consumo medio di carburante nel ciclo di prova UE è di solo 6,5 l/100 km.

Ma nell’autunno del 2007 anche le varianti con motore a benzina affascineranno per il loro potenziamento dell’efficienza.

Grazie alle misure di aumento di efficienza e all’eccellente know-how di BMW nel campo della motoristica, sarà possibile generare con un motore diesel anche nelle vetture di dimensioni più grandi quel livello di dinamica che in passato era realizzabile solo con un motore a sei cilindri, offrendo però tutti i vantaggi di consumo di un motore a quattro cilindri.

Parallelamente, anche gli attuali propulsori a sei cilindri di BMW assumono nelle rispettive categorie automobilistiche una posizione di punta nel campo dei consumi e delle emissioni e ciò nonostante che consentano di realizzare delle prestazioni di guida comparabili a quelle offerte da un otto cilindri.

La nuova BMW M3 è un’automobile eccezionale con un fascino del tutto particolare. La quarta edizione della vettura sportiva ad alte prestazioni costruita sulla base della BMW Serie 3 Coupé inaugura al contempo un capitolo nuovo nello sviluppo di motori della BMW M GmbH.

Per la prima volta sotto il cofano della BMW M3 le prestazioni eccezionali vengono messe a disposizione da un motore V8. Il nuovo propulsore V8 eroga da una cilindrata di 3 999 centimetri cubi una potenza di 420 CV.

La coppia massima ammonta a 400 nm.

La nuova BMW M3 accelera da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi e raggiunge una velocità massima di 250 km/h, limitata dall’elettronica del motore. La due porte con un design e una tecnica motoristica e di châssis sviluppati completamente ex novo è un concentrato della filosofia della BMW M GmbH e trasferisce la tecnologia delle gare alla guida giornaliera, assicurando così un’esperienza del tutto eccezionale.

In occasione del Salone IAA 2007, BMW presenta un’innovazione anche nel campo della sicurezza che sarà introdotta immediatamente nell’equipaggia-mento di serie di varie serie costruttive. Al fine di minimizzare il rischio di lesioni alla colonna vertebrale cervicale in caso di un urto posteriore, tutti i modelli della BMW Serie 6, della BMW Serie 5 e della BMW X5 e BMW X3 saranno equipaggiati di poggiatesta attivi anticrash. In caso di collisione, il sistema comandato dall’elettronica di sicurezza della vettura provvede in frazioni di secondo a spostare la sezione anteriore del poggiatesta fino a 60 mm in avanti e fino a 40 mm verso l’alto, riducendo così la distanza rispetto alla testa prima che le forze che agiscono sulla vettura premino indietro la nuca. Il sistema aumenta dunque l’effetto stabilizzante e protettivo del poggiatesta e riduce il rischio di una lesione o iperestensione della zona della colonna vertebrale cervicale degli occupanti. Un’altra attrazione dello stand BMW al Salone è l’esclusiva variante

di allestimento BMW Individual Virtuoso che viene presentata per la nuova

BMW Serie 6 e la quale offre una dimensione nuova di piacere di ascolto in automobile. Una serie di allestimenti interni ed equipaggiamenti esterni esclusivi vengono combinati con il sistema audio BMW Individual High End. Già l’anteprima di questa automobile dedicata al tema della musica si tras-forma così in un’esperienza unica a livello estetico e acustico.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: bmw efficientdynamics efficient dynamics salone francoforte

Lascia una risposta

 
Pinterest