Aston Martin a idrogeno al Nurburgring

Aston Martin a idrogeno al Nurburgring

16 apr, 2013

Aston Martin correrà in anteprima mondiale con l’ibrida ad idrogeno Rapide S

• Esordio mondiale per l’auto da corsa Aston Martin Rapide S all’ADAC Zurich 24 Ore del Nürburgring
• Aston Martin sarà il primo costruttore a correre con un’auto a idrogeno
• L’obiettivo è il primo giro a zero emissioni di CO2 nella tradizionale corsa

Fonte: Aston Martin

Aston Martin strapperà il primato nei libri dei record alla 41esima edizione dell’ADAC Zurich 24 Ore del il mese prossimo con la prima vettura del famoso marchio sportivo britannica a correre con la pionieristica vettura ibrida a idrogeno.

Il record della , basata sulla nuova sportiva Aston Martin quattro porte, quattro posti, sarà la prima auto a idrogeno a competere in un evento internazionale con l’auto sportiva a zero emissioni di CO2 che dovrà completare un giro alle 24 ore del Nürburgring.

Lavorando in partnership con gli esperti d’idrogeno , gli ingegneri Aston Martin hanno sviluppato un prototipo a doppio turbo dotato del motore V12 da 6,0 litri che equipaggierà l’auto al Nürburgring.

In grado di funzionare con benzina pura, idrogeno puro gassoso o una miscela di entrambi, la macchina da corsa ibrida a idrogeno metterà in mostra l’impegno Aston Martin per l’innovazione tecnica. In modalità idrogeno puro, l’obiettivo di Aston Martin e Alset Global è quello di dimostrare che uno zero giro a emissioni zero di CO2 nel Nordschleife è possibile, emettendo praticamente solo acqua dal tubo di scarico.

Una vetrina per la tecnologia al Nürburgring – riconosciuto come uno dei circuiti più difficili e più esigenti di tutto il mondo e naturalmente, soprannominato ‘l’Inferno Verde’ – Aston Martin metterà in evidenza l’affidabilità e la sicurezza dell’attuale tecnologia dell’idrogeno.

Accogliendo con favore il debutto della Hybrid Hydrogen Rapide S, l’Amministratore Delegato Aston Martin Dr. ha dichiarato: “Mentre celebriamo il nostro centenario nel 2013 e con un secolo di emozioni alle spalle, l’innovazione e lo stile sono anche il momento ideale per guardare al futuro con questa particolare macchina da corsa.
“Aston Martin ha un forte bagaglio di record e di innovazione e con la nostra storia superba di corse e test al Nürburgring, è giusto che mostriamo questa nuova straordinaria tecnologia quest’anno alla gara di 24 ore.”

Ha poi aggiunto: “Lavorare con Alset Global per svelare questo sistema in un ambiente così difficile come le 24 Ore del Nürburgring mostra ancora una volta quanto crediamo nelle nostre auto, nei nostri dipendenti e nei nostri partner.”

Il sistema ibrido a idrogeno comprende una via di alimentazione a combustibile idrogeno, serbatoi di stoccaggio e sistemi di gestione elettronica del motore. Ciò consente flessibilità nel controllo del processo di combustione secondo ogni situazione di guida particolare: idrogeno puro, benzina o una miscela di entrambi che possono essere selezionati per garantire potenza ottimale, accelerazione e riduzione di CO2. Questo controllo si traduce in un sistema di propulsione potente e dinamica che fornisce prestazioni di un’auto sportiva, ma con un’impronta di emissioni di CO2 più simile a quelle di una citycar.

La sicurezza è fondamentale, ovviamente, e il sistema comprende quattro serbatoi ad altissima resistenza in fibra di carbonio che contengono un totale di 3,5 kg di idrogeno immagazzinato ad una pressione di 350 bar – due serbatoi sono stati alloggiati accanto al conducente e due nel bagagliaio della vettura. Nel frattempo il sistema dell’idrogeno sviluppato da Alset Global e dai suoi partner è approvato dall’organo di governo tedesco del motorsport, il DMSB.

L’auto da corsa ibrida a idrogeno si basa sulla nuova Aston Martin Rapide S quattro porte sportiva che sta arrivando negli showroom di Aston Martin in tutto il mondo questo mese.

Ridisegnata e riprogettata per offrire ancora più stile e prestazioni nettamente superiori in virtù del suo nuovo motore AM11, V12 da 6,0 litri aspirato, la nuova Rapide S è in grado di raggiungere 190 mph (306 km/h) e accelera da 0 a 62 mph (0 a 100 km/h) in soli 4,9 secondi.

Il Dott. Bez ha detto della nuova vettura stradale: “Si tratta di una quattro porte sportiva che combina in modo unico lusso, stile e divertimento sportivo con una silhouette Aston Martin più flessibile e accomodante. Questa è la quattro porte sportiva nella sua forma più versatile”.

Aston Martin torna a competere nela Zurich ADAC 24 Ore del Nürburgring del 19-20 maggio per l’ottavo anno consecutivo. Più di 150 vetture partiranno per la temibile gara di 24 ore, che si corre sul lungo e difficile circuito di 25 km che unisce il leggendario Nordschleife con il moderno circuito del Gran Premio.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Alset Global Aston Martin Rapide S hydrogen Hybrid Hydrogen Rapide S nurburgring Ulrich Bez

Lascia una risposta

 
Pinterest