GPL e metano, le alternative da Fiat

GPL e metano, le alternative da Fiat

15 feb, 2012

GPL e metano, le soluzioni alternative e immediate  al rincaro dei combustibili e alle limitazioni del traffico

Fonte: Fiat Group Automobiles

Torino, Italia. 13 febbraio 2012. La situazione economica attuale evidenzia un aumento crescente dei prezzi del carburante. Nello stesso periodo, diverse amministrazioni locali e governi nazionali hanno posto maggiori attenzioni alla riduzione delle emissioni di CO2, attraverso incentivi o limitazioni alla circolazione. Tutto questo va di pari passo anche con una crescente attenzione da parte dei clienti ai costi di gestione della propria vettura.

Da sempre Fiat Group Automobiles è in prima fila nella ricerca di soluzioni innovative per il contenimento delle emissioni inquinanti e del livello di CO2. Per raggiungere questo importante traguardo il Gruppo Fiat propone soluzioni concrete che sono alla portata di tutti e sono disponibili oggi. Lo dimostrano i prodotti presenti sul mercato, i piani di ricerca e sviluppo, le iniziative di mobilità sostenibile portate avanti in collaborazione con la Pubblica Amministrazione e gli investimenti nello sviluppo di nuovi prodotti.

In particolare, Fiat Group Automobiles è l’unico costruttore europeo a proporre un’ampia e articolata gamma di vetture e veicoli commerciali a doppia alimentazione GPL/benzina e metano/benzina. Ma se attualmente la maggioranza delle vetture circolanti alimentate a GPL o metano sono state trasformate a gas con installazioni “after-market”, il Gruppo Fiat ha scelto di entrare in questo settore con impianti specifici progettati, fabbricati e garantiti da ciascun Brand e commercializzati attraverso la normale rete di vendita.

Le alimentazioni alternative (GPL e metano) di Fiat Group Automobiles contribuiscono in modo significativo ai primati assegnati dagli ultimi studi della società JATO, leader mondiale per la consulenza e ricerca nel campo automotive. Infatti, secondo le analisi dell’istituto indipendente Jato Dynamics, negli ultimi 4 anni Fiat è risultato il brand più ecologico tra i principali marchi automobilistici più venduti in Europa con un livello medio di emissioni di CO2 pari a 123,1 g/km contro una media mercato di 140,9 g/km. Inoltre, nel 2011 Fiat S.p.A è stata riconosciuta, per il terzo anno consecutivo, leader di sostenibilità ed è stata confermata negli indici Dow Jones Sustainability (DJSI ) World e Dow Jones Sustainability Europe.

Il prezzo dei carburanti aumenta in un maniera non proporzionale

Negli ultimi tre anni, i carburanti alternativi, in confronto ai tradizionali, hanno registrato aumenti estremamente contenuti, mentre benzina e diesel sono aumentati più del 50%.

  

Dal rapporto ACI – Censis 2011

Il 10% degli automobilisti modifica le abitudini d’uso dell’auto per il caro benzina

 

Il carburante rappresenta quasi il 50% della spesa annuale delle famiglie per l’auto

 

 

Nel 2011 il costo del carburante è percepito come ingiusto da circa l’85% degli automobilisti (68% nel 2010)

 

Perché scegliere il metano

1)   Pulito

Dal punto di vista prettamente ecologico il metano è il combustibile più pulito attualmente disponibile. Infatti, rispetto al gasolio, le vetture a metano non emettono particolato e le emissioni di ossidi di azoto sono inferiori di circa il 90%. Invece, rispetto alla benzina, i propulsori a metano garantiscono una riduzione degli ossidi di azoto di circa il 50% e di quasi il 25% di CO2 contribuendo così alla riduzione dell’effetto serra e dei cambiamenti climatici e permettendo di circolare nelle “zone a traffico limitato” delle nostre città, di parcheggiare il veicolo anche in autorimessa e sui traghetti.

2)   Economico

Sotto l’aspetto economico, la scelta del metano si conferma una valida alternativa ai combustibili tradizionali. Infatti, rispetto a gasolio o a benzina, il metano costa circa la metà; questo permette di percorrere con la medesima spesa il doppio dei chilometri: ad esempio con Punto Natural Power si può coprire la distanza Torino – Napoli (893 km) con 35 euro, contro gli 87 euro di un benzina. Inoltre, un dato fondamentale che riguarda le auto a metano della gamma Fiat è che sono tutte bi-fuel, ossia hanno tutte una doppia alimentazione (metano e benzina), questo garantisce una soglia di autonomia record (esempio: circa 1.000 km con Punto Natural Power) che si traduce in una massima libertà di movimento, anche se non si è nelle vicinanze di uno degli 857 distributori aperti ad oggi si può tranquillamente proseguire utilizzando la benzina.

La rete distributiva GPL copre bene quasi tutte le regione d’Italia, incluse le autostrade, mentre la rete distributiva metano ha avuto un incremento di un terzo negli ultimi 4 anni

1)   Sicuro 

Un altro elemento importante è la sicurezza: secondo lo standard EPA (l’Agenzia statunitense che si occupa di protezione ambientale), il metano è più sicuro di benzina e GPL, secondo solo al diesel. Inoltre, i veicoli OEM, ossia le auto di primo impianto, quelle che vengono assemblate nella fabbrica già provviste delle modifiche all’autotelaio realizzate da una tecnologia dedicata, sono soggetti alle prove di crash e di emissioni al pari dei veicoli convenzionali e vantano i massimi standard di comfort e sicurezza. E forse non tutti sanno che il metano non è un gas tossico in quanto la sua molecola non tende a formare composti con altre sostanze nell’atmosfera ed ha un ridotto rischio di incendio.

Sempre per la sua struttura molecolare, il metano presenta un’alta resistenza alla detonazione che permette di utilizzare elevati rapporti di compressione senza bisogno di additivi chimici come per le benzine, con il risultato di aumentare il rendimento energetico con una notevole riduzione dei consumi. Inoltre, il metano ha densità inferiore rispetto all’aria, quindi, in caso di fuoriuscite accidentali, tende a volatilizzarsi e a salire verso l’alto senza dare luogo a pericolose concentrazioni. Per questo motivo i veicoli alimentati a metano possono parcheggiare in tutte le autorimesse, anche quelle interrate, e possono viaggiare sui traghetti.

2)   Strategico 

Il metano gioca un ruolo strategico nel settore dei trasporti per la diffusione delle fonti rinnovabili in quanto tecnologia ponte per predisporre le basi per lo sviluppo di una soluzione ancora più ecologicamente sostenibile: il biometano. Si tratta di un gas di origine non fossile, prodotto tramite digestione anaerobica e purificato per giungere ad una composizione analoga a quella prevista per il gas naturale. In particolare, in un’ottica “well-to-wheel” (dal pozzo alla ruota), un veicolo alimentato a biometano produce emissioni di CO2 paragonabili a quelle di un veicolo elettrico alimentato con energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Dunque, questo carburante potrà aiutare l’Italia a ottemperare alla Direttiva 2009/28/EC sulle Fonti Rinnovabili, che prevede l’obbligo di raggiungere il target del 10% nel settore trasporti nel contesto degli obiettivi del 20% di Fonti Rinnovabili di energia entro il 2020.

Tutti i motori Fiat a metano sono compatibili fin da subito con il biometano.

 

Perché scegliere il GPL

1)    È il combustibile più economico 

I costi chilometrici di percorrenza dei veicoli a GPL sono di gran lunga inferiori rispetto a quelli benzina. Il costo chilometrico del GPL è circa la metà rispetto alla benzina e per questo motivo è possibile ottenere da subito consistenti risparmi. Per esempio Punto 2012 EasyPower è in grado di coprire la distanza da Torino a Napoli (893 km) con soli 46,2 euro, 40 euro in meno rispetto alla benzina (87,2).

2)    Rispettoso dell’ambiente 

Il GPL è un idrocarburo che si ottiene dal processo di raffinazione del greggio o direttamente per estrazione, mediante semplici procedimenti di separazione dal gas naturale o dal petrolio, con il quale si trova associato nei giacimenti. Per questo non contiene benzene o piombo: sostanze assai nocive e presenti nei carburanti tradizionali. Inoltre non produce particolato PM10, un residuo della combustione, una delle principali cause di inquinamento nelle città. Per questo motivo, grazie alle sue caratteristiche eco-compatibili, analogamente all’alimentazione metano, i veicoli GPL possono essere utilizzati anche quando le pubbliche amministrazioni locali prevedono limitazioni al traffico a causa degli elevati livelli di inquinamento atmosferico. Questa è anche la ragione per cui molti Paesi europei prevedono incentivi nazionali o locali all’acquisto di auto alimentate a GPL.

3)    Esentato da imposte e limitazioni di traffico

Il GPL permette di circolare nelle zone dove viene inibito l’accesso al traffico alle vetture benzina e diesel e più in generale durante le giornate di blocco del traffico. A Milano ad esempio è consentito l’accesso all’area C senza oneri (5 euro al giorno per le altre alimentazioni) e a Roma l’accesso alla Fascia  Verde. In alcune province d’Italia sono anche previste riduzioni sull’Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT) e sul pagamento del bollo. Infatti, rispetto a benzina e gasolio, riduce fino al 15% in meno di anidride carbonica, fino al 20% in meno di monossido di carbonio e fino al 60% in meno di idrocarburi incombusti. Grazie a queste caratteristiche, il GPL assicura lunga vita al motore e migliora la qualità dell’ambiente.

4)    Garantito dalla Casa

Rispetto ad una “trasformazione” in aftermarket, una vettura di primo impianto – come lo sono tutte quelle di Fiat Group Automobiles – presenta infine numerosi vantaggi. Per esempio, l’utilizzo di materiali e componenti specifici e l’applicazione di una tecnologia dedicata, consente al cliente di beneficiare di una garanzia contrattuale Fiat. Inoltre, poiché le modifiche all’autotelaio vengono effettuate direttamente in fabbrica, la vettura vanta i massimi standard di comfort e sicurezza come dimostrano i numerosi e severi test cui vengono sottoposti i vari elementi del sistema. Per questo motivo le Lancia GPL possono essere tranquillamente parcheggiate in autorimesse. Un ulteriore punto di forza dell’alimentazione a GPL è che non penalizza né abitabilità né prestazioni della vettura.

Le soluzioni di Fiat Group Automobiles

Tutti i modelli di Fiat Group Automobiles a doppia alimentazione (GPL/benzina e metano/benzina) sono di primo impianto (OEM) e quindi sono certificati e garantiscono rispetto delle normative di sicurezza, qualità e  affidabilità ai massimi livelli, minori costi di gestione, oltre ad essere omologati Euro 5 per la massima libertà di movimento anche nelle ZTL dei centri urbani e nelle giornate di limitazione del traffico.

Rispetto delle più recenti normative di sicurezza

Sicurezza attiva:

  • Le vetture metano e GPL mantengono invariati sistemi e caratteristiche di sicurezza attiva rispetto alle equivalenti versioni benzina e diesel;
  • Vetture sottoposte a crash test e con componenti soggette a severi test di sicurezza;
  • Vetture conformi alle normative europee e certificazione del costruttore.

 

Sicurezza passiva:

  • Il posizionamento e gli attacchi di bombole e serbatoio sono stati progettati nel rispetto di severi standard di sicurezza  per superare le prove d’urto;
  • elettrovalvole che regolano il passaggio di metano e GPL;
  • Presenza di elettroiniettori che permette un dosaggio del GPL particolarmente accurato ed esclude ogni possibilità di ritorno di fiamma;
  • Vetture dotate di Fire Protection System, interruttore di blocco carburante.

 

Qualità e affidabilità  inalterate

  • Mantenimento delle caratteristiche di guidabilità del motore benzina grazie al sistema di iniezione Multipoint Sequenziale;
  • nessuna rinuncia alle prestazioni (coppia, potenza e affidabilità) rispetto al motore benzina (per i motori GPL);
  • garanzia degli standard qualitativi  in quanto l’installazione dell’impianto avviene direttamente in fabbrica sulle stesse linee di montaggio. 

 

Tecnologia all’avanguardia

Inoltre, tutti i modelli con alimentazione bi-fuel di Fiat Group Automobiles vantano l’adozione delle tecnologie più avanzate in questo campo tra le quali citiamo: 

  • il potente 1,4 T-Jet Turbo che associa l’efficienza delle alimentazioni Metano e GPL a le prestazioni di un motore turbo;
  • lo sviluppo di un’unica centralina motore capace di gestire allo stesso tempo benzina e GPL;
  • la progettazione di piattaforme dedicate che garantiscono una perfetta integrazione dei serbatoi / bombole senza inficiare sull’abitabilità della vettura;
  • l’applicazione futura dell’innovativa tecnologia TwinAir al metano con una conseguente doppia riduzione dei consumi senza rinunciare al fun to drive.

 

Gamma METANO

Fiat Natural  Power
Modello Motorizzazione
Fiat Punto 2012   1.4 8v Fire da 77 CV  (70 CV con alimentazione a  metano) 
Fiat Panda Classic 1.4 8v Fire da 77 CV (70 CV con alimentazione a  metano)
Fiat Qubo 1.4 8v Fire da 77 CV  (70 CV con alimentazione a  metano)
Fiat Doblò 1.4 16v Fire T-Jet da 120 CV
Fiat Professional Natural Power (veicoli commerciali)
Modello Motorizzazione
Fiat Doblò Cargo 1.4 Fire T-jet 120 CV
Fiat Ducato 3.0 F1C 16v 140 CV
Fiat Fiorino 1.4 Fire 70 CV
Fiat Panda Van 1.4 Fire 69 CV
Fiat Punto Van 1.4 Fire 70 CV

 

Gamma GPL

Fiat EasyPower 
Modello Motorizzazione
Fiat Punto 2012  1.4 Fire da 77 CV 
Fiat Bravo 1.4 Fire da 90 CV
Fiat Idea 1.4 Fire da 77 CV
Fiat 500 1.2 Fire da 69 CV
Fiat Panda Classic 1.2 Fire da 69 CV
Fiat Professional EasyPower (veicoli commerciali)
Fiat Grande Punto Van 1.4 Fire da 77 CV 
Lancia Ecochic
Modello Motorizzazione
Lancia Musa 1.4 8v da 77 CV
Lancia Nuova Ypsilon 1.2 Fire EVO II da 69 CV
Lancia Delta 1.4 GPL Turbo da 120 CV
Alfa Romeo GPL Turbo
Modello Motorizzazione
Alfa Romeo Giulietta 1.4 GPL Turbo da 120 CV
Alfa Romeo MiTo 1.4 GPL Turbo da 120 CV

 

Le gamme Fiat Natural Power (metano) e Fiat EasyPower (GPL )

Fiat ritiene che la propulsione a metano sia la scelta tecnologica più appropriata nell’immediato per contribuire a ridurre le emissioni di CO2 nelle aree urbane e che l’acquisto di un’auto alimentata a metano sia una scelta economicamente molto vantaggiosa. Pioniere oltre 15 anni fa di questa tecnologia, oggi Fiat è leader europeo nel campo delle vetture di primo impianto a metano (OEM) con oltre 480.000 unità vendute dal 1997 ad oggi, tra vetture e veicoli commerciali. Inoltre, Fiat è il primo e unico costruttore ad offrire con la linea ecologica “Natural Power” un’ampia gamma, tra vetture e veicoli commerciali si contano 9 modelli, capace di rispondere alle esigenze di mobilità di una vasta categoria di clienti, compreso il settore professionale del trasporto merci.

Insieme alla linea Natural Power, Fiat propone  la gamma EasyPower  (GPL/benzina) che si caratterizza anch’essa per l’adozione di un impianto progettato, prodotto e garantito dal brand stesso e commercializzato attraverso la normale rete di vendita.

Leadership europea con le vetture Fiat a metano 

La gamma Fiat Natural  Power si compone dei modelli  Punto 2012, Panda Classic,  Qubo – tutte equipaggiate con il propulsore il  1.4 8v Fire da 77 CV  ( 70 CV  quando funziona a metano) – e Doblò con 1.4 16v Fire T-Jet in da 120 CV. Invece, appartengono alla gamma Natural Power di Fiat Professional i veicoli commerciali Doblò Cargo 1.4 Fire T-jet 120 CV, Ducato 3.0 F1C 16v 140 CV, Fiorino 1.4 Fire 70 CV, Panda Van 1.4 Fire 69 CV, Punto Van 1.4 Fire 70 CV.

Tutti i modelli Natural Power di Fiat e Fiat Professional propongono propulsori a doppia alimentazione (metano e benzina) fra loro indipendenti: di norma, infatti, funzionano a metano e solo l’avviamento si effettua sempre a benzina (ad eccezione del nuovo Ducato che utilizza il serbatoio di benzina solo in modalità “recovery”), passando subito dopo e automaticamente all’altro sistema. L’intervento a benzina è richiesto solo quando il gas nelle bombole è prossimo all’esaurimento, e comunque è sempre possibile passare da metano a benzina e viceversa volontariamente, premendo un pulsante posto sulla plancia. Ovviamente, l’ubicazione e la capacità del serbatoio di metano sono diverse per ciascun modello.

In particolare, i modelli Punto 2012, Panda Classic e Qubo Natural Power adottano lo stesso propulsore , il  1.4 8v Fire da 77 CV  che, quando funziona a metano, eroga  70 CV  a 6.000 giri/min e coppia di 104 Nm a 3.250 giri/min. In particolare,  il motore bi-fuel assicura basse emissioni di CO2 (107 g/km  per Panda Classic, 114 g/km  per Qubo e 115 g/km per Punto 2012),  ottima guidabilità e buone prestazioni: la velocità massima è di 162 km/h per Punto 2012, 163 km/h per Panda Classic e 155 km/h  per  Qubo.

Infine, Doblò Natural Power è equipaggiato con  il potente 1.4 16v Fire T-Jet in configurazione bi-fuel (metano e benzina) che  coniuga al meglio il rispetto per l’ambiente e l’economia di esercizio, senza però rinunciare alle prestazioni. Infatti, vanta una grande elasticità di marcia e spunti brillanti, anche a pieno carico, grazie agli elevati valori di potenza (120 CV a 5.000 giri/min) e di coppia (206 Nm a 2.000 giri/min) a disposizione e alla notevole prontezza di risposta, assicurata dalla ridotta inerzia del turbocompressore con intercooler. Alle ottime prestazioni corrisponde anche un’interessante riduzione di emissioni e consumi: nel ciclo combinato si registrano 134 g/km di CO2 e 4.9 kg/100 km di metano.

Fiat EasyPower: la più articolata offerta GPL sul mercato

La gamma Fiat EasyPower è una delle più complete nel panorama automobilistico che si compone dei modelli  Punto 1.4 77 CV (anche in versione Van), Bravo 1.4 90 CV, Idea 1.4 77 CV, 500 1.2 69 CV e Panda Classic 1.2 69 CV.

Nasce così un prodotto che assicura tutte le garanzie di qualità, efficienza e sicurezza proprie delle vetture alimentate a benzina, diesel o metano. Più in dettaglio, i propulsori per queste versioni adottano, a seconda dei modelli, una testata con punterie idrauliche e valvole, e relative sedi, realizzate con materiali e geometrie ottimizzati per il funzionamento a GPL.

Ogni motore dispone inoltre di un sistema di aspirazione specifico, per accogliere gli iniettori del GPL, oltre a tutti i relativi cablaggi elettrici supplementari già integrati. Bisogna sottolineare che la normativa Euro 5 è molto più severa di quella Euro 4. I motori GPL Euro 5 devono poter rispettare i parametri omologativi di emissione per almeno 160.000 chilometri. Ecco perché Fiat Group Automobiles ha sviluppato un’unica centralina motore capace di gestire entrambi i tipi di carburante, benzina e GPL. Dunque, la gamma “EasyPower” Euro 5 rispetta perfettamente tutti i requisiti della normativa.

La progettazione è finalizzata alla massima affidabilità e alla completa integrazione del motopropulsore con l’impianto GPL, installato direttamente in fabbrica. La bombola – di tipo toroidale – è collocata nel vano della ruota di scorta per non sottrarre spazio al bagagliaio (è di serie il kit di gonfiaggio). Inoltre, a seconda dei modelli, il serbatoio offre una capienza differente (il valore tiene già conto del limite dell’80% del riempimento del serbatoio previsto dalla normativa vigente): 38 litri per la Punto, 34 litri per Idea, 41 litri per la Bravo, 31 litri per la Panda e 500.

Infine, le vetture a GPL conservano la possibilità di essere alimentate a benzina: la commutazione da un carburante all’altro può essere effettuata in marcia tramite un pulsante specifico, a tutto vantaggio dell’autonomia complessiva. A titolo di esempio, l’autonomia complessiva di una Punto EasyPower può consentire di percorrere più di 1.300 km.

Fiat Punto 1.4 5porte : tragitti e alimentazioni a confronto

Fare il pieno di metano costa solo 12 euro e, a parità di percorrenza, viaggiare a metano costa il 64% meno rispetto al benzina. Inoltre, in confronto con la corrispondente versione benzina, ogni 18.000 km percorsi con una Fiat Punto Natural Power (metano) si risparmia più di 1.000 euro mentre con una Punto EasyPower (GPL) si risparmiano oltre 800 euro.

Promozione Fiat

Fino al 29 febbraio 2012 Fiat propone una promozione vantaggiosa per acquistare una vettura della  gamma GPL o metano. Per quanto riguarda il metano, il marchio Fiat offre la possibilità di usufruire di “ecobonus” fino a 4 mila euro. Per esempio,  il Qubo MyLife Natural Power 1.4 è disponibile a 13.950 euro con clima, radio CD-MP3, sistema Blue&Me, navigatore Blue&Me TomTom Live 2, barre portatutto. Allo stesso modo, la Panda Classic Natural Power 1.4 costa  10.450 euro con clima. Invece, per  le motorizzazioni GPL, è previsto l’acquisto di vetture Fiat Easy Power allo stesso prezzo del benzina. Per esempio, è possibile avere Fiat Punto Pop 2012  1.4 (3 porte) a 10.700 euro con ESP incluso; Fiat 500 Pop  a  11.250 euro compreso radio con lettore CD-MP3; Fiat  Bravo Active 1.4 90 CV a 15.450 euro con ESP, clima e radio con lettore CD di serie.  Infine, l’offerta è completata da un finanziamento di 48 mesi, con anticipo zero e interessi zero,  incluso il Prestito Protetto, la tutela assicurativa che copre, in caso di perdita di lavoro, il pagamento delle rate: una sicurezza che di questi tempi è particolarmente apprezzata dai clienti.

Lancia Ecochic (GPL/benzina)

La gamma Lancia Ecochic con doppia alimentazione (GPL e benzina) rappresenta un innovativo concetto di automobile “amica dell’ambiente”, in quanto esclusivo ma accessibile, spaziosa ma compatta, brillante ma parca nei consumi.

Composta dai modelli Lancia Musa 1.4 8V Euro 5 da 77 CV, Lancia Ypsilon 1.2 Fire EVO II da 69 CV – a breve sarà disponibile anche la Delta 1.4 da 120 CV, l’unico Turbo GPL nella categoria – l’offerta conferma la costante attenzione di Lancia alle tematiche ambientali attraverso la ricerca e lo sviluppo di soluzioni concrete che sono alla portata di tutti e sono disponibili oggi.

In dettaglio,  il nuovo propulsore bi-fuel 1.2 Fire EVO II (benzina e GPL) Euro 5 di Lancia Ypsilon 5 porte sviluppa 69 CV a 5.500 giri/min e una coppia massima di 99 Nm a 3.000 giri/min. Così equipaggiata la versione Ecochic della “fashion city car” Lancia raggiunge una velocità massima di 163 Km/h e un’accelerazione da 0-100 Km/h in 14.5 secondi.

Interessanti anche le prestazioni di Lancia Musa Ecochic che accelera da 0-100 Km/h in 13,5 secondi mentre la velocità massima è di 163 km/h, grazie al propulsore bi-fuel 1.4 8V Euro 5 da 77 CV a 6.000 giri/min di potenza massima e 115 Nm a 3.000 giri/min di coppia massima.

Infine, La nuova Delta GPL adotta il motore bi-fuel 1.4 Turbo Jet che sviluppa una potenza massima di 120 CV  a 5.000 giri/min e una coppia massima di 206 Nm a giri/min 1.750. Così equipaggiata la vettura raggiunge una velocità massima di 195 Km/h e un’accelerazione da  0-100 Km/h in 9,8 secondi.

Inoltre, visti i ridotti livelli di emissioni di CO2 – Ypsilon (110 g/km) , Musa (119 g/km)  e Delta (131 g/km) – i tre modelli Ecochic beneficiano di bonus governativi in diversi Paesi europei.

Le vetture  Lancia Ecochic sono state progettate per funzionare indipendentemente sia a benzina sia a GPL: l’avviamento del motore avviene sempre a benzina anche in modalità GPL, con passaggio automatico dopo circa 40 secondi. Ovviamente, la commutazione da un carburante all’altro può essere effettuata in marcia tramite un pulsante specifico. Qualora il guidatore si trovasse senza più GPL nella bombola, la commutazione a benzina avverrebbe automaticamente garantendo la fluidità di marcia. L’autonomia complessiva è notevole: oltre 1500 km.  Infine, la bombola di GPL – di tipo toroidale (a ciambella) – ha una capienza di 30.5 litri (Ypsilon) e 40 litri (Musa) e 41 litri (Delta) ed è collocata nel vano della ruota di scorta per non sottrarre spazio al bagagliaio (è di serie il kit di gonfiaggio).

Promozione Lancia 

Fino al 29 febbraio 2012 Lancia Musa Ecochic, nell’allestimento Diva, è offerta a  18.100 euro (chiavi in mano) mentre il listino della nuova Ypsilon Ecochic parte da 14.600 euro per l’allestimento Silver (motorizzazione bi-fuel disponibile per entrambi i modelli anche sugli allestimenti Gold e Platinum). Fino al 29 febbraio 2012, grazie ad una promozione di Lancia e della sua rete di vendita italiana, le versioni Ecochic di Musa e Ypsilon (5 porte) possono essere acquistate allo stesso prezzo del benzina con climatizzatore incluso. In questo modo, chi sceglie una vettura Lancia a GPL  risparmia sia al momento dell’acquisto sia nell’uso quotidiano che ne farà. Infatti, il GPL è un combustibile considerevolmente meno caro di benzina e gasolio (il prezzo al litro è circa il 50% in meno rispetto alla benzina verde) e la rete distributiva è capillare sull’intero territorio europeo con oltre 10.000 punti di vendita.

Alfa Romeo GPL Turbo: prestazioni e rispetto ambientale 

Alfa Romeo inizia il 2012 introducendo per i modelli Giulietta e MiTo il  1.4 GPL Turbo 120 CV a doppia alimentazione (GPL e benzina), un entusiasmante concentrato di potenza e tecnologia in linea con i valori del Brand, in quanto capace di associare performance di alto livello con il rispetto dell’ambiente e costi di gestione ridotti.

Anche per l’alimentazione GPL Giulietta e MiTo hanno saputo inserirsi nella tradizione delle migliori Alfa Romeo, raccogliendone l’eredità  in termini di performance e offrendo un motore turbo.  Su questa motorizzazione è di serie il selettore di guida ALFA DNA, che permette di adattare il carattere della vettura alle esigenze del guidatore e alle diverse condizioni stradali (Dynamic per chi cerca una guida sportiva, Natural per una guida volta alla massima efficienza e All Weather per migliorare le condizioni di aderenza in condizioni climatiche avverse).

Progettata, fabbricata e garantita da Alfa Romeo, l’unità propulsiva bi-fuel 1.4 Turbo da 120 CV omologata Euro 5 garantisce le stesse caratteristiche di coppia, potenza e affidabilità del motore benzina. In particolare, con una potenza massima di 120 CV (88 Kw) a 5.000 giri/min e una coppia massima di 206 Nm (21 kgm) a 1.750 giri/min, Giulietta GPL raggiunge una velocità massima di 195 Km/h e un’accelerazione da 0-100 Km/h in 10,3 secondi. Prestazioni eccellenti anche per il modello MiTo che assicura una velocità massima di GPL raggiunge una velocità massima di 198 Km/h e un’accelerazione da 0-100 Km/h in 8,8 secondi.

L’avviamento di Giulietta Turbo GPL e MiTo Turbo GPL avviene sempre a benzina, con passaggio automatico a GPL dopo il raggiungimento delle condizioni ottimali (temperatura acqua motore, soglia minima di giri). Ovviamente, la commutazione da un carburante all’altro può essere effettuata in marcia tramite un pulsante specifico integrato in plancia sul tunnel centrale. Qualora il guidatore esaurisse il GPL nel serbatoio, la commutazione a benzina avverrebbe automaticamente garantendo la fluidità di marcia.

Per entrambi i modelli Alfa Romeo il serbatoio di GPL – di tipo toroidale (a ciambella) – ha una capacità massima rifornibile di 38 litri ed è posizionato in un vano del bagagliaio senza togliere spazio per eventuali bagagli.

Per effettuare il rifornimento il bocchettone di carica del gas (completo di valvola di “non ritorno”) è situato accanto al tappo del bocchettone della benzina, quindi non viene modificata la fluidità delle forme, le nervature della fiancata e le linee tese che disegnano la forma compatta e dinamica di Alfa Romeo Giulietta e Alfa Romeo MiTo. 

Il costo del rifornimento è pari a circa 28 € e consente di aumentare fino a circa 1.400 Km l’autonomia complessiva delle due vetture.  Il serbatoio per il GPL è certificato secondo la normativa vigente per garantire la massima sicurezza in tutte le condizioni ambientali e di funzionamento.

Promozione Alfa Romeo

Sempre fino al 29 febbraio, è possibile usufruire di una promozione che consente di acquistare la versione MiTo 1.4 GPL Turbo 120 CV Euro5 allo stesso prezzo del benzina 1.4 MultiAir 105 CV.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: easypower multiair

Lascia una risposta

 
Pinterest