Ecorally San Marino, Sanremo, Montecarlo

Ecorally San Marino, Sanremo, Montecarlo

26 giu, 2016

Ecorally San Marino, Sanremo, Montecarlo: sul podio le auto che rispettano l’ambiente

Fonte:

 

Monte-Carlo, Principato di Monaco. 19 Giugno 2016. Si sono conclusi a Monte-Carlo con la cerimonia di premiazione l’11° Ecorally San Marino, Sanremo, Monte-Carlo e l’8° , Rally ecologico di regolarità per giornalisti, competizioni di regolarità su strada dedicate ai mezzi a basso impatto ambientale, che in Italia rappresentano l’8,33% del circolante autovetture:2.137.078 autovetture a (5,72%), 883.190 a (2,36%), 82.381 sono ibridi benzina (0,22%), 4.584 le elettriche, pari allo 0,01% e infine gli ibridi diesel, 2.967 unità, ovvero lo 0,01% (dati Aci al 31 dicembre 2015).

I veicoli, tutti di uso comune, a dimostrazione del fatto che è già possibile muoversi ogni giorno inquinando pochissimo, hanno raggiunto il Principato di Monaco alle 12 e percorrendo i Boulevard du Jardin Exotique e Rainier III hanno raggiunto la Place d’Armes. Gli equipaggi si sono poi spostati al ristorante Castelrocper pranzo e cerimonia di premiazione. Dieci auto, scelte tra le vincitrici e tra lepiu’ rappresentative sono rimaste nel frattempo esposte sulla PlaceduPalais del Principato, da sempre sensibile alle tematiche ambientali e al contributo della mobilita’ alternativa.

Gli equipaggi in gara hanno percorso, in tre giorni, 843chilometri suddivisi in 3 tappe e 14 settori di gara, con 6 prove segrete a velocità media imposta rilevate con fotocellula, 3 riordini – a Parma, al Castello di Sarmato e a Sanremo – e 14 pressostati di rilevamento del tempo. Particolarmente appassionante il tracciato del sabato sulle tracce del Rally di Sanremo, che ha richiesto il massimo impegno da parte dei concorrenti per conciliare guida ecologica, sicurezza e competizione.

Le 40 auto in gara nell’11 Ecorally, che è anche gara ufficiale di regolarità internazionale inserita nel calendario Coppa FIA Energie Alternative, erano partite venerdi’ alle 13.01 da San Marino alle 08.01, a distanza di un minuto l’uno dall’altro. Le tappe e le prove: l’Ecorally 2016 e’entrato subito nel vivo con tre prove di regolarità a velocità costante prima di imboccare l’autostrada A14 alla volta di Forlì, con transito alla Zannoni Carburanti per due pressostati.

Poi Bologna, dove i pressostati sono stati posizionati alla Sprint Gas e alla . In area modenese, passaggio al distributore di Vignola e da Maranello, con controllo di passaggio a timbro davanti alla Ferrari. Ultimo stop della giornata a Corte Tegge (Re), per cimentarsi con i pressostati posizionati presso lo stabilimento . Il primo giorno di gara e’ terminato a Parma, da dove le auto in gara sono ripartite il mattino del sabato per le prime due tappe con pressostati alla a Bianconese di Fontevivo e alla di Fidenza.

A seguire il tour dei castelli di Parma e Piacenza,con 2 tubi pressostatici al Castello di Vigoleno, poi tra il Castello di Agazzano e quello di Castelnovo, dove si e’ svolta anche anche una prova di regolarità a velocità costante. Arrivo al Castello di Sarmato per il pranzo poi autostrada fino ad Imperia. A seguire due prove di regolarità a velocità costante prima di giungere a Sanremo, arrivo del secondo giorno di gara. Domenica 19 partenza da Sanremo per Ventimiglia, Olivetta (confine di Stato) e Castellar, in territorio francese, dove alla stazione di servizio La Carel si sono svolti i controlli finali dei carburanti. Infine l’ultimo tratto fino a Monte-Carlo.

Classifiche e premiati

Per l’11° Ecorally, primi classificati Guido Guerrini e Francesca Olivoni, Ecomotori Racing Team, su Abarth 500 a GPL, secondi classificati Fabio Loperfido e Alessandro Moretti, Ecomotori Racing Team, su Abarth 500 a metano, terzi i canadesi Lucas e PiotrNytko, scuderia NytkoMotorsport, su Toyota Yaris, quarti Massimo Liverani e Valeria Strada, Montecarlo Engineering Racing Team, su Alfa Romeo Mito QuadrifoglioVerde a GPL, quinti i francesi ArturPrusak e ThierryBenchetrit, scuderia Simulang, su Toyota Prius ibrida.

Classifica FIA Alternative Energies Cup, primi ArturPrusak e ThierryBenchetrit, scuderia Simulang, su Toyota Prius ibrida, secondi Massimo Liverani e Valeria Strada, Montecarlo Engineering Racing Team su Alfa Romeo Mito Quadrifoglio verde a GPL, terzi Fabio Loperfido e Alessandro Moretti, Ecomotori Racing Team, su Abarth 500 a metano. Al quarto posto Guido Guerrini e Francesca Olivoni, anche loro dell’Ecomotori Racing Team, a bordo di una Abarth 500 a GPL. Al quinto posto l’equipaggio canadese composto da Lucas e PiotrNytko, NytkoMotorsport, su Toyota Yaris ibrida.

L’8° Ecorally Press, in collaborazione con Assogasliquidi e Consorzio Ecogas, partner tecnici Energas, Lampogas e Zetagas, vede sul podio più alto Paolo Benevolo e Fabrizio Giamminuti, Ufficio Stampa Aci Onda Verde, su Toyota Prius, secondi Fulvio Maria Ballabio e Fulvio Ciervo, Montecarlo Engineering Racing Team, su Alfa Romeo Giulietta a GPL, terzi Luca Comandini e Claudio Anniciello di Sicurauto.it, scuderia Tartarini Auto, su Ford Ka a GPL, quarti Stefano Panzeri e Alberto Balestra, Ecomobile, scuderia My En. Quinte Riccarda Robbiati e Sonia Milani di Eracemotorblog.it su Lancia Y a GPL che si aggiudicano anche la Coppa delle Dame.

Trofeo Nello Rosi, promosso da My En, Unione Gas Auto ed Ecomobile al Centre de Presse di Monaco, consegnato al direttore Jean Pierre Doria, per il supporto ricevuto in questa prima edizione che vede il Principato di Monaco prestigiosa meta di un evento tutto dedicato all’auto ecologica.Menzione speciale per L’Automobile, consegnata ad Andrea Cauli e Marco Perugini, in gara nel Press. La motivazione: il rilancio della piu’ antica rivista italiana dell’auto voluto dall’Automobile Club d’Italia,che e’ tornata in pista on line e a breve anche in edizione cartacea.

Premio per il primo equipaggio sammarinese, in collaborazione con Banca Cis, al capo redattore della tv di Stato della Repubblica di San Marino Sergio Barducci, in gara con Gianluca Dolcini su Audi A3 a metano. Premio Speciale Calafuria, promosso da Vincenzo Catarsi Mare, cantiere nautico impegnato per la promozione della navigazione a basso impatto ambientale, ancora a Fulvio Maria Ballabio, che oltre ad essere giornalista e Console del Principato e’ da sempre impegnato sia nel settore nautico, sia in quello dei motori.Altri riconoscimenti sono andati al Console del Principato di Monaco Augusto Spaggiari e a EstelleAntognelli, della Direzione del Turismo e dei Congressi di Monaco, per il supporto dato alla manifestazione.(M.d.O)

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: consorzio ecogas ecorally press ecorally san marino sanremo montecarlo gas naturale gpl lampogas Landi Renzo metano socogas tartarini auto Unione Gas Auto zannoni carturanti

Lascia una risposta

 
Pinterest