Turisti in barca solare

Turisti in barca solare

11 ago, 2013

- I bambini hanno fatto scoprire la barca solare alle rispettive mamme
- Coppia di marocchini residenti a Spirano sono ritornati in barca dopo l’esperienza dello scorso anno
- Una coppia di Canonica d’Adda ha anche navigato con noi nella loro giornata di vacanza a

di Marcelo Padin
Direttore Editoriale Electric Motor News

Lovere (Bg). Italia. Dopo un fortissimo temporale arrivato dalla Valle Camonica che venerdì serà a colpito Lovere, la giornata si è presentata meravigliosa, senza vento con un sole splendente ed un cielo completamente blu.

Nella mattinata, due bambini – Pietro e Marco – hanno fatto conoscere alle loro mamme la barca solare Davide.

“Eravamo a guardare e toccare le barche, poi è venuto un signore del porto che ci ha detto che non si possono toccare, ma ci ha fatto vedere le barche del primo pontile e ti abbiamo trovato” – ha detto con grande sincerità Pietro (5 anni) e insieme al suo amichetto coetaneo, sono corsi subito a chiamare le mamme.

Così Carolina e Stefania hanno conosciuto la barca solare Davide costruita da ed hanno navigato insieme a noi restando molto interessate alla barca e promettendo il ritorno, considerando che sono di Lovere e di Costa Volpino, quindi “giocano in casa”.

“E’ una bellissima iniziativa e sono molto contento di aver fatto il piccolo tour, la barca va benissimo… si va piano ma ci si gode il panorama” – ha detto Stefania, mentre Carolina ha mostrato interesse per altre barche elettriche e magari per un futuro acquisto.

Poi è stato il turno di Krafia Hakim con la sua signora, originari della città di Khouribga (Marocco) ma residenti a Spirano in provincia di Bergamo.

“Siamo ritornati perchè lo scorso anno c’era tanta gente e non abbiamo pututo salire, ma siamo rimasti interessati ed a distanza di un anno siamo riusciti a fare il giro” – ha detto. Noi dobbiamo ringraziare per la fedeltà e la pazienza.

Infine, a giornata quasi finita abbiamo navigato insieme a Fabio ed Angela, una coppia di Canonica d’Adda (BG), in gita giornaliera a Lovere.

“E’ interessante navigare in questa barca… ma quanto è profondo il lago qui? Io devo toccare… ” ha detto sorridendo mentre eravamo davanti alla Villa Tadini di Lovere.

Quando si è sentito dire che secondo la mappa in nostro possesso la profondità in quel punto oscilla tra i 50 ed i 100 metri, ha preferito cambiare discorso.

Entrambi simpaticissimi… abbiamo anche legato subito per le origini di Trezzo sull’Adda e per gli amici in comune… “e poi anche perchè siamo tutti del sagittario… quindi siamo speciali” – ha detto Angela sorridendo considerando la data di nascita di tutti noi.

Oggi si riprende dalle 10.00 alle 18.00 nel pontile n° 1 del .

Il servizio è patrocinato dal (www.comune.lovere.bg.it), dall’Associazione Ca.Lo.Pi.Cos dei Comuni dell’Alto Lago d’Iseo (Castro, Lovere, Pisogne e Costa Volpino), dal Porto Turistico di Lovere (www.portoturisticodilovere.it) e da Electric Motor News ed è promosso dallo IAT, l’Ufficio Turistico dell’Alto Sebino con sede a Lovere.

  

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: comune di lovere lovere porto turistico di lovere senofonte ambrosini ufficio turistico lovere

Lascia una risposta

 
Pinterest