Solar Impulse 2 ritorna in Svizzera

Solar Impulse 2 ritorna in Svizzera

28 nov, 2016

Fonte: Solar Impulse

 

, . 22 Novembre 2016. (Si2) -- l’iconico aereo solare a carburante zero con cui i piloti Bertrand e André a turno ai comandi hanno recentemente volato in tutto il mondo -- è stato spedito indietro dagli Emirati Arabi alla Svizzera. Insieme, hanno coperto per oltre 40’000km in 17 tappe e 15 mesi il giro del mondo, attraversando l’Asia, il Pacifico, gli Stati Uniti, l’Atlantico, il Mediterraneo e il Medio Oriente alimentato solo dall’energia del sole.

Tornato a casain Svizzera dove Si2 è stato costruito! La fusoliera viene scaricata in questo momento

Ora Si2 è finalmente tornato alle sue origini, dove l’idea è cominciata e l’avventura di resistenza perpetua è iniziata 13 anni fa. Molti ferventi sostenitori erano presenti ad assistere all’arrivo dell’aereo cargo e ad accogliere l’aereo rivoluzionario nel ritorno a casa. Un momento emozionante per il pubblico, ma anche per i piloti e la squadra attuale è stato questo atterraggio epico!

“Si2 è ora di nuovo a Dübendorf, dove è stato progettato e costruito e dove il team sta attualmente lavorando su soluzioni nuove ed efficienti di trasporto. Questo è un passo significativo in quanto si chiude davvero il ciclo dell’avventura di volare in tutto il mondo, ma si aprono anche molte nuove prospettive per il futuro “, ha commentato André.

“Anche se Si2 è ora tornato in Svizzera, il messaggio di Solar Impulse continua. Il volo in tutto il mondo è stato solo la prima parte dell’avventura; la seconda è l’Alleanza mondiale delle tecnologie pulite che è stata lanciata la scorsa settimana durante COP22″, ha sottolineato Bertrand sul pianerottolo del piano di carico.

Infatti, dal momento della fine del giro del mondo lo scorso luglio, il team è stato impegnato a impostare la World Alliance, prima del suo genere per le tecnologie pulite che è stata lanciata a Marrakech l’11 Novembre 2016 e i nostri tecnici hanno continuati a lavorare su nuovi progetti dirompenti e innovativi, come gli aerei elettrici senza pilota e di elevata resistenza. E come eredità diretta di Solar Impulse e il giro del mondo, queste avventure comportano ancora una volta altri viaggi d’avanguardia!

Si2 ha la volontà iniziale di stare al , ma questa soluzione è temporanea perché sono alla ricerca di trovare la migliore opzione per il futuro. Non è un compito facile dato la sua apertura alare di 72 metri! Ma, come spesso è accaduto con Solar Impulse, sia trovare la soluzione ottimale -- sia la progettazione del velivolo, la finestra di tempo giusto o le autorizzazioni necessarie -- è impegnativo.

Fino ad ora, musei in diverse parti del mondo hanno mostrato forte interesse ad ospitare Si2, ma nessuno di loro ha uno spazio sufficiente per un aereo di queste dimensioni. Abbiamo anche considerato il rimontaggio e di volare di nuovo a fini espositivi, ma anche lì, l’hangar a Dübendorf è troppo piccolo per ospitarlo -- ci sarebbe bisogno di trovare un altro spazio. Ultimo ma non meno importante, stiamo valutando con lui il futuro sviluppo di progetti tecnologici.

Allo stesso modo, c’è voluto un po ‘di tempo per trovare la soluzione ottimale per -- il primo prototipo -- che è ora ospitato presso la Cité des Sciences et de l’Industrie di Parigi, il più grande museo della scienza in Europa, dal Marzo 2015. Tuttavia , il nostro motto non è mai stato quello di andare veloce, ma di andare lontano, e siamo convinti che troveremo la soluzione ideale per Si2 molto presto.

Ecco l’intervista che abbiamo fatto a sulla griglia di partenza del Marrakesh ePrix di Formula E. Intervista di Marcelo Padin, riprese di Daniele Drago.

 

In English

Solar Impulse 2 arrives back in Switzerland

Source: Solar Impulse 2

Dubendorf, Switzerland. 22nd November 2016. Solar Impulse 2 (Si2) – the iconic and zero-fuel airplane with which our pilots Bertrand and André recently flew around the world  taking turns at the controls – was shipped back from the UAE to Switzerland today.  Together, they covered over more than 40’000km in 17 legs and 15 months, and crossed Asia, the Pacific, the USA, the Atlantic, the Mediterranean and the Middle East powered only by the energy of the sun.

Now Si2 is finally back to its origins, where the idea began and the adventure of perpetual endurance started 13 years ago. Many fervent supporters were present to witness the arrival of the cargo plane and welcome the revolutionary aircraft back home. An emotional moment for the public, but also for the pilots and team present for this epic landing!

“Si2 is now back in Dübendorf, where it was designed and built and where the team is currently working on new and efficient transportation solutions. This is a significant step as it really closes the loop of the adventure of flying around the world, but also opens many new perspectives for the future,” commented André.

“Even though Si2 is now is back in Switzerland, Solar Impulse’s message continues. The flight around the world was only the first part of the adventure; the second is the World Alliance for Clean Technologies that was launched last week during COP22,” emphasized Bertrand upon the landing of the cargo plane.

Indeed, since the end of the round-the-world flight last July, the team has been busy setting up the first of its kind World Alliance for Clean Technologies that was launched in Marrakesh on 11 November 2016 and our engineers have been continuing to work on new disruptive and innovative projects, such as unmanned and high endurance electric aircrafts. And as direct legacies of Solar Impulse and the round-the-world flight, these adventures are yet again other pioneering journeys!

Si2’s will initially be staying at the Dübendorf Airfield this solution is temporary and we are on the lookout to find the best option for her future. Not an easy task given her 72 meter wingspan! But as often with Solar Impulse, finding the optimal solution – be it the design of the aircraft, the right weather window or the necessary authorizations – is challenging.

Up until now, museums in different parts of the world have shown keen interest in hosting Si2, but none of them have sufficient space for an airplane that size. We have also considered reassembling and flying her again for exhibition purposes, but there too, the hangar in Dübendorf is too small to accommodate this – we would need to find another space. Last but not least, we are considering using her to development future technological projects.

Similarly, it took us some time to find the optimal solution for Solar Impulse 1 – the first prototype – that is now hosted at the Cité des Sciences et de l’Industrie in Paris, the biggest science museum in Europe, since March 2015. However, our motto has never been to go fast, but to go far, and we are convinced that we will find the perfect solution for Si2 very soon.

Here you can see the interview that Electric Motor News made with Bertrand Piccard in theFormula E starting grid on Marrakesh ePrix. Interview by Marcelo Padin, cameraman Daniele Drago.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: André Borschberg bertrand piccard Cité des Sciences et de l'Industrie di Parigi dubendorf Dübendorf Airfield Solar Impulse 1 solar impulse 2 svizzera

Lascia una risposta

 
Pinterest