Richiesta di AFASE al Ministro Passera

Richiesta di AFASE al Ministro Passera

28 nov, 2012

Passera in Cina: chiede una soluzione fondata sul dialogo alle controversie commerciali nel settore dell’energia solare

di Pietrino Cadoni
Senior Analyst Cattaneo Zanetto & Co.

Roma, Italia. 27 novembre 2012. L’Alleanza per il solare accessibile (AFASE), accoglie la visita del Ministro dello sviluppo economico in Cina come un’opportunità per risolvere i contenziosi commerciali tra la Cina e l’Unione Europea.

La visita del Ministro Corrado Passera in Cina si svolge in un momento caratterizzato da crescenti tensioni commerciali tra la Cina e l’Europa, con reciproche indagini su presunti regimi di dumping e sovvenzioni nel settore del solare.

“Credo che la visita sia un’ottima opportunità per rafforzare ulteriormente la cooperazione economica e le relazioni commerciali tra Italia e Cina. In questo contesto, ritengo che vada ricercata un soluzione fondata sul dialogo alle attuali dispute commerciali – in linea con quanto il governo tedesco ha già sollecitato” ha dichiarato , ,Managing Director di e portavoce di AFASE.

Tariffe commerciali punitive imposte dalla Commissione europea sui prodotti solari cinesi avrebbero un impatto negativo su migliaia di posti di lavoro nell’UE, poiché la catena del valore dell’industria fotovoltaica è globale. In Italia sono attualmente impiegate 55 mila persone nel settore dell’energia solare. Inoltre, le tariffe farebbero salire i prezzi e perciò comprometterebbero il raggiungimento della grid parity in Italia.

“Mercati aperti e libero commercio hanno reso l’energia solare più accessibile”, afferma , Amministratore delegato di , azienda affiliata ad AFASE. “Le tariffe costituirebbero una battuta d’arresto per il raggiungimento della grid-parity influendo inoltre negativamente sulla domanda di energia solare e sulla creazione di nuovi posti di lavoro nel settore dell’energia solare in Italia.”

 

Informazioni Generali

AFASE L’Alleanza per il solare accessibile, è una coalizione di oltre 160 aziende del settore fotovoltaico europeo (PV). Lavoriamo per evitare il protezionismo nel settore e promuovere i benefici del libero scambio per i prodotti dell’ energia solare. AFASE è in procinto di essere registrare secondo il diritto tedesco (eingetragener Verein).

AFASE intende informare i decisori politici, i responsabili dell’industria di settore ed i cittadini su:

- il grado di interconnessione della filiera globale dell’offerta di PV

- i posti di lavoro e i benefici economici dalla crescita del PV per l’UE

- l’importanza delle riduzioni dei costi del solare per gli obiettivi dell’UE su clima ed energie rinnovabili

- le conseguenze occupazionali negative del protezionismo

AFASE è sostenuta da aziende che rappresentano più di 27.000 posti di lavoro nell’UE.  Lavori che spaziano dai fornitori delle materie prime ai costruttori delle attrezzature, fino ai project developer, agli installatori e alle compagnie di manutenzione. Include anche numerose associazioni e accademici che credono nei benefici del libero commercio per una industria solare europea competitiva.

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: afase Corrado Passera Enerpoint Fabio Patti Paolo Rocco Viscontini Yingli Green Energy Italia

Lascia una risposta

 
Pinterest