Italian PV Summit: Verona, 7-8 maggio 2012

solar expo Verona 2012

22 gen, 2012

Il mercato mondiale del solare in continua crescita.
L’industria verso il consolidamento
Quarta edizione dell’: capire le dinamiche del fotovoltaico per affrontare le sfide a medio e lungo termine
Verona, 7-8 maggio 2012

Fonte: Italian PV Summit

Feltre, Belluno. Italia. 18 gennaio – Un’ulteriore forte discesa dei prezzi dei moduli e l’esplosione del mercato interno cinese sono i fattori destinati a caratterizzare profondamente il mercato fotovoltaico mondiale, sempre più proiettato verso una crescita esponenziale. Sul versante produttivo, viceversa, è iniziata una fase di consolidamento a livello globale, con la previsione di un’uscita dal mercato dei player industriali più deboli.
Questo è lo scenario economico che fa da sfondo all’edizione 2012 dell’ “Italian PV Summit, roadmap to grid parity”. La top-conference internazionale del fotovoltaico si terrà a Verona il 7 e 8 maggio. L’appuntamento, come di consueto, precede di due giorni l’apertura della tredicesima edizione della mostra-convegno internazionale .

L’Italian PV Summit si è stabilmente affermato come uno dei più importanti appuntamenti convegnistici del fotovoltaico a livello internazionale – già la terza edizione del 2011 ha registrato la presenza di 50 relatori, 10 sessioni di lavoro e 400 partecipanti provenienti da 19 paesi – dove si realizza l’incontro della community professionale del solare con i Ceo delle aziende leader a livello globale e italiano, la finanza, i migliori analisti internazionali, le istituzioni. L’evento offre uno sguardo approfondito sul futuro del comparto solare, analizzando con precisione i trend di mercato e le molteplici variabili in gioco per fornire agli operatori i più validi strumenti di business intelligence.

Anche quest’anno l’Italian PV Summit cercherà di dare risposta ai quesiti cruciali del solare a livello globale:

  • l’Italia primo mercato fotovoltaico al mondo, dopo un 2011 anno record di installazioni, e paese in prima fila mondiale per il raggiungimento della grid parity nel triennio 2013-2016: la convergenza di tutti gli analisti, la roadmap dei costi dei leader industriali globali
  • clausole di “domestic content” per proteggere le produzioni nazionali, contenziosi per aiuti di stato e dumping commerciale: le questioni politico-economiche più calde nella feroce sfida competitiva che si è innescata fra Europa, America e Far East
  • M&A, partnership, transizione dal manufacturing verso la costruzione di impianti: come reagirà l’industria fotovoltaica internazionale all’inevitabile tendenza al consolidamento?
  • i paesi emergenti: quando potranno costituire uno sbocco di mercato effettivo?

“Se nei prossimi mesi saranno ancora alcune ombre a caratterizzare il settore – in particolare per il perdurare dello stato di sofferenza dell’industria manifatturiera nazionale, che soffre di una scala produttiva troppo limitata – resta assodato che nel medio termine il mercato del solare è destinato a crescere in modo ancor più esplosivo grazie al raggiungimento, proprio con l’Italia a fare da paese-laboratorio, della grid parity, quindi della definitiva competitività della tecnologia fotovoltaica anche senza incentivi. A questo va aggiunto il decollo definitivo del mercato interno cinese, un fenomeno che potrà alleviare la pressione competitiva dei produttori del Far East sull’occidente” commenta , direttore scientifico dell’Italian PV Summit.

Nella sua seconda giornata l’Italian PV Summit accende i riflettori sui temi critici nazionali:

  • le condizioni per un’ulteriore crescita del mercato nazionale: gli impegni delle singole regioni per gli obiettivi europei (“burden sharing”) e le procedure autorizzative locali, l’accesso alla rete e i fabbisogni di storage per la stabilità del sistema
  • l’impatto positivo della generazione solare sui prezzi del mercato elettrico: è possibile controbilanciare il costo in bolletta degli incentivi?
  • il clima finanziario del fotovoltaico in una congiuntura già a rischio di credit crunch: il “bank deleveraging”, l’apertura di un mercato secondario degli impianti solari, il fabbisogno di finanziamento dei nuovi business model aziendali
  • vecchie e nuove sfide competitive per l’industria italiana del fotovoltaico: scala produttiva efficiente, integrazione downstream, internazionalizzazione.

“L’Italian PV Summit continua a offrire alla business community del solare una valida bussola – conclude Luca Zingale – per navigare in un mercato che è sicuramente sconfinato ma che ha anche zone in tempesta. Come testimoniano le passate edizioni, il PV SUMMIT è un evento che ha saputo anticipare gli andamenti del mercato e dell’industria degli ultimi anni”.

Aziende italiane leader come Solsonica, Fimer e Aros hanno già confermato la sponsorship dell’evento.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: italian pv summit Luca Zingale solarexpo

Lascia una risposta

 
Pinterest