GardaSolar, start-up italiana proiettata al mondo

GardaSolar, start-up italiana proiettata al mondo

5 mag, 2014

, la start up italiana proiettata al mondo

di Marcelo Padin

Direttore Editoriale Electric Motor News

 

Rovereto (TN) e Peschiera del Garda (VR), Italia. 4 maggio 2014. La capacità italiana di disegnare e costruire prodotti unici, accattivanti ed avveniristici è riconosciuta a livello mondiale ed il settore delle barche ecologiche non è certamente l’eccezione.

Qualche anno fa, due giovani ragazzi, il 31enne ed il 35enne , hanno costituito una start-up denominata GardaSolar con l’obiettivo di progettare, disegnare e costruire delle barche elettriche e solari e dalla prima timida presentazione avvenuta nel Salone Nautico di Genova del 2010 è il caso di dire che molta acqua è passata sotto i ponti.

Ora GardaSolar è un’azienda che produce e vende non solo in Europa, ma anche in Medio Oriente; grazie ad una gestione oculata e lungimirante dei due responsabili, che quest’anno hanno fatto dei passi molto importanti nello sviluppo commerciale dell’azienda.

Abbiamo parlato con entrambi ed abbiamo percorso tutta la vita di questa giovane azienda proiettata con successo ad alti livelli e cosi hanno risposto alle nostre domande.

 

GardaSolar è una start-up, quando è nata e come è venuta l’idea di fare questa attività?

“L’idea è nata dalla nostra passione per la nautica e gli sport acquatici, era entusiasmate pensare di potersi muovere senza inquinare e in assoluto silenzio con un piccolo natante elettrico.

Così abbiamo pensato a una barca per tutti, dal design dirompente, ma anche sostenibile”.

 

Quando è stata presentata la prima barca e da allora quante modifiche avete fatto alla barca?

“Ci siamo presentati nel 2010 al Salone Nautico di Genova con il primo prototipo di natante in vetroresina, dotato di propulsione elettrica ed integrazione fotovoltaica con un grande riscontro da parte del pubblico anche grazie al design sviluppato per noi dallo Studio Schickler Tagliapietra di Amsterdam. In tal senso un particolare ringraziamento va all’Ing. Davide Tagliapietra per il lavoro fatto.

L’anno successivo abbiamo presentato  la prima serie di barche in sandwich di polietilene riciclabile al 100% e da allora sono state fatte alcune migliorie ascoltando soprattutto le esigenze e le prime esperienze dei clienti al fine di rendere le nostre barche sempre  più semplici nella gestione e affidabili nell’utilizzo”.

 

Attualmente c’è un solo modello di barca offerta in diverse versioni oppure c’è né sono vari modelli? Se si, come sono e quali sono le differenze tra di loro?.

“Attualmente offriamo due tipi di natanti: la ,una barca solare elettrica, e la che è una barca puramente elettrica. Entrambe le GOGO possono arrivare a una velocità massima di 4 nodi e una velocità di crociera consigliata di 3 nodi. Le autonomie dipendono molto dal pacco batterie installato e dalle condizioni di insolazione per le versioni solari.

Le versioni  si differenziano per la presenza sul modello solare di un tettuccio con superficie fotovoltaica che garantisce in giornate di sole un’autonomia alla velocità di 3 nodi che oscilla tra 8 e 10 ore, a seconda della configurazione scelta, e una navigazione fino a 1.5 nodi solo con il contributo del sole”.

 

Oltre le barche avete iniziato a diversificare l’attività con motori elettrici marini e biciclette a pedalata assistita. Come è iniziata questa idea e che prodotti avete in produzione o in lancio e/o quando verranno lanciati sul mercato?

“In parallelo alle barche, stiamo lavorando  in partnership con Gardenergy Srl, una start up trentina,  per lo sviluppo di un nuovo motore  elettrico per barche. A breve sarà presentata una nuova gamma di  fuoribordi elettrici con potenze fino a 10 kW.

Per quanto riguarda GARDASOLAR abbiamo già presentato le prime e-bike a pedalata assistita nei  modelli GOGO MTB e GOGO URBAN. Una bici nata per chi desidera qualità e un design accattivante con una pedalata assistita che fornisce sempre un movimento fluido e con lo sforzo controllato. I nostri principali clienti sono le attività turistiche con una forte apertura verso il privato che pratica cicloturismo. Coloro che vorranno altre informazioni e anche effettuare un test drive con le nostri bici possono visitare il sito: http://gogo-ebikes.com/en/

 

Riguardo la barca Gogo, quale è il mercato più importante ed in che percentuale avete venduto in Italia ed all’estero?

“Sicuramente l’Italia soffre di una situazione non proprio agevole in termini economici. Nonostante questo stiamo riscontrando un discreto successo dove sia presente un forte stimolo innovativo e imprenditoriale  quasi visionario da parte di chi lavora nel settore del turismo e del noleggio di imbarcazioni. Ci vuole tempo e riteniamo che il prodotto elettrico stia solo ora iniziando a farsi conoscere dal mercato e vincere l’iniziale diffidenza da parte del cliente.

Per scelta e necessità stiamo puntato all’estero e a paesi come Austria, Francia, Paesi Bassi, Inghilterra, Russia e Germania e un po’ più lontano verso gli Emirati e tutta l’area GCC (Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, Saudi Arabia, UAE)”.

 

Dubai sicuramente è uno spartiacque? Come è andato il Boat Show negli Emirati?

Il 2014 è stato molto importante e già abbiamo potuto vendere le prime barche grazie alla collaborazione con il nuovo importatore per tutta l’area, Thomas Consulting di ”.

 

C’è stato interesse per una barca solare nel Dubai?

“Il design e le soluzioni presentate hanno suscitato il giusto interesse soprattutto nella versione solare che è molto adatta per l’irraggiamento disponibile sul posto”.

 

A che prezzi vengono offerti i prodotti (barche, bici e motore marino) e quali sono gli eventuali piani di acquisto?

“È possibile poter testare tutti i nostri prodotti e possiamo fare delle offerte mirate a seconda dell’esigenza e della configurazione scelta. Per maggiori info e anche per la prenotazione di un test drive potete visitare il nostro sito http://gogo-boats.com/en/

 

Voi venite anche incontro a coloro interessati all’attività di noleggio barche, in che modo?

“Certamente il prodotto GOGO nasce sia per fornire un servizio per le attività turistiche sia per il mondo del noleggio e dei parchi divertimento.

La personalizzazione grafica  e la configurazione  del prodotto a secondo dall’esigenza sono dei plus che riusciamo a proporre in modo conveniente per chi desidera un prodotto adatto nel contesto della sua attività”.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: alberto pozzo alessio zanolli dubai boat show garda solar gardasolar gilberto pezzotta gogo electric gogo solar

Lascia una risposta

 
Pinterest