E se facciamo tutta la città ecosostenibile?

E se facciamo tutta la città ecosostenibile?

6 feb, 2015

modulari ed ecosostenibili

Fonte: Sand People Communication

 

Parma, Italia. Gennaio 2015. , pluri-premiato yacht designer e matita di bici – divenuta dal 2011 icona di stile –, , e i super , lancia il nuovo concetto “floating villas” – ville galleggianti modulari ed eco-sostenibili.

 

Il progetto in sintesi

La proposta in progetto ipotizza la realizzazione di unità abitative flottanti, da realizzarsi in catena modulare e quale vero proprio abaco di elementi costruttivi e compositivi dell’involucro abitativo.

Una nuova concezione di vita nella natura e di abitazione modulare sono le peculiarità di questo progetto, che si caratterizza per l’elevata cura dei dettagli, le possibilità di personalizzazione degli ambienti esterni e interni e le infinite possibilità date dalla modularità: dal singolo blocco monolocale a veri e propri villaggi articolati su più livelli. Il tutto concepito per il galleggiamento e per integrarsi nel paesaggio circostante.

 

I dettagli tecnici del progetto

La peculiarità del progetto risiede quindi nella totale standardizzazione degli elementi strutturali, impiantistici e di finitura, con la sola esclusione di eventuali varianti estetiche o personalizzazioni funzionali successive.

Il capitolato di progetto si articola su sistemi collaudati e semplici: riserve di galleggiamento, tamponamenti parietali in pannelli “sandwich” di materiale plastico riciclato e diaframma alveolare in paglia, sughero o truciolare pressato, quest’ultimo a garantire isolamento termico e leggerezza.

Si estende anche la disponibilità di diversi materiali di rivestimento e allestimento degli esterni, tali da potersi adattare a contesti e usi diversi. Per fare un esempio: teak a listoni per il rivestimento esterno e dettagli in alluminio, copertura in pannelli fotovoltaici o semplice pannellatura in lamiera grecata. Le dimensioni e le finiture, quindi, sono disponibili per i più disparati utilizzi: abitativo, ricreativo, ricettivo o commerciale.

La struttura portante, collaudata per due livelli orizzontali, è composta di longheroni e montanti in alluminio, caratterizzati dalla possibilità di ospitare gli impianti elettrici e di climatizzazione e componibili quasi a piacere con un sistema di innesti e giunti standard.

Anche i solai sono concepiti per poter ospitare gli impianti idraulici ed elettrici, e hanno sezione cava in modo da garantire anche un buon isolamento termico ed acustico.

 

Il sistema a moduli galleggianti

Il sistema si articola innanzitutto sul modulo galleggiante, di misura 6,5m x 3,25m, concepito per diventare il riferimento modulare su cui installare differenti sovrastrutture, la cui stabilità è garantita dalla conformazione dei galleggianti e dalla possibilità di utilizzare gli stessi con funzione impiantistica e come sede di apparati più voluminosi (pompe impianto idraulico, compressori climatizzazione, serbatoi acque grigie e nere ecc…).

Tutto l’apparato abitativo è pensato per poter essere ampliato orizzontalmente – fino al limite tecnicamente consentito – accoppiando più moduli base, e verticalmente fino a 2 piani calpestabili.

L’impianto distributivo e i camminamenti sono allestiti tramite moduli speciali come banchine o passerelle, parapetti e ponticelli, derivati dal modulo base e appositamente adattati. Questi consentono di creare veri e propri agglomerati ricettivi, villaggi vacanza o apparati commerciali galleggianti dinamici e con la possibilità di crescere nel tempo, nel rispetto dell’ambiente e in relazione col contesto.

Un’ulteriore innovazione, infatti, è rappresentata dalla possibilità di modificare l’agglomerato di case galleggianti nel tempo, cambiandone l’estensione, variandone il layout distributivo o sostituendo le finiture esterne. Il tutto con interventi relativamente semplici e di basso costo.

La possibilità data dall’abaco modulare è quindi notevole, e consentirebbe di “urbanizzare” in modo equilibrato il territorio marino, con interventi eco-sostenibili e poco invasivi, rimovibili (il sistema è ideato anche per essere carrabile e trasportabile via terra) e addirittura semoventi: c’è infatti l’ulteriore possibilità di dotare il modulo base di motore elettrico fuori bordo ed elica di prua, fissandoli ai medesimi elementi di connessione delle diverse basi.

Personalizzazione e relazione con l’ambiente È un sistema forte di una flessibilità e semplicità di installazione non comuni, che prefigura  una nuova concezione dell’abitare in relazione con l’ambiente, dalle ampie possibilità di impiego e dalle ancora maggiori potenzialità in termini di sviluppo eco-compatibile.

Le potenzialità del progetto house boat sono state concepite per offrire alte possibilità di personalizzazione degli interni e delle finiture esterne. L’utente “residenziale” finale potrà infatti sbizzarrirsi, oltre che nella scelta della configurazione spaziale ideale, anche nella selezione di arredi e complementi e sistemi domotici ad alta efficienza energetica. Un “buen retiro” su misura che potrà affacciarsi su una baia naturale ed essere, ad esempio, caratterizzato da rivestimenti esterni poco invasivi in modo da fondersi con l’ambiente circostante, mentre internamente presentarsi con ambienti minimali o high-tech.

 

Ritmi di vita extraurbani, ma sempre connessi!

Il futuro proprietario sarà anche in grado di stabilire l’utilizzo ultimo della sua “floating villa” modulare, decidendone la connessione alle reti multimediali di informazione e dati o scegliendo il totale isolamento dalla civiltà.

La flaoting villa è, in ogni caso, concepita per diventare l’habitat – totalmente extraurbano – di chi può permettersi ritmi lenti e una vita senza vincoli temporali, perché dà la reale possibilità di vivere appieno l’ambiente circostante, i suoi ritmi e le sue mutazioni. Situazioni e sensazioni ormai rare e dimenticate diventano possibili e parte della quotidianità: le case galleggianti, adattabili a molteplici esigenze, possono diventare aule destinate alla didattica infantile o resort immersi nella natura, dove coltivare cultura e passione e trasmetterle ai più piccoli.

 

Scenari di utilizzo residenziale e commerciale

Il progetto, già di per sé avveniristico, prende in considerazione molti possibili scenari di utilizzo residenziale e non.

Ad esempio è anche possibile, grazie all’insito contenuto tecnologico dei moduli standard, realizzare una casa galleggiante che sia ufficio remoto e al contempo abitazione, completa di tutti i collegamenti tecnologici e ideale, più romanticamente, per scrittori o artisti in cerca di spazi tranquilli e contemplativi che favoriscono creatività e immaginazione. Anche in caso di utilizzo ricreativo o commerciale le possibilità fornite dal sistema standardizzato sono comunque molteplici e si prestano a numerose personalizzazioni sia in termini di configurazione spaziale sia in quanto a finiture e dotazioni.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: abifloat Christian Grande floating villas Italia Veloce picchio boat ribs sacs marine sanlorenzo yachts

Lascia una risposta

 
Pinterest