Concluso il ciclo di corsi YINGLI4YOU 2013

Concluso il ciclo di corsi YINGLI4YOU 2013

12 dic, 2013

Si è concluso con l’evento esclusivo a porte chiuse di Milano il ciclo di corsi ® per il 2013 che anche quest’anno ha toccato in otto tappe le principali città d’Italia.

Fonte: Yingli Green Energy Italia

Roma, Italia. 10 Dicembre 2013. Yingli Green Italia, filiale italiana con sede a Roma di Yingli Green Energy Holding Company Limited, il più grande produttore al mondo nel settore che commercializza i suoi prodotti con il marchio “”, ha concluso con l’evento di venerdì scorso, a Milano, il ciclo di incontri formativi del roadshow 2013 con un evento esclusivo per i suoi partner YINGLI4YOU®, il programma di loyalty a cui attualmente aderiscono oltre 200 installatori fotovoltaici certificati e affiliati in tutta Italia e che contribuisce alla realizzazione di figure professionali a tutto tondo, altamente specializzate sul piano tecnico-commerciale e in grado di installare i moduli fotovoltaici a marchio ‘’ rispettando i più alti standard di qualità presenti sul mercato.

L’evento, che si è svolto nella raffinata Blend Tower, location al centro di Milano, si è svolto in due parti, una tavola rotonda tecnico-normativa e una parte dedicata all’aggiornamento dei partner YINGLI4YOU®, informati delle nuove strategie di vendita e di Marketing di Yingli in Italia, oltre che delle novità tecniche, tra cui il nuovo sistema di monitoraggio che consente all’utente finale di misurare in tempo reale da remoto l’energia prodotta e auto consumata con il proprio impianto fotovoltaico.

La giornata di formazione si è aperta con l’intervento di , amministratore delegato di Yingli in Italia, che oltre a commentare le evoluzioni e le opportunità del mercato fotovoltaico in autoconsumo dopo il V Conto Energia, ha chiarito alla platea strategie e finalità della filiale Yingli di cui è a capo “molto più italiana che cinese, con un team italiano in crescita, magazzini italiani e un programma di fidelizzazione tagliato sulle esigenze degli installatori italiani e di un mercato pioniere nel settore fotovoltaico rispetto al resto d’Europa e del mondo”.

Ha proseguito poi Patti: “Il mercato europeo è sì in contrazione in questo momento, ma in trasformazione, e in questa sua fase evolutiva guarda all’Italia come ad un modello di innovazione e flessibilità a cui ispirarsi per vincere la sfida delle rinnovabili e soddisfare le ancora numerose domande di energia verde accessibile a tutti”.

Detrazioni fiscali, scambio sul posto, autoconsumo in ambito residenziale e sistemi di accumulo sono state, invece, le tematiche su cui si è aperto un interessante dibattito durante la tavola rotonda moderata da alcuni installatori partner YINGLI4YOU® e dai principali protagonisti del mercato fotovoltaico italiano tra cui , per l’energy storage visto come elemento chiave per il futuro del solare residenziale e piccolo-commerciale in Italia, e , che ha presentato le ultime novità della sua ampia gamma di inverter fotovoltaici.

La solidità del marchio è la chiave per affrontare il mercato in evoluzione secondo , Country Sales Manager di Power-One, un mercato pronto a riservare ancora sorprese:

“Il fatto di far parte di un gruppo importante a livello globale come ABB offre ai nostri clienti un’ulteriore garanzia di solidità e affidabilità, e questo sarà senz’altro per noi un elemento importante per affrontare i tanti cambiamenti del mercato fotovoltaico. Credo che in Italia, in futuro, il segmento di mercato principale sarà rappresentato dagli impianti residenziali e commerciali che potranno godere del credito d’imposta, ma anche dagli impianti di grosse dimensioni specialmente nelle regioni del Sud Italia, installati in Grid Parity e destinati a ritagliarsi una buona fetta del mercato fotovoltaico italiano.”

Per , Product Application Manager di FIAMM, l’autoconsumo di energia, reso possibile grazia ai tanto attesi sistemi di accumulo sarà presto realtà per quegli impianti residenziali e commerciali che potranno rendersi indipendenti dalla rete, fatte salve il via libera delle autorità regolatrici e una maggiore chiarezza anche sul piano tecnico:

“Oggi in Italia non esiste un vero e proprio divieto normativo che impedisca di collegare alla rete elettrica un impianto fotovoltaico dotato di una batteria, ma non c’è neanche un normativa tecnica specifica che indichi con precisione  come farlo: è in corso un lavoro sulle norme tecniche di connessione dei sistemi di accumulo a batteria per risolvere questo problema e l’aggiornamento delle NORME CEI-016 e CEI-021 dovrebbe essere emanato e recepito dalle autorità competenti entro la fine dell’anno. In attesa che il quadro normativo sia pronto, FIAMM continua a sviluppare soluzioni di accumulo sia al piombo che al Sodio Cloruro di Nichel (batterie “al sale”) scelte per la loro sicurezza, affidabilità e rispetto dell’ambiente.”

La giornata di formazione e aggiornamento, ha previsto inoltre l’abituale contributo del , Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo, con cui Yingli ha stretto un accordo per lo smaltimento dei moduli FV a fine vita. Forte l’interesse della platea, come sempre, alla procedura e al valore delle attività di recupero e del riciclo dei moduli esausti che , Direttivo Operativo del COBAT, ha illustrato durante il suo intervento.

In chiusura di giornata, ha avuto luogo la premiazione di alcuni installatori che, grazie all’affiliazione al programma YINGLI4YOU® e alla raccolta punti prevista, hanno raggiunto una quota punti tale da ricevere da Yingli un tablet in regalo.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: batterie al sale Claudio De Persio COBAT Fabio Patti Fiamm fotovoltaico nichel cloruro di sodio Power-One Riccardo Filosa Stefano Nassuato Yingli Solar yingli4you

Lascia una risposta

 
Pinterest