Comunità sostenibili, libro di Davide Fortini

Comunità sostenibili, libro di Davide Fortini

7 nov, 2012

Comunità sostenibili.
Le nuove forme della partecipazione

a cura di

Trezzo sull’Adda (MI). Italia. 7 novembre 2012. L’Architetto Davide Fortini ha scritto il libro Comunità sostenibili. Le nuove forme della partecipazione, nel quale vengono illustrati i diversi progetti che sono stati sviluppati insieme alle Amministrazioni Pubbliche nel settore della sostenibilità e l’ambiente.

Electric Motor News ha anche dato il suo contributo con la presenza della barca solare Davide nel Porto Turistico di Lovere, nel contesto del progetto sviluppato dall’Associazione dei comuni dell’Alto Sebino (Castro, Lovere, Pisogne e Costa Volpino) per la promozione delle energie rinnovabili.

120 pagine di immagini e parole per narrare l’esperienza di gruppi di pubbliche amministrazioni che, in modo volontario, hanno scelto di federarsi per sperimentare l’avvio di un cambiamento secondo i principi della sostenibilità. Un impegno preso affinché le popolazioni locali possano modificare i propri stili di vita, in aderenza ai più recenti dettami dello sviluppo sostenibile.

Un cambiamento fatto anche di conoscenze aggiornate e nuovi saperi condivisi forniti agli attori locali. Delle concrete occasioni perché i portatori di interesse possano scegliere di fare “la cosa giusta”. Un racconto a sostegno della “partecipazione”, da intendersi come un atto creativo, che faccia proprie e superi la difesa di interessi e l’uso di strumenti e metodi, per tenere viva l’idea del progetto ecologico socialmente fondato.

Per informazioni sull’evolversi dei progetti:
www.a21isoladalminezingonia.bg.it/news
www.a21calopicos.ir/news
Per contattare l’autore davide.fortini@inwind.it

Davide Fortini si occupa di organizzare percorsi che permettano agli enti pubblici di offrire agli attori locali spazi di coprogettazione, dal progetto di spazio pubblico agli strumenti di pianificazione; occupandosi anche del reperimento delle risorse finanziarie per la realizzazione di tali esperienze. Sulla progettazione partecipata ha scritto “Dire, fare, partecipare”.

partecipa alla nascita del Movimento Arte Povera e si dedica negli anni ’70 al fenomeno della creatività collettiva e spontanea operando in vari ambiti sociali. Negli anni ’80 sperimenta i nuovi linguaggi tecnologici e inizia a realizzare una serie di opere in “realtà virtuale”. Le sue opere sono esposte nei principali musei d’arte moderna del mondo.

Lavora al progetto del Parco d’Arte Vivente della Città di Torino dal 2002, di cui attualmente è Direttore Artistico.

è professore aggregato di Sociologia dell’Ambiente e del territorio e di Educazione ambientale all’Università degli Studi di Bergamo, dove è anche membro del collegio didattico della Scuola di Dottorato in Antropologia ed epistemologia della complessità, fondata da Mauro Ceruti.

insegna Tecnologia dell’Architettura e Progettazione Ambientale nella Facoltà diArchitettura e Società, nella quale è Presidente del Corso di Laurea in Architetura Ambientale e Vicepreside. E’ stato Visiting Professor in alcune Università europee.

Ha pubblicato molti libri, articoli scientifici e divulgativi nel campo della Progettazione Bioclimatica ed Ambientale ed è direttore scientifico della rivista il Progetto Sostenibile.

Clicca qui per vedere la copertina del libro (PDF)

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: agenda 21 agenda 21 isola bergamasca dalmine zingonia calopicos davide fortini Gianni Scudo Mario Salomone Piero Gilardi

Lascia una risposta

 
Pinterest