Barche ecologiche premiate dall’UIM

Barche ecologiche premiate dall’UIM

25 feb, 2014

Fonte: – Unione Internazionale Motonautica

 

Montecarlo, Principato di Monaco. 24 febbraio 2014. L’ Environmental Award UIM è stato lanciato nel 2009 al fine di ispirare e riconoscere l’eccellenza in materia di innovazione, sviluppo e applicazione di tecnologie rispettose dell’ambiente.

Per l’edizione 2013 c’è il vincitore e tre Menzioni Speciali.

Tra i principali criteri di selezione ci sono: innovazione, significato, praticità, usabilità, Greening Sport e benefici ambientali. E ‘aperto a tutti i soggetti interessati UIM, ovvero costruttori di barche, costruttori di motori, Università, centri di ricerca, scienziati, organizzazioni governative (ONG) e imprese, al fine di riconoscere gli Environmental Leaders, sia individui od organizzazioni, che sono un esempio stimolante per la visione, l’innovazione, la leadership e le applicazioni per l’ambiente.

I prestigiosi trofei saranno consegnati nel Galà annuale UIM Awards che si terrà sabato 1° marzo 2014 alle Salle des Etoiles – Sporting Monte Carlo nel Principato di Monaco, dove la UIM ha invitato 450 ospiti VIP internazionali da 30 diverse nazioni per onorare gli oltre 45 campioni del mondo delle corse dei motoscafi.

Il Dr. , Presidente UIM, ha dichiarato:

“Siamo impegnati a operare con l’obiettivo di una continua riduzione dell’impatto ambientale delle nostre gare e manifestazioni. Questa è la cosa giusta da fare perché è dimostrato che c’è un grande legame tra il nostro sport e l’industria nautica e l’iniziativa UIM Environmental Award favorisce questo sviluppo.

La nostra cultura della Responsabilità Ambientale e il focus in diverse aree ci permettono di fare la differenza, come la riduzione del consumo di carburante nelle barche, l’efficienza energetica, la riduzione dei rifiuti e la conservazione delle risorse.

Guidati dai nostri principi ambientali, ci siamo impegnati per l’ambiente e per la conservazione delle risorse e la conservazione dei materiali di riciclaggio. Noi continueremo a partecipare attivamente nel settore ed a educare il pubblico sulla conservazione ambientale perseguiendo lo sviluppo e l’uso di tecnologie rispettose dell’ambiente”.

 

Vincitore dell’Environmental Award   di Yachts Columbus

In linea con l’approccio di Green Building Yacht introdotta da Columbus Yachts, il marchio dei , l’innovativo 40 Hybrid ha debuttato lo scorso anno al Monaco Yacht Show. “Sport” indica le elevate prestazioni di questo Superyacht equipaggiato con due motori diesel che permettono di raggiungere la velocità massima di 23 nodi, con la possibilità di navigare facilmente a 18-20 nodi. Columbus Yachts è molto orgogliosa del fatto che 40s è il primo Motor Yacht ad essere classificato dal RINA con la notazione “propulsione ibrida (Y)” insieme a “Green Star Plus Platinum” ed AUT CCS (Y), l’ultima innovazione

L’imbarcazione è dotata di sistema ibrido costituito da doppi mezzi di propulsione e di generazione di energia. Sostanzialmente l’apparecchiatura elettrica è collegata sul riduttore principale attraverso il PTI/O ed assume due diverse funzioni. Quando i motori principali sono in funzione, il motore elettrico può bloccare la potenza dai motori principali producendo così energia elettrica fino a 120 kW, in questo modo i generatori diesel possono essere spenti riducendo il consumo di carburante e le emissioni dovute ai generatori diesel.

In modo elettrico, a causa della forma estremamente efficiente dello scafo, i motori principali possono essere spenti e l’alimentazione dai generatori diesel possono essere utilizzate fino a 120 kW da utilizzare nei motori elettrici per scopi di propulsione.

La potenza disponibile di 120 kW permetterà alla barca di navigare alla velocità di 8 nodi e di ridurre il rumore, le vibrazioni e il consumo di carburante. La potenza viene erogata dagli stessi generatori che funzionano a regime costante, quindi senza le variazioni del periodo di cambio di velocità. Questo permette di avere basse emissioni di SOx e NOx in quanto le emissioni di queste sostanze dipende dal periodo transitorio di calo dei giri dei motori termici . E’ stato volutamente scelto di non utilizzare le batterie per scopi ambientali.

Le batterie sarebbero state caricate dagli stessi generatori diesel e l’energia sarebbe stata usata per alimentare i motori elettrici, con la conseguente perdita di potenza, maggior consumo di carburante e maggiori emissioni.

, Amministratore Delegato del Gruppo Palumbo ha dichiarato dopo l’annuncio ufficiale:

“Palumbo Group è onorata di ricevere questo prestigioso premio, che è il simbolo del nostro impegno per la costruzione di Yachts ecocompatibili. Fin dall’inizio del marchio Columbus Yachts, Palumbo Group è stata dedicata a stabilire un equilibrio nelle nuove costruzioni, al fine di preservare e proteggere l’ambiente. Il 40s Hybrid è ora il titolare orgoglioso di questo premio, che rappresenta il duro lavoro dei nostri architetti navali ed il team tecnico che ha costruito questo yacht e l’ha equipaggiato con la tecnologia più avanzata disponibile sul mercato.

In qualità di CEO del Gruppo Palumbo, sono particolarmente orgoglioso del nostro successo. Sono stato personalmente coinvolto fin dall’inizio nella fase di costruzione, e ho avuto il piacere di seguire l’intera costruzione di prima mano. Vorrei cogliere l’occasione per evidenziare il significativo sostegno che abbiamo ricevuto da Sergio Cutolo di Hydro TEC, con il quale abbiamo condiviso sfide comuni affrontate nel corso di questo progetto per raggiungere questo ambizioso obiettivo.

La decisione della UIM di concederci questo premio è un grande riconoscimento per tutti i professionisti coinvolti nella costruzione del 40s Hybrid. Questo Yacht è la chiara dichiarazione di ciò che significa la nautica per noi e sono convinto che diventerà il punto di riferimento per la costruzione dei Yacht a basso impatto ambientale in futuro. A mio parere il 40s Hybrid rappresenta la differenza fondamentale che noi proponiamo nel mercato dei superyacht, in anticipo rispetto ai nostri concorrenti, perché siamo riusciti a trovare un equilibrio tra l’estetica del Yacht Design, le prestazioni elevate e la garanzia dei bassi livelli di emissioni”.

 

Menzione Speciale per “Greening the SPORT”: Vripack – V20 Solar Boat

Il V20 è il primo Solar One Design Racer del mondo esclusivamente spinto dalla energia creata dal sole. Il V20 è chiamato Hydro Foiling WIG. L’ hydro foil regolabile permette di sollevare la barca fuori dall’acqua e la forma aerodinamica NACA crea l’effetto ala a terra (WIG). L’obiettivo di tutto questo è quello di ridurre al minimo la resistenza naturale permettendo di usare l’energia solare per sviluppare la velocità e la navigazione in completo silenzio.

Il V20 è una nave leggera composita con celle solari, che ha anche la possibilità navigare senza sole grazie alle batterie agli ioni di litio, la cui energia aziona direttamente l’elica.

Un sofisticato sistema di gestione della batteria aiuta il pilota a determinare la velocità ideale. Con la produzione di energia sufficiente, è possibile fare una crociera spinti al 100% dal sole e anche ricaricare la batteria. La barca è azionata da un motore elettrico la cui potenza all’elica permette il V20 di volare fino alla velocità di circa 30 km/h.

Nella World Wide Class diversi V20 si sfideranno l’un l’altro in un circuito internazionale di corse. Le barche della classe V20 sono tutte identiche tranne che per alcuni elementi strategici.

e , direttori di Vripack , spiegano:

“L’energia solare è una delle più importanti nel puzzle verso l’economia sostenibile. Il V20 Solar Grand Prix intende promuovere la sinergia della natura, del movimento e dell’innovazione nel settore dello yachting. La costante focalizzazione sulle competenze dei campi di sviluppo dell’innovazione e quello scientifico è significativa e Vripack rimane concentrata nel design di alta qualità, l’architettura e l’ngegneria. Il V20 è un ottimo modo per portare la nostra conoscenza del World Solar Racing, il nostro tipico approccio olistico e non un vedere semplicemente le barche dal punto di vista della fantasia dei progettisti . L’energia solare è una parte importante di tutti i processi vitali e ha il potenziale di consentire l’esistenza in armonia della tecnologia e della natura. In futuro, l’aumento della produzione di energia solare potrebbe significare l’ambiente pulito e quindi il mondo più sano”.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 40s Hybrid Bart Bouwhuis cantieri palumbo Giuseppe Palumbo Marnix Hoekstra Raffaele Chiulli uim vripack v20

Lascia una risposta

 
Pinterest