Isola artificiale per l’energia eolica

Isola artificiale per l’energia eolica

5 feb, 2013

Un’isola artificiale per conservare l’energia eolica

Fonte: Zeus News

31 gennaio 2013. Sebbene ammonti soltanto al 4% dell’energia elettrica prodotta in totale, l’eolico per il Belgio è una risorsa importante: addirittura spesso ne viene prodotta più di quanta la rete possa assorbirne.

Così, il ministro ha deciso di varare un progetto ambizioso: costruire un’isola artificiale per immagazzinare l’energia prodotta in eccesso e che altrimenti andrebbe sprecata.

Il progetto – che fa parte di un piano più alto mirato ad adottare la produzione di energia da fonti rinnovabili al posto dei sistemi attuali, per lo più basati sul nucleare – dovrebbe iniziare a concretizzarsi a breve, mentre nello stesso tempo il Belgio conta di espandere la produzione di energia eolica fino a oltre 4.000 MWh entro il 2020.

«Abbiamo un sacco di energia generata dalle pale eoliche, e a volte va persa perché non c’è abbastanza domanda» spiega Lanotte.

L’isola artificiale avrà la forma di una ciambella e pomperà l’acqua del mare verso lo spazio centrale, utilizzando per azionare le pompe l’energia eolica in eccesso; quando invece la domanda eccederà l’offerta di eolico, l’acqua verrà fatta scorrere attraverso delle turbine generando energia idroelettrica.

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Johan Lanotte

Lascia una risposta

 
Pinterest