Storia. Honda FCX Clarity al Salone di Ginevra 2008

Storia. Honda FCX Clarity al Salone di Ginevra 2008

13 set, 2014

Il debutto dell’ al Salone di Ginevra 2008

Fonte: Honda Motor Corporation

 

Ginevra, Svizzera. Marzo 2008. Il Salone internazionale di Ginevra vede l’esordio mondiale del tanto atteso nuovo modello europeo di Honda Accord, oltre al debutto europeo della rivoluzionaria vettura a Honda FCX Clarity alimentata a e della concept ibrida sportiva .

L’area Accord domina il padiglione di Ginevra con dieci esemplari della nuova Accord, sia nella versione berlina che in quella Tourer. La nuova Accord si è evoluta e presenta una linea esterna più sportiva ed elegante sia nella versione berlina e soprattutto nella versione Tourer. Viene inoltre presentato il nuovissimo motore diesel 2.2 litri i-DTEC, appartenente alla nuova gamma di motori per Accord comprendente anche i motori a benzina 2.0 e 2.4 litri rinnovati; tutti e tre i nuovi motori sono conformi agli standard di emissione Euro 5 di prossima introduzione.

Nell’area dedicata alla tutela ambientale vi è FCX Clarity, la berlina 4 porte a celle a combustibile che non inquina in quanto emette soltanto vapore acqueo. Grazie al gruppo a celle a combustibile Honda V Flow, FCX Clarity ostenta una linea slanciata, dinamica e sofisticata. Quest’auto, che segna il passo nello sviluppo della tecnologia a celle a combustibile, sarà commercializzata in leasing negli USA dalla prossima estate e in Giappone dal prossimo autunno.

Lo studio del progetto della concept Honda CR-Z è la base di una prossima ibrida sportiva di livello globale. CR-Z è un concept dallo stile dinamico e dalla coscienza ecologica che permette di apprezzarne la guida riducendo al minimo l’impatto sull’ambiente.

Chi visita l’area sportiva del padiglione può ammirare per la prima volta in pubblico la versione 2008 dell’auto di F1 Honda RA108. Accanto alla RA108 nell’area sportiva viene presentata Honda Civic Type R R3, progettata in conformità alle nuove norme FIA gruppo R3 sui rally. I piloti di rally potranno ammirare la tanto attesa R3, presentata ora dopo un anno intenso di prove e gare superate con successo.

 

A Ginevra è tutto più chiaro: Honda FCX Clarity al debutto in Europa

A Ginevra fa la sua prima comparsa europea Honda FCX Clarity, una vettura a celle a combustibile che non inquina in quanto emette soltanto vapore acqueo. FCX Clarity verrà commercializzata in leasing negli USA dalla prossima estate e in Giappone dal prossimo autunno.

FCX Clarity è un veicolo a celle a combustibile di nuova generazione alimentato a idrogeno e privo di emissioni basato su una piattaforma a celle a combustibile V Flow completamente nuova e dotato di un gruppo a celle a combustibile Honda V Flow altamente compatto, efficiente e potente. L’ultima FCX è caratterizzata da notevoli miglioramenti in termini di autonomia di guida, potenza, peso ed efficienza; vanta inoltre un’estetica slanciata, dinamica e sofisticata, finora non realizzabile in un veicolo a celle a combustibile a causa delle dimensioni del gruppo di alimentazione. FCX Clarity è un notevole progresso che premia il costante impegno di Honda nello sviluppo e promozione del fascino delle auto a celle a combustibile alimentate a idrogeno.

 

Il nome FCX Clarity

“Clarity“ in inglese significa “chiarezza“ e Honda ha scelto questo termine per esprimere il desidero della società giapponese di creare una vettura a celle a combustibile in grado di offrire una soluzione chiara alle problematiche del futuro e di contribuire a rendere più sostenibile la mobilità.

 

Funzionamento di FCX Clarity

Il gruppo Honda V Flow di FCX Clarity viene utilizzato insieme a una nuova batteria agli ioni di litio compatta ed efficiente e un unico serbatoio di idrogeno per l’alimentazione del motore elettrico della vettura. Il gruppo a celle a combustibile è la sorgente di alimentazione principale dell’auto. L’idrogeno si combina con l’ossigeno dell’atmosfera nel gruppo a celle a combustibile e l’energia liberata da questa reazione viene convertita in energia elettrica utilizzata per la propulsione della vettura. Il recupero dell’energia cinetica prodotta dalla frenata e dal rallentamento (energia rigenerativa di frenata) genera ulteriore energia che viene immagazzinata nella batteria agli ioni di litio insieme all’energia in eccesso prodotta dalle celle a combustibile e viene utilizzata in aggiunta a quella prodotta da queste ultime in base alle necessità. L’auto emette soltanto vapore acqueo.

 

Gruppo a celle a combustibile Honda V Flow

Il gruppo a celle a combustibile Honda V Flow presenta una struttura a celle nuova capace di raggiungere una potenza più elevata di 100 kW ed è caratterizzato da dimensioni più piccole e peso ridotto, con un miglioramento del  50% nella densità di uscita in base al volume e un aumento del 67% nella densità di uscita in base al peso rispetto alla versione precedente.

 

Capacità di avvio migliore alle basse temperature

Il perfezionamento dello scarico di acqua determinato dalla struttura a celle V Flow consente una potenza migliore subito dopo l’avvio. Il minore volume di liquido refrigerante e il design a corpo singolo reso possibile dai separatori dei canali di flusso determina una riduzione della massa di calore del 40% rispetto ai gruppi precedenti. Di conseguenza, l’avvio è ora possibile anche a temperature bassissime come -30° C.

 

Piattaforma a celle a combustibile Honda V Flow

L’innovativa piattaforma V Flow di FCX Clarity colloca il gruppo a celle a combustibile Honda V Flow ultra-compatto, leggero e potente nel tunnel centrale della vettura, tra i due sedili anteriori. Grazie alle dimensioni compatte del nuovo gruppo, l’abitacolo risulta più spazioso e la sistemazione dei propulsori diventa più efficiente, al contrario di quanto avverrebbe in una berlina tradizionale.

 

Design di FCX Clarity

Più di una semplice vettura a celle a combustibile, FCX Clarity rispecchia la visione del futuro di Honda nel design delle automobili e delle loro prestazioni senza le limitazioni imposte dalle tradizionali tecnologie di propulsione. La piattaforma della versione berlina quattro porte di FCX Clarity presenta un frontale corto e un abitacolo ampio capace di ospitare comodamente quattro persone e i loro bagagli. I principali apparati di propulsione, quali il motore elettrico, il gruppo a celle a combustibile, la batteria e il serbatoio di idrogeno, sono stati resi più compatti e distribuiti in modo da ottimizzare ulteriormente lo spazio, il comfort e le prestazioni generali del mezzo.

 

Materiali e componenti avanzati

Riflettendo il tema di auto avanzata rispettosa dell’ambiente, i rivestimenti dei sedili e delle superfici interne delle portiere di FCX Clarity sono realizzati in tessuto biologico Honda, un materiale innovativo di origine vegetale in grado di garantire una riduzione delle emissioni di CO2 rispetto ai materiali di rivestimento interno tradizionali, oltre a una durata e una resistenza eccezionale alle alterazioni dovute alla luce del sole.

Destinata a destare l’interesse dei clienti più lungimiranti che cercano il meglio dell’abbattimento delle emissioni e livelli elevati di prestazioni da veicoli alimentati con carburanti alternativi, FCX Clarity è dotata anche di una serie completa di funzioni avanzate di sicurezza, comodità e praticità. Tra queste funzioni è possibile annoverare un sistema di navigazione all’avanguardia che segnala la presenza di stazioni di rifornimento di idrogeno, la telecamera per la retromarcia, il controllo adattativo della velocità (ACC), il sistema frenante di attutimento degli urti (CMBS), il sistema audio di alta qualità, i sedili climatizzati e la connettività Bluetooth®.

Le altre caratteristiche avanzate che rendono quest’auto più accattivante e più pratica riguardano il cambio elettronico, il servosterzo elettrico (EPS) e il quadro strumenti dal design innovativo con indicazione del consumo di idrogeno sul display di facile lettura.

 

Emissioni

FCX Clarity scarica nell’ambiente soltanto vapore acqueo. Le emissioni di CO2 relative alla produzione dell’idrogeno variano a seconda della sorgente; tuttavia, le emissioni complessive di CO2 dalla produzione al consumo di idrogeno ottenuto da gas naturale, metodo di produzione attualmente più diffuso, sono pari a meno della metà di quelle di una tradizionale vettura a benzina. Con la produzione di idrogeno dall’acqua mediante elettrolisi, è possibile ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 e avvicinarsi quindi all’abbattimento totale delle stesse se l’elettricità utilizzata a tal fine viene generata da sorgenti sostenibili, come nel caso dell’energia solare, l’energia eolica, l’energia idroelettrica o l’energia del moto ondoso.

Nel campo dell’energia solare, Honda ha sviluppato celle fotovoltaiche proprie tali da ridurre della metà le emissioni di CO2 nella fase di produzione rispetto alle tradizionali celle cristalline al silicio; ha inoltre avviato la produzione su larga scala e la rivendita di questa tecnologia in Giappone sia per uso commerciale che per uso residenziale.  Questi pannelli vengono inoltre utilizzati per generare elettricità nella stazione di rifornimento della struttura R&D californiana di Torrance.

 

Al primo posto per le celle a combustibile

Negli ultimi quarant’anni Honda si è impegnata nella riduzione dell’impatto ambientale delle automobili attraverso la riduzione delle emissioni e il potenziamento dell’efficienza nei consumi di carburante; ora gli sforzi finora compiuti collocano la società giapponese al primo posto per quanto riguarda lo sviluppo di vetture a celle a combustibile alimentate a idrogeno, una tecnologia e un carburante ritenuti da Honda la promessa più convincente per un futuro del trasporto pulito e sostenibile. I successi d’avanguardia ottenuti da Honda in questo settore comprendono la prima certificazione rilasciata dalla EPA (Environmental Protection Agency) e dalla CARB (California Air Resources Board) per un veicolo a celle a combustibile (2002), il primo programma di leasing per una vettura a celle a combustibile (2002), la prima vettura a celle a combustibile a ricevere un riconoscimento dalla EPA per i livelli di consumo (2002), il primo committente per l’utilizzo in condizioni di basse temperature (2004), i primi, e soli finora, clienti privati (2005, 2007).

 

Principali specifiche tecniche di Honda FCX Clarity*

 

Numero di occupanti 4
 

Motore

Potenza max. 100 kW
Coppia max. 256 Nm
Tipo Motore elettrico sincrono AC
(magnete permanente)
Celle a combustibile in gruppi Tipo Celle a combustibile a elettrolita polimerico (PEMFC)
Potenza max. 100 kW
Combustibile Tipo Idrogeno compresso
Conservazione Serbatoio di idrogeno ad alta pressione
Capacità del serbatoio 171 litri
Dimensioni (lunghezza × larghezza × altezza) 4835 × 1845 × 1470 mm
Peso del veicolo 1625 kg
Velocità massima 160 km/h
Accumulo di energia Batteria agli ioni di litio
  • Le specifiche tecniche sono soggette a modifica prima della certificazione e della vendita di unità di produzione.

In anteprima europea a Ginevra il prototipo di CR-Z

Il Salone di Ginevra vede il debutto europeo del modello CR-Z “futuristico e dinamico“ di ricerca nel design.

CR-Z è la dimostrazione che una vettura ibrida rispettosa dell’ambiente può offrire anche un’esperienza di guida dinamica. Oltre alla meticolosa ricerca finalizzata alla riduzione del peso, CR-Z presenta una linea esterna aerodinamica e affilata che fa venire voglia subito di guidarla.

Il design del frontale è dominato da una griglia di grosse dimensioni affiancata da fessure squadrate che convogliano l’aria ai freni anteriori. L’aspetto aggressivo della griglia viene completato dalla linea sottile ma penetrante dei fari a LED a luce intensa e dalle luci di posizione incorporate lungo il bordo inferiore del frontale. Lateralmente, la linea sportiva di CR-Z è accentuata dalla forma slanciata e dai cerchi in lega a cinque razze da 19 pollici abbinati a pneumatici semi-slick a basso profilo. Infine, il retro di questo prototipo si distingue per il lunotto posteriore quasi orizzontale che si allunga fino alla coda tronca e termina con un pannello in vetro verticale. La linea posteriore di CR-Z viene completata dalle luci a LED e dai tubi di scarico centrali che tradiscono la natura sportiva del prototipo.

Gli interni di CR-Z si concentrano principalmente sul conducente, con una quantità essenziale di indicatori e pulsanti. Il tema a rete dei sedili ripreso sul cruscotto contrasta fortemente con l’uso di vetro e finiture in Perspex degli altri componenti della plancia e della console centrale. L’atmosfera spaziosa viene evidenziata dal tetto in vetro che illumina l’intero abitacolo.

Oltre a Civic Hybrid, Honda introdurrà uno speciale nuovo veicolo ibrido nel 2009. Il nuovo veicolo ibrido dedicato monterà un innovativo sistema IMA (Integrated Motor Assist) leggero e compatto e sarà offerto a un livello di prezzo più accessibile grazie agli sforzi compiuti da Honda nel tentativo di ridurre sensibilmente i costi. Il piano di vendite mondiali per questo veicolo sarà di circa 200.000 unità annuali.

Honda proporrà a breve a livello globale una nuova ibrida sportiva, basata sul modello CR-Z. Con questa gamma di veicoli ibridi avanzati, Honda prevede che orientativamente entro il 2010 i modelli ibridi rappresenteranno circa il 10% delle vendite globali di automobili della casa giapponese.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: celle a combustibile honda cr-z honda fcx clarity idrogeno salone ginevra

Lascia una risposta

 
Pinterest