Rifornimento di idrogeno ora possibile a Ulm

Rifornimento di idrogeno ora possibile a Ulm

18 lug, 2016

• Daimler, e Total espandono le infrastrutture dell’idrogeno

• La Germania ha già 21 stazioni di rifornimento pubbliche di idrogeno, sette di loro in Baden

Württemberg

• Finanziata dal Ministero federale dei trasporti sotto il Programma di Innovazione Nazionale per l’idrogeno e le tecnologia delle celle a combustibile (NIP)

• Il Centro Ricerca per l’energia solare e sull’idrogeno nel (ZSW) responsabile della ricerca collegata al progetto

Fonte:

 

Berlino e , Germania. 15 luglio 2016. La rete di stazioni di rifornimento di idrogeno () in Germania è in crescita: Daimler, Linde, Total, e il Centro Ricerca per l’energia solare e l’idrogeno del Baden-Württemberg (ZSW) hanno ospitato oggi congiuntamente l’apertura ufficiale di un altra pompa di combustibile a idrogeno ad . Dopo le aperture presso l’area di servizio autostradale di , in due sedi a Berlino, e una Stazione a , nel Baden-Württemberg, i partner hanno ora compiuto un ulteriore passo verso una rete di alimentazione H2 a livello nazionale.

Fino ad oggi, 21 stazioni di rifornimento di idrogeno sono state completate in Germania. Essi sono finanziate come progetti di ricerca e sviluppo da parte del governo federale tedesco attraverso il Programma Nazionale per l’innovazione per la tecnologia dell’idrogeno e celle a combustibile (PIN). Le stazioni di rifornimento già esistenti hanno raggiunto circa sei milioni di persone nelle regioni metropolitane di Berlino, Amburgo, Reno / Ruhr, Stoccarda e Monaco. Sette stazioni si trovano solo nel Baden-Württemberg, con altre cinque in programma nella regione.

Nell’ambito del programma di espansione NIP, Daimler e Linde stanno partecipando a un totale di 20 nuove stazioni di H2 con un investimento complessivo di circa 20 milioni di euro. Total è l’operatore della pompa di idrogeno a Ulm e pagato per la sua costruzione.

Situato sulla base di ZSW sulla Helmholtzstrasse, la nuova stazione è parte del Clean Energy Partnership (CEP). Alla sua apertura ufficiale hanno partecipato alti rappresentanti delle aziende coinvolte, oltre che rappresentanti del governo federale e del Ministero dell’Ambiente del Baden-Württemberg.

Il Dr. Klaus Bonhoff, Direttore dell’Organizzazione nazionale per l’idrogeno e le tecnologie delle celle a combustibile (NOW), ha dichiarato:

“Il sistema – dalla produzione di idrogeno per il rifornimento di carburante, fino al rifornimento del veicolo del cliente – funziona. Questo è uno dei risultati più importanti del Programma di Innovazione Nazionale per l’idrogeno e le tecnologie delle celle a combustibile tecnologia, che scade nella sua forma attuale, alla fine 2016. Come parte del Clean Energy Partnership, il governo federale ha investito più di 110 milioni di Euro di finanziamento per testare la tecnologia per la sua idoneità all’uso quotidiano dal 2008. Ora, in una prima fase di espansione, 50 stazioni di rifornimento di idrogeno sono in costruzione, congiuntamente finanziate dal governo e l’industria. La stazione di rifornimento a Ulm, la cui costruzione e funzionamento sono stati finanziati dal governo federale con quasi un milione di euro, chiude il corridoio Monaco-Stoccarda”.

, Sottosegretario di Stato parlamentare presso il Ministero federale dei Trasporti e Infrastrutture Digitale, ha commentato:

“Il mercato di lancio delle auto elettriche a fuel cell sta iniziando e le offerte dei produttori di veicoli stanno diventando sempre più varie e interessanti. Per avere più auto elettriche sulla strada, abbiamo ora bisogno di una vasta rete di stazioni di rifornimento di H2 in Germania – nelle città, lungo le autostrade e anche in zone più rurali. L’inaugurazione della stazione di Ulm è un altro componente importante in questo.”

La maturità tecnica dei veicoli a celle a combustibile è ormai fuori discussione, e i vantaggi della tecnologia sono evidenti: una lunga autonomia, tempi di rifornimento veloci e una vasta gamma di possibili applicazioni, dalle automobili agli autobus urbani. Daimler AG si è concentrata sulle celle a combustibile a fianco delle auto elettriche a batterie fin dall’inizio. I veicoli elettrici a celle a combustibile sono localmente altrettanto ad emissioni zero, come i veicoli alimentati a batteria, ma hanno un’autonomia molto più elevata e più brevi tempo di rifornimento.

“Dopo il successo della Mercedes-Benz Classe B F-CELL, una nuova generazione di veicoli basati sulla nostra GLC verrà lanciata dal 2017. Per la prima volta in un veicolo a celle a combustibile elettrico la batteria agli ioni di litio sarà utilizzata come una modalità di motorizzazione indipendente. Quindi, nella fase successiva le nostre auto a cella a combustibile avranno sempre una spina”, ha detto il professor Dr. , capo delle celle a combustibile a Daimler AG. “In vista del lancio sul mercato, il rapido sviluppo delle infrastrutture è una priorità assoluta. Noi siamo orgogliosi di essere in grado di dare un importante contributo a questo, se non altro come parte della joint venture H2 Mobility “.

“In termini aritmetici, la capacità di rifornimento di idrogeno attualmente installata in Germania è già in grado di rifornire più di 8.000 veicoli a celle a combustibile”, ha dichiarato il Dr. , responsabile vendite Linde per la regione del sud. “Tre quarti delle stazioni di servizio H2 tedesche sono dotate della tecnologia Linde, come quella in Ulm”.

, Direttore delle stazioni di servizio Total Deutschland GmbH, ha detto:

«Abbiamo iniziato ad investire nella ricerca e nello sviluppo della mobilità a idrogeno dal 2002. Inizialmente i nostri sforzi sono stati centrati sulla definizione di norme comuni per la tecnologia del serbatoio insieme ai nostri partner. Come attore leader per l’espansione della rete, Total da sola opera nove delle 21 stazioni di rifornimento pubbliche di H2 della Germania! “

 

In English

Hydrogen refueling now possible in Ulm

• Daimler, Linde and Total advance expansion of the hydrogen infrastructure

• Germany already has 21 public hydrogen filling stations, seven of them in Baden-Württemberg

• Funded by the Federal Ministry of Transport under the National Innovation Programme for Hydrogen and Fuel Cell Technology (NIP)

• Centre for Solar Energy and Hydrogen Research Baden-Württemberg (ZSW)  responsible for the accompanying research

Source: Daimler AG

 

Berlin/Ulm, Germany. 15 July 2016. The network of hydrogen (H2) filling stations in Germany is growing: Daimler, Linde, Total, and the Centre for Solar Energy and Hydrogen Research Baden-Württemberg (ZSW) jointly hosted the official opening of another hydrogen fuel pump in Ulm today. After openings at the Geiselwind motorway service area, at two locations in Berlin, and a station in Fellbach, Baden-Württemberg, the partners have now taken a further step towards a nationwide H2 supply network.

To date, 21 hydrogen filling stations have been completed in Germany. They are funded as research and development projects by the German federal government through the National Innovation Programme for Hydrogen and Fuel Cell Technology (NIP). The existing filling stations already reach some six million people in the metropolitan regions of Berlin, Hamburg, the Rhine/Ruhr, Stuttgart and Munich. Seven stations are located in Baden-Württemberg alone, with five more planned in the region.

Within the NIP expansion programme, Daimler and Linde are participating in a total of 20 new H2 stations with a total investment of around 20 million euros. Total operates the hydrogen pump in Ulm and paid for its construction.

Located on the grounds of ZSW on Helmholtzstrasse, the new station is part of the Clean Energy Partnership (CEP). Its official opening was attended by senior representatives of the companies involved, as well as representatives from the federal government and the Baden-Württemberg Environment Ministry.

Dr. Klaus Bonhoff, Managing Director of the National Organisation for Hydrogen and Fuel Cell Technology (NOW), said:

“The system – from hydrogen production to refuelling, through to the customer’s vehicle – works. This is one of the most important results of the National Innovation Programme for Hydrogen and Fuel Cell Technology, which expires in its current form at the end 2016. As part of the Clean Energy Partnership, the federal government has invested more than 110 million euros of funding in testing the technology for its suitability for everyday use since 2008. Now, in a first expansion stage, 50 hydrogen filling stations are being built, jointly funded by government and industry. The filling station in Ulm, whose construction and operation the federal government is funding with close to a million euros, closes the Munich-Stuttgart corridor.”

Norbert Barthle, Parliamentary State Secretary at the Federal Ministry of Transport and Digital Infrastructure, commented:

“The market ramp-up of electric cars is beginning, and the vehicle manufacturers’ offers are becoming more varied and attractive. To get e-cars onto the road, we now need an extensive network of H2 filling stations in Germany – in the cities, along the autobahns and also in more rural areas. The establishment of the station in Ulm is another important component in this.”

The technical maturity of fuel-cell vehicles is now beyond question, and the benefits of the technology are obvious: a long range, quick refuelling times and a wide range of possible applications, from cars to city buses. Daimler AG has focused on fuel cells alongside batterypowered electric drives from the start. Electric vehicles with fuel cells are locally just as emissions-free as battery-powered vehicles, but have a much greater range and shorter refuelling time.

“Following the success of the Mercedes-Benz B-Class F-CELL, a new generation of vehicles based on our GLC will launch from 2017. For the first time in an electric fuel-cell vehicle, a lithium-ion battery will be used as an independent drive mode. So in the next step our fuel cell will be getting a plug,” said Professor Dr. Christian Mohrdieck, Head of Fuel Cells at Daimler AG. “In view of the market launch, the rapid development of infrastructure is a top priority. We are proud to be able to make an important contribution to this, not least as part of the H2 Mobility joint venture.”

“In arithmetical terms, the hydrogen fuelling capacity currently installed in Germany can already accommodate more than 8,000 fuel cell vehicles,” said Dr. Dieter Prangenberg, responsible for the Southern sales region at Linde. “Three quarters of German H2 service stations are equipe with Linde technology, as is the one in Ulm.”

Guillaume Larroque, Director of Service Stations at Total Deutschland GmbH, said:

“We’ve been investing in hydrogen mobility research and development since 2002. Initially our efforts centred on defining common standards for tank technology together with our partners. As a leading player in the network expansion, Total alone operates nine of Germany’s 21 public H2 stations!”

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Baden-Württemberg Christian Mohrdieck daimler ag Dieter Prangenberg Fellbach geiselwind Guillaume Larroque h2 Klaus Bonhoff linde mercedes benz Norbert Barthle total ulm

Lascia una risposta

 
Pinterest