Prototipi BMW Hydrogen Fuel Cell in prova

Prototipi BMW Hydrogen Fuel Cell in prova

8 lug, 2015

Produzione “dopo il 2020″

di John Voelcker

Fonte: GreenCarReports

 

 

7 Luglio 2015. Per l’elevato costo delle tecnologie avanzate per ridurre l’impronta di carbonio dei veicoli, le case automobilistiche hanno sempre collaborato per condividere queste tecnologie ed i loro costi.

Ora BMW ha mostrato i primi prototipi di veicoli a idrogeno a frutti dalla collaborazione di diversi anni con Toyota, che aspira ad essere il leader mondiale nel settore auto a così come lo è oggi nelle ibride.

Ad un evento mediatico in Francia, la società tedesca ha mostrato la tecnologia fuel-cell Toyota integrata sia in un veicoli dimostrativo BMW Serie 5 GT che in una coupé sportiva i8 pesantemente modificata.

La BMW ad idrogeno è caratterizzata dai serbatoi ad alta pressione lungo la schiena della macchina tra l’asse anteriore e quello posteriore, una batteria leggermente più grande di 1 kWh, la stessa cella a combustibile ed un motore elettrico da 180 kW nominali di potenza (242 cavalli).

Questo propulsore ha fornito un’autonomia di 500 km (310 miglia), ha detto la società, anche se i dati sono stati basati sul ciclo di prova europeo.

Se la Serie 5 GT ad idrogeno usasse la stessa capacità del serbatoio della la Mirai, la sua autonomia nei test americani sarebbe probabilmente inferiore a quello, dato che si tratta di una vettura più grande e pesante con un motore più potente della Mirai.

BMW inizierà la sperimentazione suoi prototipi ad idrogeno sulle strada durante quest’anno e si aspettano diversi anni di tempo di sviluppo da seguire.

Il capo della società di ricerca powertrain, , ha detto ai giornalisti che la BMW offrirà “un veicolo tecnicamente maturo al cliente pronto qualche tempo dopo il 2020″

Sono cinque o più anni dopo il lancio che il suo partner ha fatto del veicolo a bassi volumi Toyota Mirai 2016, una berlina quattro posti di misura media che è appena stata valutata dall’US EPA a 312 miglia di autonomia quando i suoi serbatoi di idrogeno sono completamente pieni.

Ma la BMW ha anche riconosciuto le sfide che i produttori che intendono lanciare veicoli alimentati ad idrogeno, vale a dire la mancanza di infrastrutture di rifornimento di idrogeno esistente.

“Tecnicamente, siamo pronti a mettere le auto a celle a combustibile su strada, ma finora resta troppo costoso”, ha detto , parte del team di idrogeno devleopment BMW in un articolo di Bloomberg sul partenariato.

Ha chiamato il processo di trasformazione della tecnologia delle celle a combustibile da un progetto di laboratorio in una soluzione reale per i veicoli a emissioni zero “un compito non solo per le case automobilistiche, ma per tutta la società”.

In Germania, i piani per una rete di rifornimento di idrogeno sono in preparazione, con tutto l’idrogeno prodotto da fonti rinnovabili in modo che le fonti dell’impronta di carbonio della vettura per miglio può essere paragonata a quella delle auto elettriche.

Toyota e BMW hanno firmato la loro partnership tecnologica alla fine del 2011. Così come lo sviluppo congiunto di veicoli a idrogeno a celle a combustibile, le due società stanno sviluppando congiuntamente una vettura sportiva.

Non è l’unico progetto di auto sportiva in comune. Fiat Chrysler e Mazda hanno collaborato per una nuova Fiat 124 Spider 2016 ed una Mazda MX-5 Miata lanciata all’inizio di quest’anno.

BMW ha fornito un minor numero di dettagli sul suo prototipo i8 a idrogeno, anche se quella macchina ha attirato molta più attenzione per il suo sinistro lavoro di verniciatura piatto bianco e la carrozzeria allargata.


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Axel Ruecker bmw i8 bmw serie 5 gt hydrogen celle a combustibile fuel cell hybrogen Matthias Klietz

Lascia una risposta

 
Pinterest