Nuovo “Consiglio dell’Idrogeno” lanciato a Davos

Nuovo “Consiglio dell’Idrogeno” lanciato a Davos

19 gen, 2017

13 aziende leader del settore a livello mondiale si uniscono nel promuovere l’idrogeno per contribuire a soddisfare obiettivi climatici

Fonte: Daimler AG

 

, Svizzera. 17 Gennaio 2017. Tredici aziende leader dell’energia, e del settore dei trasporti settore hanno lanciato oggi un’iniziativa globale per esprimere una visione unitaria e l’ambizione a lungo termine dell’idrogeno per favorire la transizione energetica.

Nella prima iniziativa globale nel suo genere, il “Consiglio dell’Idrogeno” è determinato a posizionare l’idrogeno tra le soluzioni chiave della transizione energetica. L’idrogeno è un vettore energetico versatile con caratteristiche favorevoli poiché non rilascia CO2 al punto di utilizzo come fonte di combustibile o di energia pulita, e può svolgere un ruolo importante nella transizione di sistema energetico verso un ambiente pulito, a basso tenore di carbonio. Le tecnologie dell’idrogeno e dei prodotti sono notevolmente progredite negli ultimi anni e sono ora in fase di introduzione sul mercato. Il Consiglio lavorerà e fornirà raccomandazioni con un certo numero di attori chiave, quali responsabili politici, operatori economici e agenzie internazionali dell’idrogeno e della società civile per raggiungere questi obiettivi.

Durante il lancio, i membri del ‘Consiglio dell’Idrogeno’ hanno confermato la loro ambizione di accelerare i loro significativi investimenti nello sviluppo e nella commercializzazione dei settori delle celle a combustibile. Questi investimenti ammontano attualmente ad un valore complessivo stimato in € 1,4 miliardi/anno. Quest’accelerazione sarà possibile se le principali parti saranno interessate ad aumentare il loro appoggio all’idrogeno come parte del futuro mix energetico, con politiche adeguate e schemi di supporto.

Dopo l’incontro a Davos per la prima volta il martedì, il ‘Consiglio dell’Idrogeno’ è attualmente composto da 13 amministratori delegati e presidenti di varie industrie e aziende energetiche impegnate a contribuire a raggiungere l’ambizioso obiettivo Celsius 2 come concordato nel 2015 dall’accordo di Parigi.

Le società internazionali attualmente coinvolte sono: , , , , Daimler, Engie, Honda, , Kawasaki, , , Total e . Il Consiglio è guidato da due co-presidenti in diverse aree geografiche e settori, attualmente rappresentate da Air Liquide e .

“L’accordo di Parigi 2015 per combattere il cambiamento climatico è un passo significativo nella giusta direzione, ma richiede un’azione attività da intraprendere per rendere tale impegno una realtà. Il Consiglio dell’Idrogeno riunisce alcune delle più importanti aziende industriali, dell’automotive e dell’energia del mondo, con una chiara ambizione di spiegare perché l’idrogeno emerge tra le soluzioni chiave per la transizione energetica, della mobilità, così come nell’energia nei settori industriali e residenziali, e quindi richiede lo sviluppo di nuove strategie in scala per sostenere questo.

Ma non possiamo farlo da soli. Abbiamo bisogno dei governi per sostenere l’idrogeno con le loro azioni – ad esempio attraverso programmi di investimento in infrastrutture su larga scala. Il nostro appello oggi ai leader del mondo è quello di impegnarsi nell’idrogeno in modo che insieme possiamo soddisfare le nostre ambizioni condivise sul clima e dare ulteriore impulso al nascente ecosistema Idrogeno” – ha detto Benoît Potier, .

“Il Consiglio dell’Idrogeno eserciterà una leadership responsabile nella vetrina mondiale della tecnologia dell’idrogeno e dei suoi benefici. Si cercherà la collaborazione, la cooperazione e la comprensione da parte dei governi, l’industria e, soprattutto, il pubblico. In Toyota, abbiamo sempre cercato di svolgere un ruolo di primo piano nei progressi ambientali e tecnologici nel settore automobilistico, anche attraverso l’introduzione dei veicoli a celle a combustibile. Inoltre, sappiamo che, oltre ai mezzi di trasporto, l’idrogeno ha il potenziale per sostenere la nostra transizione verso una società a basse emissioni in diversi settori e nell’intera catena di valori . Il Consiglio dell’Idrogeno ha lo scopo di incoraggiare attivamente questa transizione”, ha detto Takeshi Uchiyamada, Presidente, Toyota.

“Le tecnologie di emission zero sono una parte integrante della strategia di powertrain di Daimler. Oltre ai veicoli ibridi plug-in e veicoli dotati di sistemi a 48 Volt, il nostro portafoglio sarà caratterizzato da più di dieci veicoli completamente elettrici nel segmento delle auto passeggeri solo nel 2025. La tecnologia delle celle a combustibile ha un enorme potenziale per il settore energetico e della mobilità. I vantaggi per noi sono evidenti: una lunga percorrenza e brevi soste per il rifornimento così come un ampio spettro di possibili utilizzi che vanno dalle autovetture agli autobus urbani. Noi continuiamo fortemente a perseguire il nostro obiettivo di portare i veicoli elettrici a celle a combustibile di prossima generazione sul mercato. Abbiamo già svelato il Mercedes-Benz GLC F-CELL già da quest’anno” – ha dichiarato , Vice Presidente Electrics / Elettronic & e-Drive Development di Daimler AG.

Un rapporto dal titolo ‘Come l’idrogeno consente la transizione energetica’ – commissionato dal Consiglio dell’Idrogeno – offer ulteriori dettagli su questo futuro potenziale che l’idrogeno è pronto a fornire, e definisce la visione del Consiglio e le azioni chiave che ritiene fondamentale da implementare per i responsabili politici, per sbloccare pienamente e potenziare l’apporto della transizione energetica all’idrogeno.

Mentre le aziende globali dei grandi settori energetico e industriale, hanno parte della responsabilità aziendale per fornire soluzioni per gestire la transizione energetica e andare avanti verso un basso tenore di carbonio ed un’economia sostenibile, è necessaria un’azione comune per affrontare questa sfida formidabile. È per questo che invitiamo i governi e le principali parti interessate della società a riconoscere anche il contributo dell’idrogeno nella transizione energetica e di lavorare con noi per creare un piano di implementazione efficace.

I membri del Consiglio dell’Idrogeno rappresentano collettivamente un fatturato complessivo di € 1.070.000.000.000 e 1,72 milioni di dipendenti in tutto il mondo.

In English

New “Hydrogen Council” launches in Davos

13 global industry leaders join together in promoting hydrogen to help meet climate goals

Source: Daimler AG

Davos, Switzerland – 17th January 2017: Thirteen leading energy, transport and industry companies have today launched a global initiative to voice a united vision and long-term ambition for hydrogen to foster the energy transition.

In the first global initiative of its kind, the ‘Hydrogen Council’ is determined to position hydrogen among the key solutions of the energy transition. Hydrogen is a versatile energy carrier with favourable characteristics since it does not release any CO2 at the point of use as a clean fuel or energy source, and can play an important role in the transition to a clean, low-carbon, energy system. Hydrogen technologies and products have significantly progressed over past years and are now being introduced to the market. The Council will work with, and provide recommendations to, a number of key stakeholders such as policy makers, business and hydrogen players, international agencies and civil society to achieve these goals.

During the launch, members of the ‘Hydrogen Council’ confirmed their ambition to accelerate their significant investment in the development and commercialization of the hydrogen and fuel cell sectors. These investments currently amount to an estimated total value of €1.4 Bn/year[1]. This acceleration will be possible if the key stakeholders increase their backing of hydrogen as part of the future energy mix with appropriate policies and supporting schemes.

Meeting in Davos for the first time on Tuesday, the ‘Hydrogen Council’ is currently made up of 13 CEOs and Chairpersons from various industries and energy companies committed to help achieve the ambitious goal of reaching the 2 degrees Celsius target as agreed in the 2015 Paris Agreement.

The international companies currently involved are: Air Liquide, Alstom, Anglo American, BMW GROUP, Daimler, ENGIE, Honda, Hyundai Motor, Kawasaki, Royal Dutch Shell, The Linde Group, Total and Toyota. The Council is led by two Co-Chairs from different geographies and sectors, currently represented by Air Liquide and Toyota.

“The 2015 Paris Agreement to combat climate change is a significant step in the right direction but requires business action to be taken to make such a pledge a reality. The Hydrogen Council brings together some of the world’s leading industrial, automotive and energy companies with a clear ambition to explain why hydrogen emerges among the key solutions for the energy transition, in the mobility as well as in the power, industrial and residential sectors, and therefore requires the development of new strategies at a scale to support this. But we cannot do it alone. We need governments to back hydrogen with actions of their own – for example through large-scale infrastructure investment schemes. Our call today to world leaders is to commit to hydrogen so that together we can meet our shared climate ambitions and give further traction to the emerging Hydrogen ecosystem.” Benoît Potier, CEO, Air Liquide.

The Hydrogen Council will exhibit responsible leadership in showcasing hydrogen technology and its benefits to the world. It will seek collaboration, cooperation and understanding from governments, industry and most importantly, the public. At Toyota, we have always tried to play a leading role in environmental and technological advances in the automotive industry, including through the introduction of fuel cell vehicles. Moreover, we know that in addition to transportation, hydrogen has the potential to support our transition to a low carbon society across multiple industries and the entire value chain. The Hydrogen Council aims to actively encourage this transition.” Takeshi Uchiyamada, Chairman, Toyota.

“Zero emission technologies are an integral part of Daimler’s powertrain strategy. Besides plug-in-hybrids and vehicles equipped with 48-volt-systems our portfolio will feature more than ten fully electric vehicles in the passenger car segment alone by 2025. Fuel cell technology has a huge potential for the energy and mobility sector. The benefits for us are obvious: a long operating range and short refuelling stops as well as a broad spectrum of possible uses ranging from passenger cars to urban buses. We strongly continue to pursue our goal of bringing the next generation fuel cell electric vehicles on the market. We will unveil the Mercedes-Benz GLC F-CELL already this year”. Jochen Hermann, Vice President Electrics/Electronics & E-Drive Development at Daimler AG.

A report entitled ‘How Hydrogen empowers the energy transition[2]’ – commissioned by the Hydrogen Council – further details this future potential that hydrogen is ready to provide, and sets out the vision of the Council and the key actions it considers fundamental for policy makers to implement, to fully unlock and empower the contribution of hydrogen to the energy transition.

As global companies from major energy and industrial sectors, it is part of the corporate responsibility to provide solutions to manage the energy transition and move forward to a low-carbon, sustainable economy: joint action is required to tackle this formidable challenge. This is why we invite governments and key society stakeholders to also acknowledge the contribution of hydrogen to the energy transition and to work with us to create an effective implementation plan.

The members of the Hydrogen Council collectively represent total revenues of € 1.07 trillion and 1.72 million employees around the world[3].

1 How Hydrogen empowers the energy transition, Report, 2017, Hydrogen Council

2 www.hydrogencouncil.com

3 Company figures from financial years 2015 and 2016

.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: air liquide alstom Anglo American Benoît Potier bmw group CEO di Air Liquide Consiglio dell’Idrogeno daimler davos economia dell'idrogeno Engie fuel cell honda Hyundai Motor idrogeno Jochen Hermann kawasaki legislazione Linde Group politica Presidente Toyota Royal Dutch Shell svizzera Takeshi Uchiyamada total toyota Vice Presidente Electrics / Elettronic & e-Drive Development di Daimler AG

Lascia una risposta

 
Pinterest